Ddl concorrenza, introdotte diverse novità sull’RC auto

Sconti per chi adotta la scatola nera e pugno duro contro i falsi testimoni

Ddl concorrenza 2017 RC auto - Il nuovo Ddl sulla concorrenza introduce una serie di novità sull'assicurazione RC auto, tra le quali sconti per chi monta sui propri veicoli i sistemi tecnologici di controllo e per gli automobilisti virtuosi che risiedono in zone più a rischio di incidenti stradali.
Ddl concorrenza, introdotte diverse novità sull’RC auto

L’approvazione della legge sulla concorrenza, che sarà pienamente operativa quando saranno pronti i 22 decreti che l’accompagnano, porta una serie di novità positive per gli automobilisti italiani legate alle nuove normative che regolamentano l’assicurazione RC auto. In linea di massima la polizza assicurativa diventa meno cara e si adegua elle innovazione tecnologiche, puntando a ridurre più efficienti i risarcimenti e al tempo stesso ridurre le frodi.

Nel Ddl concorrenza è previsto lo sconto sulla polizza degli automobilisti che accettano l’ispezione del veicolo e l’installazione (con costi a carico della compagnia assicurativa) della scatola nera o di altri dispositivi come quelli che non rendono possibile accendere il motore se si ha bevuto troppo. Altri sconti, che saranno definiti secondo dei criteri che stabilirà l’Ivass, saranno poi riservati agli automobilisti virtuosi (che non abbiano provocato sinistri negli ultimi 4 anni) che risiedono nelle province con i più alti tassi di incidenti stradali.

Le altre misure mirano a ridurre le frodi e per tale motivo si punta a evitare i testimoni “di comodo” negli incidenti stradali con soli danni alla cose. L’identificazione dei testimoni sul luogo dell’incidente dovrà risultare dalla denuncia o in ogni caso dal primo atto formale del danneggiato. Inoltre se uno dei veicoli coinvolti nel sinistro monta la scatola nera, le risultanze del dispositivo costituiscono piena prova nei procedimenti civili.

Altra novità riguarda la definizione di una tabella unica su tutto il territorio nazionale delle menomazioni all’integrità psico-fisica (macrolesioni) che servirà a garantire alle vittime dei sinistri il pieno risarcimento del danno non patrimoniale e allo stesso tempo ottimizzare i costi gravanti sul sistema assicurativo e sui consumatori. Infine anche per le polizze rischi accessori, ad esempio incendio e furto, se stipulati con l’RC auto si applica il principio della durata annuale del contratto e del divieto di rinnovo tacito, con quest’ultimo che invece permane per le altre polizze danni.

Leggi altri articoli in Assicurazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati