Audi A6 2018: nuove testimonianze dello sviluppo al Nürburgring [FOTO SPIA]

L'ampia berlina tedesca potrebbe essere svelata a Francoforte

Audi A6 2018 – Nuovi scatti dedicati a un esemplare ancora coperto. Sotto il cofano potrebbero figurare potenti propulsori composti da quattro, sei e anche otto cilindri.

Coperta ma sempre più definita, la prossima Audi A6 cresce anche tra le curve e i tratti impegnativi del cosiddetto “Inferno Verde”.

Il debutto, in base alle indiscrezioni che circolano da tempo, avverrebbe entro l’anno. Si ipotizza una presentazione in occasione prossimo del Salone di Francoforte 2017, in programma tra il 14 e il 24 settembre.
Il design, pur ancora avvolto da una veste camouflage, suggerisce un ulteriore progresso rispetto agli attuali stilemi, ispirato probabilmente a quanto mostrato tramite la Prologue Concept alla karmesse ginevrina del 2015.

Sotto il cofano potrebbero comparire corpose unità da quattro e sei cilindri, mentre sulla prossima RS 6 si suppone la presenza di un più poderoso 4.0 litri V8 condiviso con la Porsche Panamera Turbo. Ma si tratta sempre di rumors, in attesa di nuove informazioni.

Si intuisce una linea aerodinamica e fluida, arricchita da tratti scolpiti ed elementi spigolosi, che già caratterizzano la più recente produzione. Le varie componenti, dai fari taglienti, alle accennate aperture, senza dimenticare la griglia di forma esagonale schiacciata nella parte superiore, il profilo filante sino in coda e gli specchi laterali ancorati alle porte, suggeriscono tutti un elevato dinamismo.
I tratti secchi e gli angoli acuminati appaiono anche funzionali ad esternare anche una certa sportività, in particolare l’ampia griglia affiancata da fari dalla trama luminosa tecnologica, così come si suppone appaia altrettanto distintivo il disegno dei gruppi ottici posteriori.

Oltre a un design accurato, diverse soluzioni come un frontale che sembra schiacciato e largo e altri dettagli, sarebbero funzionali sul fronte dell’efficienza. Mentre all’interno si prospetta la presenza di un quadro strumenti totalmente digitale, l’ormai noto sistema Audi Virtual Cockpit, affiancato ad altri sistemi tecnologici e dispositivi che amplificano le doti stradali e la sicurezza della vettura, oltre a materiali e rivestimenti di pregio.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Michael 1963

    27 dicembre 2017 at 18:29

    All’appello manca solo lei e l’ammiraglia dell’Alfa Romeo, ma di quest’ultima pare se ne siano perse le tracce!
    La nuova A6 ha il vantaggio di presentarsi per ultima sul mercato, con lo stile rinnovato di casa Audi che abbiamo ben apprezzato sugli ultimi modelli della casa tedesca. Sicuramente sarà una rivale terribile soprattutto della Bmw Serie 5, meno della Mercedes Classe E che risulta la meno innovativa del trio.
    Sono un grande appassionato di questo tipo di automobili (le preferisco ai tanto desiderati SUV) e sono molto curioso di vederla dal vivo quando la commercializzeranno questa nuova A6.
    Un plauso all’Audi, che in trent’anni e più è riuscita a diventare una agguerrita concorrente di Mercedes e Bmw, cosa impensabile nel 1980 quando produceva solo la “80” e la “100”, e non erano neanche tanto belle!…..
    BUON ANNO NUOVO 2018! E speriamo di buttarci alle spalle questa maledetta crisi…..

Articoli correlati