Saab rinasce, completata l’acquisizione da parte di Nevs

Potrà continuare ad usare il nome, ma dovrà abbandonare il grifone

La Saab torna alla vita, anche se solo come produttrice di auto elettriche destinate presumibilmente al mercato cinese. Potrà continuare ad usare il nome, ma dovrà modificare il logo e abbandonare il grifone
Saab rinasce, completata l’acquisizione da parte di Nevs

Possiamo ufficialmente affermare che Saab è rinata. La Nevs, National Electric Vehicles Sweden, ha ufficializzato l’acquisto definitivo degli asset principali della casa svedese, facendo così ufficialmente partire la nuova vita della casa scandinava. Sia chiaro, la Saab non tornerà ad essere quella di prima, anche perché, come potete intuire facilmente dal nome del produttore, il futuro del marchio sarà principalmente con le auto elettriche. La Nevs ha ufficialmente acquisito anche la proprietà intellettuale della 9-3, che quindi sarà molto probabilmente la base della futura produzione, e della piattaforma Phoenix, oltre ad una lunga serie di impianti e stabilimenti.

Secondo quanto dichiarato ufficialmente dalla dirigenza, il primo veicolo della nuova produzione Saab dovrebbe uscire tra un anno e mezzo, quindi tra il 2014 e il 2015. Non è chiaro quale sarà il mercato di riferimento, ma vista la proprietà cino-svedese, è possibile che l’attenzione di concentrerà maggiormente sul grande paese asiatico, che in effetti è uno dei pochi mercati a poter offrire delle garanzie. Sono già partite le assunzioni per la nuova dirigenza della casa.

Sempre stando a quanto dichiarato dalle fonti ufficiali, la Nevs potrà ancora utilizzare il nome Saab per le auto della società, potendosi così appoggiare ad un nome già conosciuto e ad una fama consolidata nel tempo. Non sarà però possibile usare il logo storico del grifone, che andrà così in pensione come la “vecchia” Saab. Prossimamente scopriremo quale sarà il nuovo logo della società.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

8 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. tony gras

    4 settembre 2012 at 21:48

    no comment…UN’INGRATA FINE…

  2. stefano senepa roma italia

    6 settembre 2012 at 00:20

    MA INSOMMA SCOMPARIRANNO O NO LE VETTURE SAAB CON MOTORE TERMICO ? SAREMO COSTRETTI A VEDERE BATTERIE IN LUOGO DI CILINRI E TURBINE ?

  3. GIAMPAOLO FIORIO

    24 settembre 2012 at 21:47

    E’ un vero peccato. Auto belle e con personalità. Sono 20 anni che guido SAAB. L’Azienda si è comportata sempre con grande serietà.

  4. Paolo Rossi

    10 novembre 2012 at 23:52

    Quoto Giampaolo

    SAAB è sempre stata l’unica auto sul mercato ad avere personalità. Molte delle idee estetiche viste sulle SAAB sono poi state copiate dalle case tedesche. Sempre grande tecnologia sempre all’avanguardia sulla sicurezza. Purtroppo non faceva status symbol. Speriamo che ritorni presto.

  5. Fabio Mazzante

    8 dicembre 2012 at 20:14

    È un vero peccato che non ci sia una possibilità di rinascita per le autovetture Saab. Sono delle auto eccezionali.

  6. Gionata

    5 gennaio 2013 at 00:21

    Che peccato dovrò cambiare marchio ,pensavo che riuscisse qualche modello nel 2013 ma non e ‘ così ….. Un saluto sincero al marchio …

    Ho posseduto 3. Modelli Saab pensavo al 4 …..

  7. Gabriele

    6 maggio 2013 at 20:38

    Un peccato colossale fare morire un pezzo di storia dei motori …. si appezza solo se la guidi
    Io sono andato a ripescare una 93 e non la cambierei per nessuna ragione

  8. sergio

    3 giugno 2013 at 13:25

    Solo da pochi anni ho acquistato una vettura SAAB e devo dire che è un’auto eccezionale,sia come motore sia come carrozzeria. Un vero peccato che non si possano più costruire vetture del genere con una personalità rarissima nella gamma auto dei nostri giorni. Perchè abbandonare i modelli di questa meravigliosa vettura? Capisco le esigenze economiche, ma sarebbe bellissimo poter vedere girare in Europa nuovi modelli a benzina o gasolio.

Articoli correlati