In Puglia l’auto a GPL o metano conviene, niente bollo per 5 anni

Esenzione valida per le auto GPL o metano immatricolate nel 2013

In Puglia sarà ancora più incentivante acquistare o convertire un auto a metano o GPL, dato che consentirà di non pagare il bollo auto per 5 anni e di pagarne solo un quarto dell'imposta dal quinto anno in poi.
In Puglia l’auto a GPL o metano conviene, niente bollo per 5 anni

Novità importanti per gli automobilisti pugliesi. La giunta regionale della Puglia ha previsto, infatti, l’esenzione per cinque anni dal bollo auto per le auto GPL o metano immatricolate nel 2013, rendendo così ancora più conveniente la scelta di un modello a emissioni ridotte rispetto ai carburanti tradizionali.

Dunque i pugliesi che decideranno di acquistare o convertire un auto a GPL o a metano, a partire dal 1° gennaio 2013, saranno esentati dal pagamento del bollo auto per i prossimi 5 anni. Una volta trascorsi i 5 anni le vetture interessate pagheranno solo un quarto dell’imposta, continuando quindi a garantire convenienza.

In questo modo la Puglia si accoda a quanto fatto da altre regioni virtuose ed ecofriendly come il Piemonte, la Liguria, la Lombardia, la Provincia di Trento e quella di Bolzano. Enti locali che già in passato avevano deciso di favorire la diffusione di veicoli a ridotte emissioni sgravando i loro proprietari, in tutto o in parte, dall’onere della tassa automobilistica.

Il presidente del Consorzio Ecogas Alessandro Tramontano ha commentato così: “L’auspicio è adesso quello che altre amministrazioni locali seguano l’esempio degli enti più lungimiranti, non solo nell’ambito di un comportamento ecocompatibile ma anche per incentivare il settore automobilistico sempre più in crisi.  Il 2012 è l’anno peggiore, dal 1978, per il mercato italiano dell’auto: nel mese di novembre il calo delle immatricolazioni è del 19,7% rispetto al 2011. Oltre il 30% delle immatricolazioni del 2012 dei modelli di tutte le marche in classe A, sono con alimentazione a GPL o metano. Se si considerano anche le conversioni in aftermarket è chiaro che l’utente gradisce molto l’auto ecologica la quale, se incentivata, rimane ancora trainate per tutto il mercato”.

Una misura che non può che fare bene ad un settore in crisi come quello automobilistico e che viene incontro alle esigenze di molte famiglie che vivono un difficile momento dal punto di vista economico.

Leggi altri articoli in Ecologia

Lascia un commento

23 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. cataneo felice

    7 dicembre 2012 at 21:42

    è sicuramente un provvedimento lungimirante,ma perchè solo a chi immatricolerà la macchina e non a chi è da sempre un metanista ? Siamo forse figli …….noi che abbiamo la macchina a metano da sempre. Cosa significa per noi,è forse una punizione?

  2. eupremio

    23 dicembre 2012 at 11:52

    io è una vita che cammino a gpl con tt le auto ke ho avuto quindi noi siamo figli di nessuno ke dobbiamo pagare il bollo. ci dovrebbe essere anke x noi l’esenzione nn kredete

  3. frank

    31 dicembre 2012 at 21:49

    vergognatevi, siete solo i soliti che favorite e incentivate le vendite di nuove auto, perchè il mercato dell’auto va male e così ci perdono molto le case costruttrici. e noi che l’auto la abbiamo a gpl o metano immatricolata poco prima o qualche anno prima del 2013 siamo dei fessi o persone che inquinano l’ambiente ogni volta che prendono la macchina. VERGOGNA, VERGOGNATEVI

    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA

  4. paolo

    9 gennaio 2013 at 12:48

    bene sono un metanista da sempre, incentivi di questo genere fanno bene a tutti.
    è un buon inizio speriamo si duri nel tempo, felicissimo di questa inizia

  5. stefano

    12 gennaio 2013 at 16:16

    vergogna …sonoi passato al metano a settembre 2012 e non posso usufrire di tale agevolazione..oppure chi da sempre a avuto il metano o gpl…e chi ha comprato un auto nuova a metano nel 2012?…..altro che complimenti alla regione puglia…il solito schifo di discriminazione….vergonaaaaa

  6. Maurizio

    16 gennaio 2013 at 20:43

    Ovviamente mi associo a tutti i contestatori e aggiungo che l’Italia è ormai un Paese che va lasciatoooooooo!!!!!

  7. mauro

    22 gennaio 2013 at 12:43

    E’ una vita che vado a gpl dal 1996 quindi mi sento escluso da questo trattamento che agevola i nuovi acquirenti.Non e’ giusto. Bisogna che rettifichiate il tutto

  8. Nicola Devivo

    22 gennaio 2013 at 13:04

    Buongiorno, chiedo scusa se vi importuno ma volevo porvi un quesito.
    Ho acquistato un’autovettura nuova a benzina immatricolata l’8 gennaio 2013 che ho ritirato dal concessionario locale alcuni giorni dopo in quanto mi hanno installato l’impianto GPL. Successivamente mi sono recato all’uffico ACI del Comune dove risideo (Molfetta) per portarli a conoscenza che la mia autovettura è stata convertita a GPL, al fine di poter usufruire dell’esenzione del pagamento del bollo per 5 anni così come previsto dalla legge regionale del dicembre 2012. A tale affermazione l’impiegato dell’ufficio ACI mi ha sottolineato che l’esenzione è indirizzata solo a quelle autovetture che nascono ibride, cioè che vengono prodotte dalla casa costruttrice già con impianto ad energia alternativa. Il mio quesito è (CHIEDO SCUSA), se la legge regionale mira a ridurre l’emissione di agenti inquinanti, incentivando chi decide di trasformare la propria autovetture nuova ad energia verde perchè non può usufruire di tale beneficio? che differenza vi è tra auto ibride sfornate dalle case costruttrici con impianto di combustione a basso impatto ambientale e la mia convertira a GPL immediatamente dopo?
    Cortesemente sareste così gentili da aiutarmi a capire come mi devo comportare? Grazie infinitamente per il tempo che mi dedicherete…. Nicola

  9. Lorenzo V. E. Bellini

    22 gennaio 2013 at 15:56

    Caro Nicola, questa purtroppo è una domanda che andrebbe fatta a qualcuno che sia “un po’ più in alto” di noi. Purtroppo le scelte delle amministrazioni, per quanto lodevoli come questa, non sempre sono complete.

  10. luigi

    24 gennaio 2013 at 08:10

    ho comprato una macchina a gpl nuova.e stata immatricolata il 28 novembre 2012.
    anche io saro escluso da questa esenzione di bollo.?….mi sembra una cosa scandalosa…..

  11. aldo

    28 gennaio 2013 at 00:22

    come al solito io ci ho creduto prima a non inquinare e prendermi tre anni fa una bifuel,fregato perché per poter vendere le macchine le case automobilistiche hanno messo la pulce nell’orecchio alle autorità pur di vendere macchine,non giustalmete sono un esodato da gpl.e metano,evviva chi aquista le nuove macchine.

  12. Felice Lafabiana

    29 gennaio 2013 at 17:20

    ho acquistato ed immatricolato una nuova panda alimentata a benzina-metano, in data 19 Dicembre 2012 e devo ancora pagare il bollo. posso anch’io usufruire dell’esenzione del bollo per 5 anni?
    Di questa novità il concessionario Fiat non mi aveva fatto alcun accenno. Com’è possibile?

  13. gaetano

    31 gennaio 2013 at 21:05

    la nuova legge, a favore delle auto alimentate o trasformate in gpl o metano, con decorrenza 1 gennaio 2013,che concede un esenzione per 5 anni,del pagamento del bollo, è altamente discriminatorio in quanto io per la fattispecie sono un metanista convinto a partire dal 2002.Per cui nn ammetto che la legge di cui sopra, nn sia retroattiva.

  14. Giuseppe

    1 febbraio 2013 at 19:11

    salve a tutti, premetto col dire che sono un metanista da gennaio 2006, comunque il 28 gennaio 2013 ho acquistato un’auto usata a benzina che a breve convertiro’ a metano. Mi chiedo, visto cosa è riportato nell’articolo sopra indicato, avrò diritto alle previste agevolazioni sul bollo auto?
    ringrazio in anticipo tutti coloro che mi forniranno delle risposte.

  15. roberto

    3 febbraio 2013 at 18:24

    Le autovetture e gli autoveicoli ad uso promiscuo omologati per la circolazione esclusivamente con alimentazione a GPL o gas metano, purché conformi alle direttive CEE in materia di emissioni inquinanti, sono soggetti al pagamento di un quarto della tassa automobilistica prevista per i corrispondenti veicoli a benzina.

    Nella Regione Puglia i veicoli nuovi appartenenti alle categorie M1 ed N1 con alimentazione esclusiva a metano ed esclusiva a gpl, oppure dotati fin dall’origine di alimentazione doppia a benzina/GPL o a benzina/metano, immatricolati dal 1° gennaio 2013, godono dell’esenzione temporanea per il primo periodo fisso di cui al DM 462/1998 e per le cinque annualità successive.

    Decorso il periodo di esenzione, i veicoli con alimentazione esclusiva a metano o a gpl, devono corrispondere la tassa automobilistica ridotta del 75%, mentre per quelli con alimentazione doppia la tassa automobilistica deve essere corrisposta per intero.

    Ragazzi io ho aquistato una punto nuova gpl immatricolata il 21/12/12 e noi non rientriamo nell’esenzione dei 5 anni…… ma quello che è scritto prima dell’esenzione del 2013 riguarda l’esenzione del 2012… Sono andato all’ aci per chiedere il pagamento di 1/4 del bollo come scritto nella legge e mi hanno detto che la makkina deve essere solo a gpl o metano a guida esclusiva……. allora gli ho tisopta che una makkina cosi non esiste perche’ altrimenti come ci sarebbe l’accensione dellamakkina senza la doppia alimentazione?????? sapere come mi hanno risposto???? che quella lehhe è stata fatta per un auto che devono inventare…….. assurdo…dopo questa risposta gli ho detto che non paghero’ il bollo x intero e mi rivolgereo al codacons…. se anche voi avete avuto questi problemi non pagate….

  16. Luigi

    28 maggio 2013 at 20:20

    Ottima iniziativa della Puglia, infatti è anche per questo motivo che ho acquistato un’auto a metano km0 nel 2013. Sono iniziative che andrebbero premiate. La Puglia è sempre leader nel discorso ambientale (Taranto a parte).

  17. Antony D

    26 settembre 2013 at 19:21

    A metano ci dovrei fare una bomba! Ma per farvi esplodere!

  18. michele saracino

    4 aprile 2014 at 15:56

    un auto immatricolata il 30 novembre 2011 é esente dal pagamento del bollo per cinque anni? Michele Saracino.

  19. pippiniello

    29 aprile 2014 at 20:44

    bella fregatura per chi ha acquistato un’auto nel 2012 e convertita a gpl nel 2013. a me i cogxxxni che hanno montato l’impianto hanno detto “non pagherai il bollo per i prossimi 5 anni”. Ignoranti e incompetenti.

  20. Nicola

    13 novembre 2014 at 00:23

    Chiedo veemente informazioni. Vorrei acquistare un auto nuova a benzina posso essere esentato dal bollo auto se questa viene trasformata a gpl da un officina esterna che non sia per forza la casa costruttrice dell’auto?

  21. Giuseppe

    24 gennaio 2015 at 16:58

    Il 22 gennaio 2015 mi sono recato presso la concessionaria per il ritiro dell’auto Ford C-Max 1.6 GPL.
    Subito dopo la consegna dei documenti la segretaria mi ha riferito (con mia sorpresa perché non conoscevo questa legge regionale) che per i prossimi 5 anni avrei usufruito dell’esenzione bollo.
    La cosa mi ha fatto molto piacere ed effettivamente è così come è indicato nell’articolo 5 della Legge Regionale n. 45 del 28 dicembre 2012,
    “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2013
    e bilancio pluriennale 2013-2015 della Regione Puglia”

    qui si può scaricare la legge regionale che fa riferimento all’esenzione bollo per 5 anni:
    http://www2.consiglio.puglia.it/GISS9/9SagArchivio.nsf/(InLinea)/L.r.-132-IX/$File/LR%2046.2012.pdf?OpenElement

  22. Giuseppe

    24 gennaio 2015 at 17:00

  23. Maria

    16 gennaio 2016 at 15:48

    Scusate, volevo sapere per chi acqista un’auto benzina/metano nel 2016 gode ancora di questa agevolazione per i successivi 5 anni?
    Grazie.

Articoli correlati

Guide e utilità

Come fare il pieno di GPL

E' possibile il rifornimento in modalità self-service?
In Italia le vendite di auto a gpl vanno abbastanza bene rispetto, ad esempio, ai modelli elettrici. Ma come si