Mercedes Classe E BlueTEC Hybrid, primo contatto all’Autodromo di Modena

Ibrida diesel da 204 CV con motorino da 20 kW

di

Mercedes Classe E BlueTEC Hybrid - Abbiamo provato all'Autodromo di Modena la nuova ibrida diesel della Stella di Stoccarda, che promette bassi consumi ed emissioni contenute mantenendo prestazioni e classe degne del marchio

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Mercedes Classe E BlueTEC Hybrid, primo contatto all’Autodromo di Modena

Le motorizzazioni ibride sono sempre più le prescelte dei grandi produttori internazionali. Ne è una conferma la nuova Mercedes Classe E BlueTEC Hybrid, che ha scelto uno scenario molto particolare per mostrare le sue caratteristiche e le sue prestazioni: l’Autodromo di Modena. Da un anno esatto, infatti, la pista modenese è divenuta il cuore di un progetto ecologico in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con altri attori molto importanti del settore come Lamborghini. L’obiettivo è quello di trasformare il circuito in un vero e proprio “autodromo ad emissioni compensate”, attraverso l’organizzazione di importanti eventi sulle sue curve anche con veicoli non a motore (ciclismo, podismo, handbike, roller, ecc.) oppure con manifestazioni le cui protagoniste siano auto a basse (se non zero) emissioni.

La Mercedes Classe E BlueTEC Hybrid si inserisce incredibilmente in questo scenario. La casa di Stoccarda ha infatti voluto sottolineare come anche questa nuova generazione di una delle sue gamme più sofisticate potesse essere parca sia nei consumi che nelle emissioni nocive di CO2. Merito in grandissima parte (ma non solo) del diesel a quattro cilindri biturbo da 2.100 cc montato sulla vettura, capace da solo di sviluppare una potenza massima di ben 204 CV e un valore di coppia massimo di 500 Nm. Se a tutto questo aggiungiamo il motore elettrico da 20 kW con 250 Nm d coppia, allora possiamo ben capire come la Classe E si proponga in maniera prepotente nel campo delle vetture ibride di livello premium. I risultati ufficiali diffusi da Stoccarda sono effettivamente notevoli: i consumi di assestano su una media nel ciclo combinato di 4,1 litri/100 km, mentre le emissioni di CO2 sono di appena 107 g/km. Un risultato notevole se si considerano le dimensioni della vettura (disponibile sia in versione berlina che station wagon). Come dicevamo, però, le prestazioni della Classe E Hybrid non sono merito unicamente del suo motore, ma anche di tutta la sua struttura e della tecnica costruttiva, partendo dalle nuove tecnologie modulari (che permetteranno ben presto l’installazione della meccanica ibrida anche su altre vetture finora insospettabili).

Le armi a disposizione della tecnologia BlueTEC Hybrid sono molteplici. Innanzitutto l’unico cambio a disposizione è l’automatico 7G-Tronic Plus, che consente di diminuire in maniera significativa lo spazio occupato sulla struttura. A questo occorre aggiungere la scelta di eliminare il convertitore di coppia a favore di un più avanzato sistema a frizioni compatto. Il risultato è un alleggerimento di circa 100 kg sul peso generale dell’auto e un aumento progressivo dello spazio che è stato poi utilizzato per l’installazione del motorino elettrico. Ultimi tocchi ecologici sono stati l’immancabile Start&Stop, l’ottimizzazione degli ingranaggi, della pompa del carburante, dell’alternatore e della cinghia di trasmissione, e infine un nuovo compressore A/C Inverter. Tutti questi elementi hanno permesso di ottenere i risultati di cui sopra, capaci di garantire un’autonomia fino a 24 km/litro (ovviamente questo risultato è influenzato come sempre dallo stile di guida individuale). Secondo i calcoli di Mercedes, la Classe E dotata di questa unità consente di risparmiare fino a 400 litri di gasolio in un anno (media di 30.000 km percorsi), pari ad un risparmio di circa 8.000 € in quattro anni.

Naturalmente questi sono i dati ufficiali, che speriamo di poter presto verificare durante una prova su strada. È un fatto, però, che il motore della Classe E ibrida consente di approfittare di numerose “feature” senza dubbio in grado di abbassare i consumi in maniera sensibile. Ci riferiamo ad esempio alla modalità sailing, che consente entro una velocità di 110 km/h di lasciare l’acceleratore e spegnere in questo modo il motore a combustione, lasciando che sia solamente l’elettrico a mantenere costante la velocità fino al momento di ricaricare la batteria agli ioni di litio. Un sistema che consente di portare al minimo i giri e, di conseguenza, abbattere i consumi generali. Abbiamo avuto l’opportunità di provare questa nuova caratteristica durante la Press ecoRace, una sfida tra testate giornalistiche del settore auto che ha previsto una giornata a bordo proprio della Classe E BluTECH Hybrid all’Autodromo di Modena. Con la modalità ECO inserita, è stato possibile far registrare al computer di bordo consumi medi fino a 5,5 litri/100 km effettivi. Si tratta di una prova sulla breve distanza, che comunque attesta la bontà del sistema al di là dei dati ufficiali di Mercedes.

A tutto questo va ovviamente aggiunto il fatto che la Classe E BlueTEC Hybrid sia, al di là di tutto, una vettura di altissimo profilo. In Italia il suo prezzo parte da una base di 53.090 € chiavi in mano ed è disponibile in tre allestimenti: Executive, Sport e Premium.

28th novembre, 2013

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Video
Loading the player ...

Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini