Alfa Romeo: buone nuove su 4C, Giulia e motore 1.8 litri turbo-benzina

Sbirciata nel futuro del Biscione

La nuova Alfa Romeo 4C verrà presentata prima del previsto, la nuova Alfa Romeo Giulia verrà prodotta in due punti del pianeta, il nuovo motore 1.8 litri turbo-benzina verrà usato anche da altri marchi: questi ed altri dettagli sulla sorte di Alfa Romeo
Alfa Romeo: buone nuove su 4C, Giulia e motore 1.8 litri turbo-benzina

Siamo abituati a prendere con le pinze tutte le notizie relative al Biscione, dato che non sempre quanto promesso è stato realizzato. Siamo abituati a sovraccaricare le notizie relative ad Alfa Romeo con dubbi in abbondanza. Lo facciamo anche oggi, di fronte a queste indiscrezioni, che riguardano la nuova Alfa Romeo 4C, la sportiva di dimensioni medie che riporterà la trazione posteriore nella gamma dell’azienda, la nuova Alfa Romeo Giulia, modello di importanza vitale per il brand che sostituirà Alfa Romeo 159, ed il nuovo motore 1,8 litri benzina che il marchio ha promesso alcuni mesi fa.

Andiamo con ordine: partiamo dalla vettura più affascinante di questa notizia, cioè la nuova Alfa Romeo 4C. Secondo le più recenti indiscrezioni, la nuova sportiva del Biscione sarà svelata non nell’autunno dell’anno 2013, come in precedenza dichiarato, e neppure nei primi mesi dell’anno 2014, bensì durante l’estate dell’anno venturo, molto più vicino di quanto pensassimo. Dodici mesi d’attesa, dunque, ci separano dall’arrivo della fastback che verrà prodotta nello stabilimento Maserati di Modena e che verrà costruita con un telaio in fibra di carbonio, abbinato a trazione posteriore, alla trasmissione TCT robotizzata doppia frizione e al nuovo motore 1,8 litri turbo-benzina da 300 cavalli.

Proprio del citato propulsore oggi possiamo raccontare qualche nuovo dettaglio: il motore in alluminio a quattro cilindri, dotato di sistema di iniezione diretta del carburante, del sistema MultiAir (pare) e di un sistema di sovralimentazione, sarà capace di erogare 300 cavalli e (si dice) sarà proposto anche per altri modelli ed altri marchi di Fiat S.p.A., come ad esempio la nuova Dodge Dart SRT, alcune vetture ad alte prestazioni firmate Lancia, alcuni modelli della società Gruppo Chrysler, oltre (pare) alla nuova Alfa Romeo Giulia, alla nuova spyder Alfa Romeo sviluppata con Mazda, alla media Alfa Romeo Giulietta (chissà se potrebbe arrivare, ora, la versione GTA).

Concludiamo la carrellata di informazioni con alcuni cenni sulla nuova Alfa Romeo Giulia, l’erede di Alfa Romeo 159 ed uno dei modelli più importanti per l’azienda, nel suo cammino di rinascita e di crescita. Si racconta che la vettura di segmento D abbia finalmente ricevuto il via libera (come ricorderete, Marchionne bocciò il progetto perché non colpito dal design proposto e chiese ai tecnici di ripensare l’aspetto dell’automobile) e si dice che la produzione avverrà parallelamente in due punti divisi del pianeta, uno in Italia per il mercato europeo ed uno negli Stati Uniti per il mercato locale.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

11 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. giacomino

    11 giugno 2012 at 14:09

    che si sbrighino, perchè le vendite delle pseudo alfa romeo stanno crollando….

  2. ale

    12 giugno 2012 at 01:27

    La pazienza ha un limite,se la nuova Giulia avrà lo stesso frontale della Giulietta con i fanali a goccia di sicuro non la comprerò.

  3. mark

    12 giugno 2012 at 12:43

    x me servirebbe anche la nuova 166

  4. antonio

    12 luglio 2012 at 00:47

    non capisco perchè l’alfa presenta sempre della auto splendide e poi non le produce mai ! penso che le sportive che abbiamo visto avrebbero un successo garantito, ma a Torino rinviano . mah

  5. Max

    25 luglio 2012 at 00:06

    Per sostituire la mia 159 ne ho comperata un’altra perche’ non volevo passare agli stranieri.
    Sig. Marchionne quando uscira’ una nuova Alfa Romeo?

  6. mark

    30 luglio 2012 at 23:42

    x me ci vorrebbe anche un ammiraglia di segmento F come la Thema

  7. mark

    30 luglio 2012 at 23:44

    e fiat e lancia dovrebbero lanciare anche loro berline di segmento D

  8. aberto

    9 agosto 2012 at 04:17

    ma perchè l’alfa non fa gilietta 3porte per gli sportivi come me che odiano le 5porte?

  9. roberto

    6 settembre 2012 at 17:27

    ma come gli è venuto in mente a fiat p.t. di creare questo multiair dall’erogazione deprimente? ci credo che non possono produrre una vera auto sportiva. ma avete visto che razza di polmoni sono le quadrifoglio attuali?
    P.S. purtroppo sono uno sfortunato possessore della mito qv da 170 somari 🙁

  10. sergio

    12 settembre 2012 at 17:04

    Io sono della stessa opinione.
    Se la nuova Alfa Giulia avra’ lo stesso frontale della sorella minore Giulietta non la comprero’,troppo normale per essere alfa.

  11. Alfista

    15 ottobre 2012 at 12:00

    Se L’alfa torna ai motori rombanti e alla trazione posteriore e bene se no che kiudesse del tutto che fanno schifo!!!

Articoli correlati