Abarth 595 Turismo: tutta l’emozione di una supercar italiana, ma in piccolo [PROVA SU STRADA]

Divertente, esclusiva, pungente quando serve, una vera granturismo in miniatura

di

Rinnovata con il recente restyling, che ne ha rinfrescato estetica ed abitacolo, la Abarth 595 diventa ancora più desiderabile. Una piccola "peste", capace di stampare un sorriso nel casa ufficio di ogni giorno, ma capace anche di doti stradali inaspettate non appena l'asfalto si aggroviglia come un piatto di spaghetti all'arrabbiata. L'allestimento Turismo, peraltro, la rende perfettamente equilibrata, conciliando alla perfezione la sportività con una buona dose di lusso e raffinatezza che non guastano mai.

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Abarth 595 Turismo: tutta l’emozione di una supercar italiana, ma in piccolo [PROVA SU STRADA]
Abarth 595 Turismo

E’italiana, è potente, è esclusiva, divertente da guidare e porta un marchio glorioso. No, non si tratta di una Ferrrari, ma di una piccola vetturetta lunga poco più di 3,5 metri. Dimensioni da citycar quindi. Eppure, in tutta la sua compattezza, la Abarth 595 riesce ad essere una supercar miniaturizzata, con tutto il sapore tipico delle sportive italiane. Questione di stile, questione di blasone appunto. Mettersi al voltante della 595, ogni giorno, è uno di quei sottili piaceri che aiutano a svegliarsi più di buon umore. Uno scorpione che finalmente, dopo anni di “buio”, è tornato a pungere come la storia e la gloria del marchio rendevano “doveroso”. Inizialmente con la Punto, ora con 595 e 124.

Design e Interni:  ★★★★½ 

Incattivita al punto giusto, senza scadere nell’eccesso.

Che la Fiat 500 “moderna” sia uno degli esempi di design più riusciti della recente storia dell’auto è fuori da ogni dubbio. Retrò ma al tempo stesso moderna, elegante, quasi leziosa, ma con il giusto tasso di sportività, diventa un vero e proprio gioiellino dopo le cure by Abarth. Incattivita al punto giusto, senza scadere nell’eccessivo, risulta immediatamente distinguibile rispetto alle 500 “tradizionali”. Con il recente restyling, peraltro, la caratterizzazione in chiave sportiva della 595 si è fatta più accentuata, andandola a differenziare ancor di più rispetto al modello a marchio Fiat. Le novità sono soprattutto nel frontale, con la grossa presa d’aria ora totalmente ridisegnata, decisamente più moderna ed affilata. Cambiano anche i fari e le luci diurne a led, anche queste rinnovate nel segno della modernità. Resta sostanzialmente invariata la fiancata, mentre anche in coda troviamo un paraurti ridesegnato, con le grosse feritoie ai lati e l’immancabile doppio scarico, ben in vista. Nuovi sono anche gli stop, che si uniformano a quelli della 500 restyling, con l’inserto centrale in plastica, colorata nella stessa tonalità della carrozzeria. L’esemplare in prova, poi, con suo colore “blu podio” faceva proprio un figurone, catturando non pochi sguardi, sia dei più giovani che dei meno. Dettagli esclusivi della 595 Turismo sono le calotte cromate degli specchi retrovisori ed i vetri laterali e posteriori oscurati. Il tutto, per renderla ancora più desiderabile. La cosa bella della 595, in fin dei conti, è proprio questa. Una gran sensazione di esclusività che affiancandoti al semaforo non ti fa sfigurare neanche al cospetto di auto ben più costose e potenti.

La cura in chiave sportiva (sedili compresi) esalta il piccolo abitacolo della 595.

La sensazione di esclusività di cui parlavamo poc’anzi parte già dall’esterno (a proposito, che spettacolo il tappo della benzina ricavato dal pieno!), ma viene ulteriormente innalzata una volta aperta la portiera. E’ vero, qualcuno potrebbe obiettare che l’interno non cambi poi moltissimo rispetto a quello delle 500 tradizionali, ma in realtà, quei pochi dettagli che cambiano, sono più che sufficienti ad innalzare notevolmente la sensazione di lusso e raffinatezza. Parte da protagonista, manco a dirlo, la giocano gli splendidi sedili sportivi in pelle color cuoio, con poggiatesta integrato e tanto di scritta Abarth cucita nello schienale.

La stessa tonalità dei sedili viene poi ripresa nei pannelli porta e nei tappetini, mentre l’inserto centrale della plancia ha una lavorazione satinata che contribuisce anch’essa ad accentuare ulteriormente la sensazione di sportività. Altre “chicche” sono il volante sportivo, in pelle traforata con tanto di indicatore di “ruote dritte”, in pieno stile rally, al quale si aggiungono la pedaliera sportiva ed il battitacco dedicato. E’ un vero peccato, però, che nonostante il sedile parecchio sportivo la posizione non riesca ad esserlo altrettanto. La seduta, infatti, resta sempre troppo rialzata, così da rendere impossibile l’adozione di una postura davvero sportiva. Altra esclusiva della 595 è lo strumento addizionale con la pressione della turbina: un dettaglio che indubbiamente farà battere il cuore ai più appassionati. Con il recente restyling, la 595 guadagna infine il sistema di infotainment rinnovato da 5 pollici, semplice nel funzionamento e nella grafica, ma non rapidissimo nel rispondere agli impulsi touch (opzionale quello più grande da 7 pollici). Notevole, invece, in quadro strumenti con schermo TFT da 7″, ricco di informazioni (navigazione inclusa) e che cambia anche grafica quando si seleziona la modalità Sport. Per essere una piccola “supercar”, la 595 non comporta neanche particolari rinunce sul piano della praticità: l’accessibilità ai sedili posteriori non è delle migliori, ma vanno bene per un passaggio di fortuna anche per due adulti. Nella media il bagagliaio, più che sufficiente per le buste della spesa.

Comportamento su Strada:  ★★★★½ 

Stupisce per agilità e prontezza nelle risposte sul guidato, si guida “quasi” come una normale 500 nell’uso più tranquillo

Vuoi o non vuoi, l’estetica molto accattivante, come anche l’aria dal sapore “racing” che si respira una volta aperta la portiera, creano subito delle aspettative. E la 595 non le delude affatto, riuscendo perfettamente nel trasformare anche il più banale degli spostamenti quotidiani in un’esperienza di guida decisamente più accattivante. Questione di sensazioni, a partire già dalla tonalità di scarico cupa e decisa che si avverte subito, all’accensione. A tal proposito, consigliatissimo lo scarico opzionale Record Monza, che contribuisce a rendere il tutto ancora più adrenalinico e scoppiettante (nel vero senso della parola). Complici le dimensioni compatte ed il passo corto, la 595 sguscia via come una saetta tra una curva e l’altra, con un’agilità ineguagliabile per vetture più grandi. Pensando che la base di partenza è una semplice citycar fa quasi impressione quanto si lasci “guidare” questa piccolina. Il lavoro fatto sull’assetto è davvero notevole, perché il rischio di ottenere una vettura estremamente nervosa era tutt’altro che remoto. La coda, forte degli ammortizzatori Abarth by Koni, invece, ha una stabilità che va oltre le aspettative, tanto che, alle volte, ti ritrovi a desiderarla perfino un filo più libera (anche perché l’elettronica, non disinseribile, la imbriglia sempre a dovere, concedendole non troppe libertà). Molto bene, invece, l’anteriore, bello incisivo, con il differenziale elettronico TTC (Torque Transfer Control) che aiuta a scaricare sull’asfalto la potenza senza troppi problemi, azzerando quasi del tutto pattinanti e reazioni sul volante. Volante bello pronto e carico, ma non proprio esemplare in quanto a comunicatività. Dove la 595 accusa un po’ la sua origine da citycar è alle alte velocità. Beninteso, finché si rispetta la velocità di codice, nessun problema. Superando i 170/180 km/h, invece, il passo corto la rende rapidissima nel seguire anche il minimo movimento del volante. Proprio in autostrada emerge uno dei principali difetti della 595: l’assenza della sesta marcia si fa avvertire tutta. Un peccato, perché oltre a consentire una rapportatutra più corta, avrebbe anche consentito di ridurre consumi e rumorosità. Peraltro, a livello di comfort, la 595 non comporta chissà quali sacrifici rispetto alla sorella a marchio Fiat. L’assetto sportivo e la gommatura più generosa si fanno avvertire soltanto nelle sconnessioni più secche e ravvicinate.

Motore e Prestazioni:  ★★★★½ 

Spinge forte e deciso, nonostante non sia la versione più potente

Quella che il marchio dello scorpione ha ricavato dalla “500” è una vera e propria famiglia, strutturata con diversi gradi di preparazione e potenza. La vettura in prova, la 595 Turismo, si piazza esattamente nel mezzo, focalizzando l’attenzione sull’aspetto prestazionale, senza rinunciare, appunto, ai tocchi di classe che si chiedono ad una vettura gran turismo. Rispetto alla versione “entry level”, il motore vede la potenza innalzarsi da 145 a 165 Cv (grazie alla turbina Garrett), che le consentono dei numeri di tutto rispetto, che diventano da wow tenendo a mente che trattasi, appunto, di una vetturetta grande poco più di 3.5 metri. Si passa da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi, e la velocità di punta sfiora i 220 km/h. Ma contano anche le sensazioni, e trovarsi alla guida di una vettura così compatta amplifica il tutto. Con la 595 Turismo si ha sempre la sensazione di andare forte, al punto che viene quasi da non desiderare l’extra di potenza della versione “Competizione”, che di cavalli ne ha ben 180 Cv. Il 1.4 T-Jet, già in questa versione da 165 Cv, spinge sempre con decisione, mostrando un bel piglio già da bassi, allungando gagliardo fino ai 4500 giri/min. Soltanto negli ultimi 1000 giri manca forse quel guizzo che avrebbe fatto guadagnare il voto “pieno” alla voce motore e prestazioni (a tal proposito, notevole la differenza che si avverte con la modalità Sport inserita o disinserita). Per gli insaziabili, comunque, c’è la 695 Biposto, una vera e propria vettura track-day ready che, oltre ad avere la bellezza di 190 Cv, interni alleggeriti, scarico Akrapovic e differenziale autobloccante meccanico, può anche montare un cambio ad innesti frontali (cosa praticamente unica nell’intera produzione automobilistica).

Consumi e Costi:  ★★★★☆ 

Costa ma vale. I consumi sono influenzati moltissimo dallo stile di guida

La 595 Turismo è forse la versione più equilibrata dell’intera gamma, ed è quella che in tutta probabilità sceglieremmo dovendola acquistare come piccola supercar da utilizzo quotidiano, con la quale togliersi, sempre e comunque, lo sfizio della bella guida, anche nel più ripetitivo dei casa-ufficio. La dotazione standard, peraltro, è già ricca, con climatizzatore, comandi al volante, schermo TFT 7” nel quadro strumenti, radio touch con schermo da 5”, sedili in pelle, cerchi “Turismo” da 17” e gli elementi esclusivi dell’allestimento quali pomello del cambio, tappo olio, tappo benzina, battitacco e pedaliera realizzati in alluminio. Rispetto alla dotazione di serie, personalmente, aggiungeremmo soltanto lo scarico sportivo, d’obbligo per rendere il sound ancora più accattivante, ed il sistema di infotainment con schermo da 7”, che oltre ad essere più funzionale arricchisce anche l’apparenza dell’intero abitacolo. Così, il conto da pagare non è certo popolare, perché si orbita nella soglia dei 25.000€. Razionalmente, una cifra difficile da giustificare. Emozionalmente, una cifra assolutamente abbordabile per potersi assicurare la gioia di muoversi ogni giorno con un mezzo esclusivo, divertente, che consenta di riscoprire, senza eccessi e senza perdere nulla in termini di praticità, il piacere di mettersi al volante giorno dopo giorno. Il tutto, peraltro, con consumi mai proibitivi, dato che si va dai 12 km/lt nel ciclo urbano ai 15 km/lt nel ciclo extra-urbano. Il tutto, ovviamente, a patto di non farsi pungere dallo Scorpione. In tal caso, le percorrenze arrivano anche a dimezzarsi.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Fascino e desiderabilità senza eguali. Prestazioni e dinamica di guida coinvolgentiLa posizione di guida non riesce ad essere davvero sportiva. Ci vorrebbe la sesta.

Abarth 595 Turismo: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★½ 
Accelerazione:★★★★½ 
Ripresa:★★★★½ 
Cambio:★★★★☆ 
Frenata:★★★★½ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★½ 
Comfort:★★★★☆ 
Infotainment:★★★★☆ 
Abitabilità:★★★½☆ 
Bagagliaio:★★★☆☆ 
Posizione di guida:★★★☆☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Prezzo:★★★½☆ 
Design:★★★★★ 
Finitura★★★★☆ 
Piacere di guida:★★★★½ 
Consumi:★★★½☆ 

31st maggio, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Abarth 595 Turismo: Tutte le notizie


Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini