Volkswagen Polo 2017: seguendo una logica d’evoluzione [DEBUTTO MONDIALE]

Passo più abbondante, tanta tecnologia a bordo

di

Volkswagen Polo 2017 – Dimensioni e contenuti sono gli aspetti più rilevati sulla sesta generazione della compatta tedesca, caratterizzata da un design ridefinito in diversi punti, ma sempre riconoscibile e riconducibile al recente passato

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Volkswagen Polo 2017: seguendo una logica d’evoluzione [DEBUTTO MONDIALE]
La nuova Volkswagen Polo GTI presentata a Berlino

Colorata, giovanile, euforica, l’essenza della nuova Volkswagen Polo introdotta a Berlino trasmette subito una certa empatia, ma allo stesso tempo la vettura rappresenta un’evoluzione di concetto. Il suo aspetto è riconoscibile, sebbene più distintivo. La disponibilità di diversi sistemi tecnologici ne amplifica le potenzialità, per renderla maggiormente comunicativa, oltre a sfoggiare un’abitabilità più elevata rispetto alla serie precedente.

Poco più di quattro metri di lunghezza per oltre un metro e settanta di larghezza, non considerando gli specchietti, sopra il metro e quaranta di altezza e ben oltre i due metri e cinquanta di passo, 94 millimetri in più se confrontata con la quinta generazione; sono i dati indicativi delle sue dimensioni plasmate sull’innovativa piattaforma modulare MQB.
L’aspetto esteriore appare più tecnologico grazie all presenza delle luci diurne LED dalla trama filiforme e articolata, di serie già dal modello d’accesso e dotate di funzione Coming home e Leaving home. Nel complesso non risulta stravolto rispetto al recente passato e in linea con l’attuale corso. Lo si nota anche nella zona posteriore, riscoprendo forme secche e tratti che ricalcano quella della vettura del corso precedente nonostante siano rielaborate. Ad accentuare la sportività o meno della vettura contribuiscono i cerchi, dalle dimensioni più varie che partono dai 15 pollici arrivando ai 18, oltre agli allestimenti e i pacchetti opzionali. Ricorda una Golf in miniatura, con dimensioni simili a quella di quarta generazione. Tra gli aspetti più rilevanti, poi, l’unica configurazione proposta adesso è quella a cinque porte.

L’abitacolo, reso vivace dalle componenti colorate, è comunque razionale. Impostato su linee orizzontali. Trasmette praticità e organizzazione, osservando la disposizioni della strumentazione. L’abitabilità è favorita dal citato ampliamento di passo e anche il vano di carico ora è più capiente, 351 litri contro i precedenti 280. Tra le novità, l’opportunità di arricchire la vettura con un Active Info Display di nuova concezione al posti di tradizionali quadranti analogici, con interfacce allineate alla nuova impostazione dell’abitacolo, in modo da favorire la visione ottimale della strumentazione digitale, grazie a un posizionamento leggermente sollevato. Assieme a questo, la presenza di sistemi infotainment dall’elevata connettività, gestibili tramite schermi di differente ampiezza passando dai 6,5 agli 8 pollici, collocati sotto un’elegante superficie vetrata incastonata come una teca sulla plancia, rafforzando particolari contrasti cromatici che vivacizzano esteticamente l’interno. La consistenza dei materiali impiegati, dalle plastiche ai pellami, a un primo contatto appare buona, sebbene gli inserti in tinta potrebbero essere piuttosto sensibili col tempo.
Copiosa anche la disponibilità di diversi sistemi di assistenza e sicurezza alla guida, partendo già dal modello base sul mercato italiano, che annovera un sistema Front Assist con dispositivo di frenata di emergenza City e rilevazione dei pedoni, un limitatore di velocità e un’altra soluzione che capta eventuali sintomi di stanchezza del guidatore. Ma sono segnalati su richiesta anche un sistema Keyless Access, cioè l’opportunità di aprire, accendere e chiudere la vettura senza l’impiego di una chiave fisica, un controllo automatico della distanza ACC e una funzione Stop-and-Go; oltre all’opportunità di propendere per una trasmissione automatica a doppia frizione DSG.

Sotto il cofano pulsano motori tutti Euro 6 e con sistema start/stop, con potenze che spaziano dai 65 cavalli del meno potente propulsore da 1.0 litri MPI a benzina sino ai 200 cavalli del corposo 2.0 litri TSI, destinato alla grintosa versione GTI caratterizzata dalla tipica dotazione sportiva della casa all’esterno e all’interno. Sul versante alimentato a benzina figurano in totale quattro versioni, che annoverano anche un 1.0 TSI da 115 cavalli, mentre sono due i propulsori Turbodiesel TDI da 80 e 95 cavalli, a cui si somma poi anche per la prima volta una motorizzazione a doppia alimentazione benzina e metano 1.0 TGI da 90 cavalli.

La gamma è articolata su cinque allestimenti: Trendline, Comfortline, Highline, GTI e la speciale Beats arricchita da un impianto audio dedicato. Quest’ultima però, come sottolineato dalla casa, non figura disponibile in fase di lancio. Da segnalare anche la possibilità di personalizzazioni R-Line per esterno e interno, ma anche l’ampia scelta di vernici, ben 14, così come vasta è la selezione delle tonalità per i dash pad dell’abitacolo, ovvero 17, a cui si aggiungono anche 11 tipologie di rivestimenti, due tinte per gli interni e 12 tipologie di cerchi.
In Germania, secondo indicazioni trapelate durante la presentazione, i prezzi partirebbero da 12.975,00 Euro. Si può supporre che in Italia la cifra di accesso possa aggirarsi intorno ai 14.000,00 Euro ma, in attesa di ulteriori indicazioni, si tratta sempre di un’ipotesi. La commercializzazione in Europa è prevista entro l’anno con l’introduzione progressiva di nove motorizzazioni.

In sintesi: la nuova Volkswagen Polo conferma la concretezza e la costanza progressiva di un progetto che, dal lontano 1975, propone soluzioni funzionali e pratiche associate a un corpo compatto e dalle dimensioni che favoriscono le manovre in città, ma adesso con un’abitabilità ancora maggiore e il sostegno di diverse soluzioni tecnologiche per spingersi in scioltezza su strada.

17th giugno, 2017

Tag:, , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Volkswagen Polo: Tutte le notizie


Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini