TomTom Go 5100, con la SIM integrata è tutta un’altra cosa [RECENSIONE]

Prezzo impegnativo, ma qualità da top di gamma

Abbiamo provato il TomTom Go 5100, uno dei prodotti di punta della compagnia olandese. Alla fine ci siamo trovati in mano un navigatore sicuramente impegnativo, ma con una qualità tale da riuscire a tenere testa alle sempre più diffuse app per smartphone e tablet

TomTom Go 5100 – Dopo aver provato decine di auto e numerosissimi navigatori satellitari dalla natura più varia, siamo giunti ad una conclusione, che pensiamo trovi tutti d’accordo: senza un efficace sistema di previsione del traffico, qualsiasi assistente alla guida diventa non inutile, ma sicuramente monco. Provate in un momento di grande movimento ad andare in centro. Qualsiasi sistema senza previsione del traffico vi farà fare la via principale, quasi sicuramente la più intasata di tutte. Ecco perché il TomTom Go 5100 diventa uno degli apparecchi più interessanti in dotazione alla “scuderia” olandese. Per un prezzo di circa 300 €, infatti, offre non solo le mappe di tutta l’Europa occidentale, ma anche la previsione del traffico a vita (e gli autovelox) su tutte queste strade.

Basterebbe già solo questo a farci alzare il pollice davanti all’apparecchio. La SIM Card integrata ci dà inoltre accesso ad una serie di servizi di ricerca di punti di interesse che in altre occasioni non avremmo avuto a disposizione, a meno di non collegare il nostro smartphone in modalità “hotspot” (con conseguente prosciugamento del piano tariffario e della batteria dello stesso). Certo, il prezzo a cui accennavamo non è pochissimo per un dispositivo che, nell’era degli smartphone, funziona solo come GPS. Le sue caratteristiche, però, lo rendono comunque un acquisto particolarmente azzeccato, anche per la salute stessa del nostro telefono e della sua carica.

Parliamo prima delle sue caratteristiche di base: il TomTom Go 5100 è dotato di un display touchscreen con diagonale da 5 pollici e una risoluzione da 480×272 pixel con rapporto da 16:9. Ha un peso relativamente contenuto viste le sue dimensioni, intorno ai 235 grammi. Pesa decisamente più di uno smartphone, per cui non avere una borsa a disposizione (magari quella del computer) potrebbe essere un problema. Nella scatola è presente il supporto con ventosa (molto buona la presa, semplice l’aggancio e facile la calibrazione del braccetto) e il cavo per la presa da 12 V. La prima cosa che notiamo iniziando ad usare l’apparecchio è la risposta dello schermo. Differentemente da altri apparecchi provati in passato, il display del Go 5100 è molto reattivo e facile da usare. L’esperienza utente è molto vicina a quella di uno smartphone, pur non essendo ancora paragonabile. Grazie allo speciale trattamento anti-riflesso, comunque, la visibilità dello schermo rimane quasi sempre di ottima qualità (chi vi scrive deve tenere gli occhiali da sole graduati, che spesso anche con apparecchi costosi rendono le indicazioni quasi invisibili con la luce del sole diretta). Infine l’apparecchio può godere della qualità del software della TomTom, che nel suo campo rimane certamente uno dei migliori a disposizione, soprattutto con la SIM integrata con il già citato abbonamento “a vita” a TomTom Traffic. Inoltre sono presenti diverse chicche interessanti, come ad esempio il calcolo della velocità media durante il passaggio tra due varchi del sistema Tutor in autostrada, quanto mai utile per evitare spiacevoli multe. Se a questo aggiungete le varie app per la gestione di percorsi e opzioni da smartphone e computer, allora avrete davanti un quadro senza dubbio positivo.

Insomma, un ottimo apparecchio, anche se non certo privo di difetti. L’interfaccia utente è moderatamente intuitiva, anche se ogni tanto alcune scelte grafiche, come ad esempio la visualizzazione dell’elenco delle vie durante la digitazione, non ci sono sembrate ottimali. Il riconoscimento vocale, inoltre, è discretamente buono, ma poco flessibile. Dopo qualche prova fatta per testare la funzionalità, ci siamo arresi davanti all’evidenza che digitare indirizzi e destinazioni rimanga comunque la scelta più pratica. Infine gli aggiornamenti delle mappe, per quanto frequenti, ancora non raggiungono la rapidità e l’efficienza di alcuni sistemi molto popolari per smartphone e tablet.

Nonostante questi problemi appena citati, il TomTom Go 5100 è un ottimo navigatore GPS. Forse leggermente caro, ma permette di godere di alcuni vantaggi innegabili rispetto agli smartphone. Prima di tutto la previsione del traffico gratuita e senza il consumo del piano dati del nostro cellulare, senza dimenticare la non scontata presenza in locale delle mappe, che su smartphone è spesso assente (Waze) o poco intuitiva e comunque da preparare in precedenza (Google Maps). Utilizzando un navigatore dedicato, inoltre, non terremmo sempre sotto tensione o in via di scaricamento la batteria del cellulare, allungandone sensibilmente la vita media. In conclusione, si tratta di un apparecchio dall’indubbia utilità, che nonostante un prezzo leggermente impegnativo restituisce una qualità di assoluto livello. Grazie anche alla buona qualità della ricezione del segnale sia GPS che cellulare, rappresenta un’ottima scelta per i viaggi più lunghi, soprattutto verso l’estero dove i nostri cellulari potrebbero rimanere isolati dal Web.

Il TomTom Go 5100 è disponibile al prezzo di 299,95 €.

Leggi altri articoli in Navigatori GPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati