Land Rover e la Croce Rossa Austriaca danno vita a Project Hero

Una nuova Discovery porta-droni aiuterà nelle operazioni di soccorso

Project Hero - Questo è l'ultimo progetto nel corso dei 64 anni di collaborazione tra Land Rover e la Croce Rossa Austriaca. Una Discovery modificata apposta per l'occasione, sarà equipaggiata con un performante drone sul tetto, capace di volare e atterrare anche in movimento per supportare le operazioni di soccorso, offrendo una visuale completa nelle situazioni più delicate.
Land Rover e la Croce Rossa Austriaca danno vita a Project Hero

La sezione Special Vehicle Operations (SVO) di Jaguar Land Rover ha realizzato una versione speciale della Land Rover Discovery per la Croce Rossa austriaca. Project Hero è stato presentato per la prima volta oggi, alla stampa mondiale al Ginevra Motor Show.

Grazie alla collaborazione con la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC), questo veicolo sarà uno strumento di comunicazione avanzata con il quale si potranno ridurre i tempi di risposta alle varie calamità, potendo salvare così un maggior numero di vite. Questo non è che l’ennesimo progetto che Land Rover condivide con il corpo di soccorso austriaco, potendo vantare la bellezza di oltre 120 automezzi forniti per interventi in ogni parte del mondo.

La presenza del drone renderà più agevole raggiungere le zone impervie e colpite dalle calamità naturali, così da poter ottenere immagini in tempo reale in totale sicurezza. In caso di frane, valanghe o alluvioni, spesso le mappe cartacee e digitali perdono di ogni valenza per via delle mutazioni che il territorio subisce. Grazie a questo mezzo sarà possibile capire in diretta cosa sta accadendo e come poter agire nella maniera più efficiente e rapida.

La nuova Discovery è equipaggiata con il motore TD6 da 3.0 litri, ed è stata modificata per l’occasione offrendo valide soluzioni utili per le mansioni alle quale sarà destinata. Possiamo notare un impianto di illuminazione maggiorato per poter offrire maggiore visibilità, con la presenza di un pianale posteriore per aumentare le superfici di carico e un sistema di ricezione radio di ultima generazione.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati