Audi RS 5 DTM: primi passi a Vallelunga per la versione aggiornata

Al volante Nico Muller, Jamie Green e Mattias Ekstrom

Audi RS 5 DTM - La versione aggiornata ha concluso la tre giorni di test sul circuito romano, percorrendo in totale 2.121 km con i tre piloti ufficiali, in attesa del debutto a Hockenheim nel weekend del 6-7 maggio.
Audi RS 5 DTM: primi passi a Vallelunga per la versione aggiornata

Dopo i test di febbraio in quel di Portimao (Portogallo), il DTM ha fatto tappa in Italia, più precisamente all’Autodromo di Vallelunga per una tre giorni di test. Audi, che la scorsa settimana al Salone di Ginevra ha presentato in anteprima mondiale la versione aggiornata della RS 5 DTM, ha colto l’occasione per portarla al battesimo sul tracciato romano.

A seguito del congelamento degli sviluppi (in vigore dal 1 marzo) la stagione 2017 presenta molteplici novità, tra cui la riduzione della downforce, l’aumento della potenza dei 4.0 V8 di 50 CV e lo step evolutivo dei pneumatici Hankook, fornitore ufficiale della serie. Tuttavia, con l’aumento dell’altezza da terra, i piloti saranno costretti a una gestione maggiore del mezzo.

Al volante della vettura, che sfoggia i nuovi stilemi dei Quattro Anelli, si sono alternati: Nico Muller, Jamie Green e Mattias Ekstrom, che in tre giorni hanno percorso in totale 2.121 km. “Un numero impressionante per una nuova auto”, ha commentato Ekstrom. “Abbiamo lavorato un pò su tutti i fronti: stint brevi, long run e simulazioni di qualifica, e configurazioni differenti del set-up”.

“Era importante per noi guidare la macchina in quest’ultimo test di sviluppo pre-stagionale, e di fare un uso ottimale dei pochi giorni di test a nostra disposizione nel DTM. Questo è il motivo per cui siamo molto felici di aver trovato condizioni meteo perfette a Vallelunga e di essere stati in grado di guidare per tre giorni, senza problemi degni di nota”, ha detto Dieter Gass, il capo di Audi Motorsport.

Il debutto è fissato per il weekend del 6-7 maggio a Hockenheim.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati