Mercedes-Benz e Smart, la strada del futuro parla e lo fa con l’elettrico [VIDEO]

Plug-in e full-electric incontrano la tecnologia CASE

di

Mercedes-Benz - La tecnologia CASE incontra i nuovi sistemi di mobilità ibrida plug-in ed elettrica, per un piacere di guida senza pensieri, connesso e condivisibile in qualunque momento.

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Mercedes-Benz e Smart, la strada del futuro parla e lo fa con l’elettrico [VIDEO]
Mercedes-Benz e Smart, la strada del futuro parla e lo fa con l’elettrico [VIDEO]

Al Company Car Drive 2017, organizzato presso l’Autodromo Nazionale di Monza, l’offensiva Mercedes-Benz e Smart per privati e flotte strizza l’occhio al futuro ma guarda all’oggi. Ciò è possibile grazie ai pesanti investimenti del gruppo Daimler nelle ultime tecnologie sia in termini di connettività che di mobilità, i cui ultimi ritrovati sono la guida plug-in e l’e-drive.

Un elemento sempre più ricorrente della nostra era è senza dubbio l’essere connessi con il mondo. Proprio per questo Mercedes ha sviluppato CASE, l’ultimo gioiellino della casa di Stoccarda se parliamo di software capaci di interfacciarsi con la vettura. Del resto il brand tedesco si è sempre dimostrato attento alle innovazioni in questo campo: era il 1990 quando venne montato sulla Mercedes 500E il primo processore Intel Inside. Il progetto, in collaborazione con Porsche, consentiva di gestire con un unico cavo le molteplici informazioni giungenti dai sensori sparsi lungo l’automobile in modo veloce e preciso. In 27 anni la tecnologia ha compiuto passi da gigante ed ora Mercedes-Benz dispone di vetture sempre online in grado di offrire molteplici servizi.

Il primo fra questi è Mercedes Me. Quattro sono i punti su cui si focalizza questa tecnologia: l’update OTA (On-The-Air) delle mappe, in modo da avere un percorso senza intoppi (quante volte capita che una strada sia chiusa per lavori o il senso di marcia sia cambiato?), la ricerca di un parcheggio libero nelle vicinanze – utilissimo soprattutto nelle metropoli – con il percorso per raggiungerlo. In terzo luogo gli aggiornamenti in tempo reale sulle condizioni del traffico, non in maniera approssimativa ma accurata sia per quanto concerne i tempi che le distanze. La localizzazione GPS del veicolo, utile sia per ritrovare il proprio mezzo in sosta sia nei malaugurati casi in cui alcuni malintenzionati se ne siano appropriati. E ancora la mobilità integrata per quei servizi come Car2Go e MyTaxy, per concludere con Car-To-X Communication. Si tratta del fiore all’occhiello del sistema Mercedes Me, il quale consente di interconnettere tra di loro le vetture, dando vita ad un vero e proprio car-network in cui senza bisogno dell’intervento umano i mezzi comunicheranno autonomamente tra loro. Lo scambio di informazioni è già attivo sulla Classe E.

Ma connettività è anche avere un angelo custode sempre con sé. Proprio per questo il servizio Mercedes-Benz consente chiamate di soccorso, sia per sé sia nel caso in cui si avvisti un incidente, o ancora qualora serva assistenza tecnica. E ancora è possibile richiede informazioni sul mondo Mercedes-Benz, richiedere una telediagnosi del veicolo in remoto o scoprire per quando è fissata la manutenzione.

In tutto questo non bisogna dimenticarsi la facilità d’interfacciare le vetture del gruppo Mercedes-Benz con il proprio smartphone senza alcuna fatica. È così possibile chiudere le portiere a distanza, sfruttare il park pilot per parcheggiare la vettura come se il dispositivo mobile fosse un joystick e controllarne lo stato da remoto una volta lasciata in sosta. Il piano No Stress garantisce infine il servizio Mercedes Concierge: con un piccolo sovrapprezzo annuale ci si potrà affidare ad un’assistente personale 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per ogni tipo di esigenza – a breve sarà prevista la possibilità di prenotare biglietti per voli e treni immettendo in tutta sicurezza i dati della propria carta di credito.

L’incredibile capacità della tecnologia CASE si incontra poi con l’altro elemento chiave su cui sta puntando il marchio delle Stella, ossia la guida elettrica. Gli ultimi dati parlano chiaro: con un investimento annuo di 7,6 miliardi di euro complessivi, il 50% dei quali destinati alle green technologies, la casa di Stoccarda procede con passo sempre più celere nell’introdurre su tutti i modelli della propria gamma l’ibrido plug-in e l’electric-Drive. L’impegno è anche quello di rispettare le normative UE, secondo cui entro il 2021 le emissioni medie di anidride carbonica dovranno attestarsi sui 95 g/km per poi ridursi di ulteriori 30 g entro il 2025.

Se alla fine del 2017 il marchio potrà contare su 10 vetture plug-in, il target per il 2022 è di averne altrettanti ma completamente elettrici (e-Drive), che costituiranno il 25% delle vendite (contando Smart) entro il 2025. Su questo piano si sta rivelando vincente Smart electric-drive, sia con la ForTwo che con la ForFour, capaci di garantire 160 km di percorrenza nei percorsi urbani. E la ricarica? Niente è stato lasciato al caso: oltre ai wallbox installabili nelle proprie abitazioni sono allo studio accumulatori per alte potenze, capaci di ricaricare velocemente e completamente la batteria.

Noi abbiamo avuto il piacere di provare una Mercedes GLC 350e, suv ibrido plug-in con un motore elettrico da 116 CV. Il test si è svolto nei dintorni del Parco di Monza, dove abbiamo apprezzato la silenziosità dell’unità non termica quando si procede col piede leggero, quasi veleggiando, un vero piacere in mezzo al traffico serale. E con una maggiore pressione del piede si attiva anche l’unità a benzina, che aggiunge prestazioni qualora sia richiesto. La casa garantisce 37 km/l ed un’autonomia di 34 km con la sola funzione e-Drive attiva. Con 327 CV complessivi le prestazioni sono eccezionali: ci vogliono soli 5,9 secondi per raggiungere i 100 km/h. In sostanza abbiamo riscontrato una serie di vantaggi davvero invitanti, a partire proprio dalla tecnologia plug-in per terminare con l’eleganza premium di interni e linea che il marchio sa garantire in linea con le sue promesse.

Ma per un marchio ormai così all’avanguardia rimane altro a cui pensare per #ilFuturoOggi? Certamente, e si chiama guida autonoma. Ed anche se ci vorrà ancora un po’ di pazienza, nel nostro video live su Facebook potete scoprire tutti i dettagli nel nostro tour all’interno del mondo Merced-Benz e Smart in gentile compagnia di Eugenio Blasetti, Press Relations Manager di Mercedes-Benz Italia.

18th maggio, 2017

Tag:, , , , , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Mercedes-Benz: Tutte le notizie


Lascia un commento





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini