Volkswagen Golf MY 2017: tanti impulsi diversi alla voglia di muoversi [VIDEO TEST DRIVE]

A contatto con la elettrica, la ibrida plug-in e le versioni sportive

di

Volkswagen Golf MY 2017 – Nel corso di un evento stampa dedicato alle rinnovate versioni di e-Golf, Golf GTE, Golf GTI Performance e Golf R, valutiamo carattere e diversità di ognuna di esse

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Volkswagen Golf MY 2017: tanti impulsi diversi alla voglia di muoversi [VIDEO TEST DRIVE]
Le nuove Volkswagen Golf R e GTI Performance

Da un sibilo elettrico all’acuto graffiante degli scarichi Akrapovič, la versatilità di movimento, che coinvolge l’intera gamma della rinnovata Volkswagen Golf, proietta verso orizzonti sempre nuovi e mutevoli.

La tecnologia elettrica della e-Golf, adesso più potente (100 kW rispetto ai precedenti 85), fornisce spunti interessanti se si considera un comportamento di guida che ricorda, come per l’aspetto, una Golf tradizionale. Sebbene si avverta un maggior peso nella parte posteriore e si osservi quasi costantemente l’indicatore dell’autonomia, che da quanto idnicato ammonta a 200 km nell’uso pratico, con un valore segnalato di 300 km nel ciclo NEDC. Durante la prova abbiamo anche pareggiato il dato sul consumo: 12.7 kWh/100 km. Un valore ottenuto in condizioni ideali, ma con una vettura non eccessivamente posta sotto stress sia in termini di peso che di ritmo. Altro aspetto rilevante è il tempo di ricarica: 17 ore usando una presa domestica Schuko (2,3 kW AC), 10 ore e 50 minuti tramite un Wallbox da 3,6 kW AC, oppure una ricarica veloce all’80% in soli 45 minuti, con voltaggio da 4,5 kW AC, dai dati segnalati. Un processo che riguarda anche l’ibrida plug-in, sebbene la collocazione del vano tra le e-Golf e questa sia diversa, per la differente architettura propulsiva.

La Golf GTE ricorda un po’ di più la dinamica dei modelli con propulsore termico, nonostante offra una spinta totalmente elettrica anche per un arco di 50 km, secondo indicazioni del costruttore. Frutto appunto di un motore a zero emissioni, associato a un cuore termico a benzina 1.4 TSI. Insieme generano complessivamente 204 cavalli. Il supporto elettrico offre le sue qualità di coppia e il carattere risulta anche brioso quando si richiede l’intera forza. Nel corso del nostro test siamo riusciti a percorrere poco più di 30 km sfruttando solo l’energia elettrica e anche, con il solo termico, apparso discreto quasi quanto l’elettrico nella sua azione, il dinamismo è apparso convincente.

La vera forza espressiva e caratteriale, però, appartiene in particolare alle due sportive protagoniste di questa intensa prova su strada e anche su pista a Palma di Maiorca. Sia la Golf GTI Performance, sia la più potente R, possono proiettare fino a 250 km/h, ma la seconda ci mette appena 5,1 secondi contro i 6,2 della prima. Cambia anche la potenza del muscoloso 2.0 litri TSI sotto il cofano, in un caso da 245 cavalli (comunque 15 in più rispetto alla precedente versione) e nell’altro ben 310. La nuova Golf R, poi, conta non solo sulla trazione integrale 4MOTION ma anche su una dotazione Performance che ne amplifica ulteriormente l’aspetto esterno e le potenzialità, in particolare i citati terminali di scarico dello specialista sloveno, che offrono un suono intenso e potente.

15th aprile, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Volkswagen Golf: Tutte le notizie


Lascia un commento





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini