Maserati Ghibli MY 2017: lusso dal cuore hi-tech [VIDEO TEST DRIVE IN ANTEPRIMA]

Look confermato, tecnologia aumentata

di

Maserati è sempre stato sinonimo di stile e sportività. La Ghibli non ha mai tradito questa filosofia in 50 anni di storia e ora, con l'arrivo del Model Year 2017, ci troviamo davanti ad una vettura non solo piena di stile e potenza, ma anche di tecnologia all'avanguardia. Così ci siamo messi alla guida e lungo le strade di Montecarlo siamo andati alla scoperta di questa eccezionale vettura di lusso

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Maserati Ghibli MY 2017: lusso dal cuore hi-tech [VIDEO TEST DRIVE IN ANTEPRIMA]
Maserati Ghibli MY 2017

Provate a immaginare di girare per Montecarlo e la Costa Azzurra a bordo di una Maserati nuova di zecca. Ricca non solo di potenza e stile, ma anche di tecnologia. Tutto questo lo abbiamo trovato nell’ultimo facelift della Ghibli, che si è proprio presentata in anteprima nel Principato monegasco in tutte le sue incarnazioni, dalla sempre apprezzata versione con motore diesel fino alla superlativa SQ4, un vero e proprio bolide da 410 CV e trazione integrale che rappresenta in assoluto la versione più potente dell’intera gamma. Sulle strade del sud della Francia abbiamo avuto il nostro primo assaggio di una vettura che tiene in alto il nome di Maserati, garantendo prestazioni e potenza, ma senza diventare esagerati e mantenendo sempre e comunque una certa eleganza e stile.

La storia della Maserati Ghibli è iniziata nel 1966 con il primo modello, mentre il legame con Montecarlo risale addirittura al ’56, quando Stirling Moss portò alla vittoria il Tridente nel Gran Premio del Principato, ancora oggi uno dei più prestigiosi del mondo. Dal Casinò nel centro della città ci siamo messi al volante della Ghibli, salutando l’antenata che si è fatta vedere per bottare a battesimo questo facelift. Non stiamo infatti parlando di una nuova generazione, bensì di un aggiornamento. Non per questo, però, l’auto è meno interessante. Anzi, confermato lo stile estetico della vettura, inconfondibilmente Maserati e non solo per l’enorme tridente della griglia, i tecnici modenesi si sono concentrati soprattutto sulla sua struttura e sulla tecnologia equipaggiata a bordo. Se l’aspetto esterno è rimasto quasi invariato, la sua anima è stata invece pesantemente aggiornata. Il peso, infatti, è stato sensibilmente diminuito grazie all’ampio utilizzo di alluminio di diversi gradi di resistenza lungo tutto lo chassis, rendendo anche la vettura più rigida. A questo dobbiamo aggiungere anche il lavoro fatto sulle sospensioni, a quadrilatero sul frontale e multilink sul posteriore. Questo si è tradotto in un’ancora maggiore rigidità e piacere di guida. Il peso della vettura è stato bilanciato in modo da raggiungere un perfetto equilibrio centrale, esaltato ancora di più quando abbiamo a che fare con la versione Q4, ovvero a trazione integrale. Il sistema elettronico si occupa della gestione della coppia motrice, che parte di base da un assale con un rapporto di 0:100 fino alle quattro ruote motrici pure con il 50:50 di coppia.

SONY DSC

Sia chiaro, non stiamo parlando di una vettura da portare in fuoristrada, se mai ci fosse qualche dubbio. La trazione integrale Q4, però, in questo particolare caso si dimostra davvero efficace per esaltare le doti sportive della vettura. Quando siamo saliti al volante della SQ4 da 410 CV abbiamo provato ad affrontare qualche curva in maniera più spinta del necessario, per quanto naturalmente sulla strada pubblica non abbiamo potuto portare al limite le caratteristiche della Ghibli. Il volante preciso e le gomme letteralmente ancorate sull’asfalto hanno garantito un’esperienza di guida davvero eccezionale, con la sicurezza di avere il pieno controllo della vettura. La Ghibli diesel, naturalmente, è sensibilmente meno estrema e non solo per la potenza di 275 CV, comunque notevole. È una vettura decisamente più vicina al concetto di auto di rappresentanza, quindi molto piacevole, comoda e dotata di molti degli ultimi ritrovati della tecnologia. Rispetto al passato, infatti, la Ghibli può ora contare su chicche come il cruise control adattivo, onestamente l’unico modo per rendere questo congegno davvero utilizzabile senza grattacapi. A questo aggiungiamo il controllo della distanza e della corsia, completati naturalmente dalla frenata di emergenza. Sono disponibili quattro modalità di guida: Normale, Sport in due modalità (sospensioni e motore) e infine la I.C.E. (Increased Control & Efficiency), che in pratica unisce le due precedenti modalità sportive in una.

SONY DSC

Una comodità eguagliata solamente dai materiali che compongono l’abitacolo, di alta qualità e davvero difficili da descrivere. Vi rimandiamo naturalmente alle foto della nostra galleria dal vivo, immagini che valgono da sole mille parole. Puntiamo l’attenzione però sul sistema di infotainment, che ora si ritrova un software totalmente aggiornato e costruito in modo da essere molto vicino a come utilizziamo i nostri tablet. Parliamo quindi di pagine multiple navigabili con un semplice “swipe” del dito e un dock personalizzabile nella zona bassa dello schermo sul quale apporre le funzioni che usiamo più di frequente. Intelligentemente, tra l’altro, Maserati ha comunque deciso di mantenere un doppio pomello di controllo subito sotto al cambio, rendendo così semplice intervenire sul sistema anche durante la marcia, quando l’uso del touchscreen richiederebbe una concentrazione tale da distrarre il guidatore dalla strada.

SONY DSC

Come detto in precedenze, la zona meno toccata da questo facelift è stata quella esterna, ma è comunque possibile acquistare dei nuovi pacchetti di espansione, tra cui l’interessantissimo Carbon Pack. Questo come potete intuire dona quel pizzico di aggressività sportiva in più alla vettura, senza tuttavia turbarne l’indole elegante e di classe. Parliamo delle calotte degli specchietti, delle maniglie delle portiere e dei montanti centrali, tutti ricoperti in fibra di carbonio. Il tutto completato con un sempre apprezzatissimo spoiler posteriore.

Chiudiamo infine con il prezzo, che si inserisce perfettamente nelle medie di segmento, con in più però tutto il fascino del Tridente di Modena. Per la Ghibli diesel si parte da 68.803 € IVA inclusa, mentre la versione benzina parte da 72.084 €. Le versioni top, invece, partono da 85.105 € per la Ghibli S e, infine, da 88.180 € per la top di gamma, la Ghibli SQ4 a trazione integrale.

24th settembre, 2016

Tag:, , , , , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Maserati Ghibli: Tutte le notizie


Lascia un commento





Video - Iscriviti al Canale
Quiz Patente

Quiz Patente

In questa sezione trovi schede casuali e sempre aggiornate per allenarti nel migliore dei modi e arrivare preparato all'esame.

Quiz Patente per Argomento

Sono disponibili tutte le domande che possono essere inserite nella prova di esame di teoria della Patente B.

driving simulation center
DrivingItalia
Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini