Audi A6 3.0 BiTDI Avant by MTM, la nuova generazione rivista dal tuner teutonico

Diesel da 381 cavalli

di

La moda di quest'anno sembra essere incentrata sui motori a gasolio potenziati: dopo la BMW M550d xDrive, il famoso tuner Audi MTM ha deciso di rispondere ai bavaresi con una A6 pompata

Audi A6 3.0 BiTDI Avant by MTM, la nuova generazione rivista dal tuner teutonico

Di recente la Audi A6 3.0 TDI ha fatto una piccola sosta negli ateliers di MTM, famoso tuner dedicato al mondo Audi, per mostrare alla sua rivale di Monaco di Baviera di cosa è capace la station wagon di Ingolstadt.

La A6 Avant 3.0 TDI eroga di per sé 313 cavalli, il che non è male per una familiare, ma dopo una piccola riprogrammazione della centralina elettronica, gli stregoni di MTM sono riusciti a spremere altri 70 cavalli per raggiungere quota 381, proprio come la sua rivale BMW M550d xDrive. Anche la coppia sale considerevolmente fino a toccare ben 780 Nm. Tutto ciò senza toccare parti meccaniche. Questo incremento del potenziale del V6 diesel è disponibile ad un prezzo di €1.000 mentre se si vuole qualcosa di un po’ meno spinto, si parla sempre di 365 cavalli e 760 Nm di coppia, bisognerà sborsare €900. Per far fronte a questa cavalleria extra, MTM ha realizzato nuovi freni a disco da 380 mm con otto pistoncini fatturati a €4.900 mentre quelli di dimensioni più generose, 405 mm disponibili per i cerchi in lega da 20 pollici, verranno a costare ben €6.400.

Infine MTM ha sviluppato appositamente per questo modello un nuovo sistema di sospensioni F-Cantronic in grado di alzare ed abbassare l’auto ad un prezzo pari a €1.740 mentre i cerchi aftermarket sono disponibili da 18 a 20 pollici.

7th agosto, 2012

Tag:, , ,


Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Video
Loading the player ...

Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini