Mercedes C.A.S.E: il futuro dell’auto è sempre più connesso [VIDEO]

Come l'auto si trasforma in una Smartcar

di

Mercedes C.A.S.E. - Questo è l'acronimo che definisce il progetto di sviluppo tecnologico per la casa della stella, che si posiziona come pioniere per l'avvento del futuro a bordo dell'auto. Il progetto già in atto si caratterizza con una mobilità sempre più connessa, autonoma, condivisa (shared) e contaminata dalla trazione elettrica.

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Mercedes C.A.S.E: il futuro dell’auto è sempre più connesso [VIDEO]
Mercedes-Benz Classe E

In un mondo sempre più vorticoso e in fase di sviluppo, il campo automotive non può esimersi dal seguirne i passi, integrando tutte le funzionalità e le possibilità che le nuove tecnologie possono offrire. Mercedes ha scelto di puntare fortemente su questo aspetto, cercando di posizionarsi come leader nel suo settore, proponendo alcuni servizi e soluzioni che renderanno sempre più funzionale e totalizzante l’esperienza a bordo delle sue auto. L’intento è quello di riuscire a proiettare fin da ora i suoi clienti in quello che, in un futuro non troppo lontano, diventerà l’essenza dell’automobile: stiamo ovviamente parlando della connessione a 360 gradi.

Ospiti nella storica sede genovese di Novelli 1934, Eugenio Blasetti Press Relation Manager Mercedes-Benz Italia ci ha raccontato i cardini di questo progetto che viene definito con l’acronimo C.A.S.E. Analizzando la sigla al contrario, la E non può che riferirsi alla costante tendenza dell’alimentazione che sempre più di sta spostando verso l’elettrico. La penultima lettera suggerisce il verbo inglese “shared”, sottolineando l’interesse di Mercedes verso un mondo nel quale la condivisione di idee, oggetti, beni e servizi sta regnando sovrana. Ricordiamo infatti alcuni servizi direttamente sviluppati e gestiti dalla casa di Stoccarda come Car2Go e MyTaxi. A invece come autonoma, segnando la seconda tendenza automobilistica attuale, verso i sistemi di guida autonoma e semi autonoma che nell’imminente futuro caratterizzeranno quasi tutti i modelli di auto mondiali.

Ultima e più significativa, non che prima lettera dell’acronimo è la C, che ovviamente si riferisce alla connettività che Mercedes ha saputo sviluppare per i suoi veicoli fin dal 2015 con i servizi che completano il  pacchetto emozionale che si intende trasmettere ai clienti. Il punto di unione fra queste 4 macroaree funzionali è rappresentato dall’applicazione Mercedes Me, uno strumento grazie al quale si potrà avere un controllo totale del veicolo, anche a distanza e comodamente dal proprio smartphone.

La connettività tra l’auto e l’applicazione consente di monitorare in tempo reale lo stato della vettura quindi per esempio la pressione delle gomme, le condizioni delle pastiglie dei freni, del carburante oppure effettuare il tracking del veicolo in base al sistema GPS integrato. Gli sviluppi più significativi però si possono ottenere sul comparto sicurezza, nel quale Mercedes ha saputo progettare una vasta rete di servizi concatenati fra loro. Grazie alla SIM integrata (optional a richiesta) sarà possibile contattare, con la semplice pressione del tasto dedicato, un servizio d’assistenza attivo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, che saprà localizzare la vettura, organizzare un piano di soccorso allertando le autorità più vicine alla vostra posizione e diagnosticando da remoto gli eventuali problemi che interessano la vettura danneggiata. La connettività al servizio della sicurezza può essere ritrovata anche nel sorprendente servizio Car-To-X Communication grazie al quale i veicoli potranno scambiare informazioni riguardo a ingorghi, incidenti o situazioni problematiche per la viabilità così da allertare eventuali autisti nelle vicinanze riprogrammando le strade impostate dai navigatori. Il servizio è stato progettato in collaborazione con i principali produttori tedeschi e si pensa che nei prossimi 5 anni rappresenterà l’essenza della sicurezza su strada.

Ma la connettività di Mercedes oltre che alla sicurezza è anche orientata verso il comfort, quel ‘magico’ aspetto che oggi più che mai sembra essere indispensabile all’interno di una realtà sempre più frenetica e stressante. E allora perchè non concentrarsi semplicemente sulla guida e delegare tutte quelle fastidiose funzioni secondarie al nostro assistente personale? Ebbene si, con Mercedes Concierge i proprietari di una Classe E (prossimamente disponibile anche per tutta  la gamma) potranno contattare 24 ore su 24 un assistente che si incaricherà di effettuare prenotazioni, cercare informazioni su internet, comunicarsi i risultati sportivi o le quotazioni in borsa, acquistare biglietti oppure offrire consigli sugli itinerari, il tutto premendo un semplice pulsante e rilassandoci alla guida. Le coordinate saranno poi inserite sul nostro navigatore, guidandoci facilmente verso la destinazione indicata dall’assistente.

Grazie al sistema “Connect Me”, la connessione dati standard su ogni Mercedes, è stato poi possibile sviluppare il nuovo servizio Dynamic Lease, debuttato con la presentazione dell nuova Classe E 4 MATIC All-Terrain. Si tratta di un noleggio Pay per Use, a fronte di un canone fisso di 595 euro e di 0,19 euro per km, rimborsabili in modo proporzionale nel caso venga effettuato un chilometraggio inferiore a quello pattuito.

28th marzo, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Mercedes-Benz Classe E: Tutte le notizie


Lascia un commento





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini