RC auto, addio all’obbligo di esposizione del tagliando di assicurazione

Misura in vigore dal 18 ottobre 2015

Abolizione tagliando cartaceo assicurazione RC Auto - Da domenica prossima gli automobilisti non saranno più obbligati a esporre sul parabrezza il tagliando cartaceo dell'assicurazione RC auto. I controlli saranno più capillari attraverso la banca dati centralizzata della Motorizzazione. Resta l'obbligo di conservare in auto il certificato di assicurazione.
RC auto, addio all’obbligo di esposizione del tagliando di assicurazione

Gli automobilisti avranno a che fare sempre con meno carta e con più documenti digitali. Così dopo la “dematerializzazione” del certificato di proprietà adesso tocca al tagliando cartaceo dell’assicurazione RC auto. Da domenica 18 ottobre 2015 non sarà più obbligatorio esporre il tagliando sul parabrezza. Per effettuare i controlli relativi alle assicurazioni in regola sarà attivata a pieno regime la banca dati centralizzata della Motorizzazione, dove sono raccolti tutti i numeri di targa dei veicoli assicurati, prontamente comunicati dalle compagnie assicurative.

In ogni caso per adesso non è prevista la possibilità di comminare multe e sanzioni attraverso l’esclusivo ricorso alla banca dati automatizzata. Dunque per il momento per poter sanzionare una trasgressione relativa all’assicurazione non in regola sarà necessario che questa venga rilevata “di persona” da una pattuglia delle forze dell’ordine. In ogni gli organi di controllo sin da subito avranno uno strumento molto più efficace e capillare per controllare un gran numero di vettura, scovando più facilmente coloro che circolano senza assicurazione o con l’assicurazione scaduta.

L’automobilista dovrà comunque portare obbligatoriamente in auto il certificato di assicurazione, controprova materiale necessaria in caso di mancato aggiornamento dei dati del sistema della Motorizzazione. Con l’operazione di digitalizzazione del tagliando dell’assicurazione RC auto, oltre ad un risparmio stimato in un centinaio di milioni di euro, si agisce in contrasto al fenomeno della falsificazione dei tagliandi assicurativi che in Italia coinvolge milioni di veicoli.

Leggi altri articoli in Assicurazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati