Muoversi per il Mondo: La mobilità del futuro la insegna Michelin

Da dieci anni l'azienda di pneumatici entra nelle scuole di tutta Italia

Un progetto didattico di successo, dedicato ai ragazzi dai 6 ai 19 anni, per parlare agli studenti di sicurezza stradale, ambiente e mobilità sostenibile
Muoversi per il Mondo: La mobilità del futuro la insegna Michelin

Un progetto importante, dedicato alle generazioni future, che le coinvolga fin dalla scuola primaria. Da dieci anni è Michelin a portare sui banchi di tutta Italia il tema della sicurezza stradale e della mobilità sostenibile, grazie a un impegno interdisciplinare che finora ha visto partecipare oltre 18.000 istituti, pari a più del 50% delle scuole italiane, e circa 1.500.000 persone.

Il progetto didattico Muoversi per il Mondo abbraccia gli studenti dai 6 ai 19 anni, con la partecipazione attiva degli insegnanti e anche quella, altrettanto fondamentale, delle famiglie.

Il gruppo francese da oltre un secolo lavora sulla sicurezza del pneumatico e sulla riduzione delle emissioni di CO2, con un investimento annuo di 700 milioni di euro nel settore Ricerca e Sviluppo. L’impegno di Michelin non si traduce però solo nel puro prodotto ma anche in sevizi al viaggiatore, attraverso lo sviluppo di siti web, app, e la realizzazione di carte e guide specializzate. Il viaggio, prima di tutto, è al centro dell’universo Michelin.

Tutto ciò che interessa la mobilità si concretizza così in progetti e iniziative destinate a tutti i viaggiatori, anche quelli futuri. L’obiettivo primario è la promozione di un comportamento responsabile e la diffusione di una coscienza stradale fin dalla più tenera età.

Nel villaggio Michelin per la Sicurezza Stradale, per esempio, i bambini prendono un primo contatto con il codice della strada all’interno di un’area da percorrere in bicicletta e studiata a loro misura, dove possono inoltre cimentarsi con simulatori di guida, urto e ribaltamento, e occhiali a lenti distorcenti, in grado di riprodurre gli effetti visivi di chi è sotto l’effetto di alcool o droghe.

Il progetto Muoversi per il Mondo, che quest’anno vedrà coinvolte 2.200 classi tra scuole primarie e secondarie di secondo grado, mira a insegnare agli studenti a muoversi meglio, guardando alla mobilità sostenibile come un diritto e un’opportunità di crescita, culturale, sociale ed economica. Sono gli automobilisti del futuro che devono prepararsi a costruire una mobilità sempre più sostenibile. L’iniziativa targata Michelin è integrata nella normale programmazione ministeriale, dando così vita a una materia vera e propria, basata sull’interdisciplinarietà con le altre attività curriculari.

Il format, 100% made in Italy, prevede un coinvolgimento attivo dei ragazzi attraverso due grandi modalità di ingaggio: consapevolezza e ideazione. Per conferire ancora più serietà al progetto è prevista anche una prova educativa con premi alla classe vincitrice: una somma in denaro vincolata all’acquisto di materiale didattico, viaggi di istruzione o uscite didattiche, oltre a carte e guide Michelin. Creatività e innovazione vengono messe in gioco attraverso la realizzazione di video, diari di viaggio, scrapbook, interviste, progetti, graphic novel e plastici.

Il progetto Muoversi per il Mondo è erogato in maniera completamente gratuita e prevede la distribuzione di 2.200 kit, oltre a un coinvolgimento di 180.000 persone in più rispetto alle edizioni precedenti. All’interno del progetto sono previsti inoltre 8 School Day, dove l’evento clou è rappresentato dalla “Gimkana della mobilità”, con oltre 1.600 studenti partecipanti. Tra le otto scuole selezionate quest’anno, saranno presenti anche quelle dei Comuni terremotati di Amatrice, Norcia e Arquata del Tronto.

Agli automobilisti del futuro non resta che immaginarsi il mondo di domani. A chi possiede già gli strumenti per farlo, ascoltarli e offrirgliene uno migliore.

Leggi altri articoli in Circolazione stradale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Muoversi per il Mondo: La mobilità del futuro la insegna Michelin

Da dieci anni l'azienda di pneumatici entra nelle scuole di tutta Italia

di 13 marzo, 2017
Un progetto didattico di successo, dedicato ai ragazzi dai 6 ai 19 anni, per parlare agli studenti di sicurezza stradale, ambiente e mobilità sostenibile
Muoversi per il Mondo: La mobilità del futuro la insegna Michelin

Un progetto importante, dedicato alle generazioni future, che le coinvolga fin dalla scuola primaria. Da dieci anni è Michelin a portare sui banchi di tutta Italia il tema della sicurezza stradale e della mobilità sostenibile, grazie a un impegno interdisciplinare che finora ha visto partecipare oltre 18.000 istituti, pari a più del 50% delle scuole italiane, e circa 1.500.000 persone.

Il progetto didattico Muoversi per il Mondo abbraccia gli studenti dai 6 ai 19 anni, con la partecipazione attiva degli insegnanti e anche quella, altrettanto fondamentale, delle famiglie.

Il gruppo francese da oltre un secolo lavora sulla sicurezza del pneumatico e sulla riduzione delle emissioni di CO2, con un investimento annuo di 700 milioni di euro nel settore Ricerca e Sviluppo. L’impegno di Michelin non si traduce però solo nel puro prodotto ma anche in sevizi al viaggiatore, attraverso lo sviluppo di siti web, app, e la realizzazione di carte e guide specializzate. Il viaggio, prima di tutto, è al centro dell’universo Michelin.

Tutto ciò che interessa la mobilità si concretizza così in progetti e iniziative destinate a tutti i viaggiatori, anche quelli futuri. L’obiettivo primario è la promozione di un comportamento responsabile e la diffusione di una coscienza stradale fin dalla più tenera età.

Nel villaggio Michelin per la Sicurezza Stradale, per esempio, i bambini prendono un primo contatto con il codice della strada all’interno di un’area da percorrere in bicicletta e studiata a loro misura, dove possono inoltre cimentarsi con simulatori di guida, urto e ribaltamento, e occhiali a lenti distorcenti, in grado di riprodurre gli effetti visivi di chi è sotto l’effetto di alcool o droghe.

Il progetto Muoversi per il Mondo, che quest’anno vedrà coinvolte 2.200 classi tra scuole primarie e secondarie di secondo grado, mira a insegnare agli studenti a muoversi meglio, guardando alla mobilità sostenibile come un diritto e un’opportunità di crescita, culturale, sociale ed economica. Sono gli automobilisti del futuro che devono prepararsi a costruire una mobilità sempre più sostenibile. L’iniziativa targata Michelin è integrata nella normale programmazione ministeriale, dando così vita a una materia vera e propria, basata sull’interdisciplinarietà con le altre attività curriculari.

Il format, 100% made in Italy, prevede un coinvolgimento attivo dei ragazzi attraverso due grandi modalità di ingaggio: consapevolezza e ideazione. Per conferire ancora più serietà al progetto è prevista anche una prova educativa con premi alla classe vincitrice: una somma in denaro vincolata all’acquisto di materiale didattico, viaggi di istruzione o uscite didattiche, oltre a carte e guide Michelin. Creatività e innovazione vengono messe in gioco attraverso la realizzazione di video, diari di viaggio, scrapbook, interviste, progetti, graphic novel e plastici.

Il progetto Muoversi per il Mondo è erogato in maniera completamente gratuita e prevede la distribuzione di 2.200 kit, oltre a un coinvolgimento di 180.000 persone in più rispetto alle edizioni precedenti. All’interno del progetto sono previsti inoltre 8 School Day, dove l’evento clou è rappresentato dalla “Gimkana della mobilità”, con oltre 1.600 studenti partecipanti. Tra le otto scuole selezionate quest’anno, saranno presenti anche quelle dei Comuni terremotati di Amatrice, Norcia e Arquata del Tronto.

Agli automobilisti del futuro non resta che immaginarsi il mondo di domani. A chi possiede già gli strumenti per farlo, ascoltarli e offrirgliene uno migliore.

http://www.motorionline.com/2017/03/13/muoversi-per-il-mondo-la-mobilita-del-futuro-la-insegna-michelin/