Volvo: i motori diesel potrebbero scomparire già dal 2020

Lo rivela Håkan Samuelsson, CEO di Volvo

Volvo: i motori diesel potrebbero scomparire già dal 2020

Il futuro decennio sembra riservarci innumerevoli novità dal punto di vista automobilistico, segnando il 2020 come l’anno della svolta verso una mobilità più verde e pulita. Ormai buona parte delle case sta iniziando a prendere seriamente in esame la possibilità di convertire la quasi totalità della propria offerta verso l’alimentazione elettrica o solamente a benzina.

Volvo non è che una delle tante, tra cui Toyota e Nissan che ha intenzione di abbandonare in prima battuta la produzione di motori alimentati a gasolio, spostando gli sforzi verso lo sviluppo di propulsori meno inquinanti.

E’ un dato di fatto, e a rivelarlo è lo stesso Amministratore Delegato di Volvo, Håkan Samuelsson, il quale alla stampa di Ginevra esprime la sua convinzione riguardo ad un futuro privo di motori a gasolio. “Per riuscire ad ottenere risultati ottimali saremo costretti a sviluppare propulsori a gasolio capaci di emettere un NOx identico a quello dei motori a benzina. Ma ciò richiederebbe un investimento di ricerca esagerato, motivo per il quale pensiamo di abbandonare questa strada“.

Tuttavia fino al 2020 il motore diesel continuerà ad avere un’importanza cruciale, ma quando i motori ibridi o totalmente elettrici inizieranno ad abbassare i costi di produzione e sviluppo allora la scelta dei consumatori sarà inevitabile. Quando gli standard di emissioni scenderanno sotto i 95g/km sono sicuro che il motore diesel non sarà più implementabile“.

Volvo prevede di inserire il primo modello elettrico nel 2019, e entro il 2025 di offrire una gamma di veicoli solamente alimentati ad elettricità.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. stefano

    14 marzo 2017 at 00:57

    Ma perche’a produrre continuamente auto nuove non si inquina?

Articoli correlati