Fossano, crolla il ponte della tangenziale e schiaccia auto dei carabinieri. Illesi i militari [VIDEO]

Cedimento improvviso del blocco di cemento

Crollo cavalcavia Fossano - A Fossano, provincia di Cuneo, è crollato il cavalcavia della tangenziale finendo sulla strada sottostante e schiacciando una volante dei carabinieri, che sono riusciti a mettersi in salvo in tempo. Non si registrano feriti e altri mezzi coinvolti. Ignote le cause del cedimento. Tangenziale chiusa in via precauzionale.
Fossano, crolla il ponte della tangenziale e schiaccia auto dei carabinieri. Illesi i militari [VIDEO]

Qualche ora fa a Fossano, in provincia di Cuneo, si è sfiorata la tragedia dopo lo spaventoso e improvviso crollo del cavalcavia che collega via Marene alla tangenziale della cittadina piemontese.

La rampa è collassata finendo sulla strada sotto dove in quel momento si trovata una pattuglia dei carabinieri impegnata in un posto di blocco durante le attività di controllo di routine. Fortunatamente nel momento del crollo i due militari non erano a bordo della vettura e sono così miracolosamente riusciti ad evitare di essere schiacciati. Altrettanto miracolosamente in quell’istante per un combinazione fortunata su quella strada non transitava nessun veicolo.

Sconosciute le cause del crollo, con la zona che è stata subito presidiata da forze dell’ordine e vigili del fuoco che, in via precauzionale, hanno predisposto la chiusura totale della tangenziale. Scossi ma illesi i due militari che, stando alle prime ricostruzioni, hanno avvertito i primi scricchiolii riuscendo così ad allontanarsi da sotto il ponte e mettersi in salvo.

Nel frattempo l’Anas, per via del suo presidente Gianni Vittorio Armani, ha immediatamente istituito una commissione d’inchiesta interna per accertare cause e responsabilità. Quello di Fossano è solo l’ultimo di una serie di crolli e cedimenti improvvisi di cavalcavia e viadotti che negli scorsi mesi hanno interessato la rete stradale italiana.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati