Audi R8 e-tron, debutta il Digital Rear View Mirror

Un sistema completamente digitale per la visibilità posteriore

di

Una telecamera, di piccole dimensioni, è in grado di riprodurre ciò che sta dietro l'automobile (con un campo visivo più ampio di quello che avrebbe il pilota, osservando attraverso un lunotto) su uno schermo da 7,7 pollici con tecnologia AMOLED prodotto da Samsung e sistemato al posto del tradizionale specchio retrovisore interno

Audi R8 e-tron, debutta il Digital Rear View Mirror

Non solo sarà la prima vettura elettrica della gamma, ma sarà anche la prima ad usare il sistema Digital Rear View Mirror, che sarà proposto di serie: stiamo parlando della nuova Audi R8 e-tron, la supercar che il costruttore dei Quattro Anelli svelerà in anteprima internazionale in occasione dell’imminente Salone di Parigi 2012. Cos’è il Digital Rear View Mirror)

Il dispositivo è stato introdotto sulla super-sportiva Audi R18 Le Mans, sprovvista di lunotto posteriore. Dato anche anche la nuova Audi R8 e-tron non possiede superficie vetrata sul portellone posteriore, il brand ha dovuto adottare lo stesso sistema: una telecamera, di piccole dimensioni, è in grado di riprodurre ciò che sta dietro l’automobile (con un campo visivo più ampio di quello che avrebbe il pilota, osservando attraverso un lunotto) su uno schermo da 7,7 pollici con tecnologia AMOLED prodotto da Samsung e sistemato al posto del tradizionale specchio retrovisore interno, che di fatto non ha più senso d’esistere nel caso di Audi R8 e-tron. La retrocamera è molto piccola e leggera, è insensibile alle variazioni climatiche (quindi funziona in qualsiasi situazione) e permette al pilota di non abbagliarsi con i fari delle vetture che seguono grazie alle potenzialità del software abbinato. Il pilota di Audi R8 e-tron può in qualsiasi momento decidere di accendere o spegnere la proiezione delle immagini raccolte dalla telecamera.

Come abbiamo detto, il sistema per il momento rimane disponibile di serie soltanto per Audi R8 e-tron. Ma non è sbagliato sospettare che il costruttore lo renderà disponibile, presto o tardi, su altre vetture della propria gamma.

L’introduzione di questo dispositivo ci fa pensare a due conseguenze dirette. La prima: Audi potrebbe sviluppare ulteriormente il sistema e proiettare sullo schermo che si trova al posto dello specchio retrovisore interno anche altre informazioni relative alla vettura (come ad esempio quelle del sistema di navigazione). La seconda: i designer della casa automobilistica, in futuro, avranno meno limitazioni dal punto di vista stilistico per quanto riguarda la zona posteriore e potranno immaginare automobili con lunotti anche molto piccoli e molto scomodi, tanto ad osservare la parte posteriore ci penserà sempre la vigile retrocamera.

Cosa ne pensate?

11th agosto, 2012

Tag:, , , , , , , , , ,


Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Video
Loading the player ...

Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini