Saab collabora con Dongfeng per lo sviluppo di un’auto elettrica

Si parla di un primo investimento pari a 1,2 miliardi di yuan

Il consorzio cinese National Electric Vehicle Sweden (Nevs) produrrà un veicolo elettrico grazie alla cooperazione fatta nascere con Dongfeng, il terzo più grande produttore di veicoli in Cina. L'accordo tra Saab e Dongfeng permetterà alla società cinese di vendere le auto del marchio attraverso la rete di concessionari Nevs in Europa e negli Stati Uniti
Saab collabora con Dongfeng per lo sviluppo di un’auto elettrica

Saab – Saab coopererà con la cinese Dongfeng per lo sviluppo di un’auto elettrica. L’annuncio arriva dal consorzio cinese National Electric Vehicle Sweden (Nevs), proprietario di Saab dal 2012.

Secondo il consorzio cinese National Electric Vehicle Sweden ed il suo Ceo Mattias Bergman, la cooperazione con Dongfeng contribuirà “a creare sinergie industriali, a condividere i costi di sviluppo ed ad espandere la base dei fornitori“. Dongfeng è il terzo più grande produttore di veicoli in Cina, è di proprietà statale ed ha già avviato una partnership con Honda e Kia. L’anno scorso ha acquistato una partecipazione del 14 per cento in PSA Peugeot Citroën, mentre la produzione nello stabilimento Nevs a Trollhattan è ferma da maggio 2014 e, nel dicembre 2011, Saab ha presentato istanza di fallimento ed è stata venduta a Nevs nel giugno 2012. All’inizio di quest’anno Nevs è uscita dalla protezione di fallimento dopo aver ottenuto una svalutazione di 300 milioni di corone (circa 34 milioni di dollari) di debiti verso i fornitori.

L’accordo tra Saab e Dongfeng permetterà, invece, alla società cinese di vendere le auto del marchio attraverso la rete di concessionari Nevs in Europa e negli Stati Uniti, soddisfando così i requisiti legali e tecnici richiesti dal mercato europeo. Per ora non si conoscono i termini finanziari dell’operazione. La cooperazione è un altro passo in avanti per Nevs dopo i problemi finanziari che hanno portato ad interrompere la produzione di vetture Saab in Svezia l’anno scorso e consentirà, inoltre, al consorzio cinese di attingere dalla massiccia rete di fornitori di Dongfeng.

Nevs ha annunciato nel mese di giugno di aver aperto una fabbrica con una capacità potenziale di 200.000 vetture, nonché un centro di ricerca e sviluppo, con due partner cinesi impegnandosi a investire 1,2 miliardi di yuan, molti dei quali saranno appunto destinati ad un progetto si concentrerà in particolare sui “nuovi veicoli di energia”, un termine cinese per definire i veicoli elettrici e altamente elettrificati.

Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Michael 1963

    10 marzo 2017 at 21:52

    Peccato che la gloriosa Saab abbia fatto una misera fine! Avrebbe meritato ben altra sorte. E di questo ringraziamo gli americani della General Motor.

Articoli correlati