Marchionne: “Le auto elettriche sono un’arma a doppio taglio”

Il CEO di FCA: "Nel 2018 le prime Maserati con guida autonoma"

di

Sergio Marchionne auto elettriche - Sergio Marchionne ribadisce le perplessità nel considerare l'elettrico come la soluzione ideale per le sfide ambientali del futuro. Intanto il prossimo anno la guida autonoma debutterà su alcuni modelli del marchio Maserati.

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Marchionne: “Le auto elettriche sono un’arma a doppio taglio”
Sergio Marchionne, CEO di FCA

Arma a doppio taglio, questa la definizione data da Sergio Marchionne alle auto elettriche. In occasione della consegna della laurea honoris causa in ingegneria meccatronica dell’Università di Trento, il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles ha parlato a Rovereto di fronte a studenti e professori. Con un tono chiaro e diretto come di sua abitudine, Marchionne ha espresso tutti i suoi dubbi sulla strada del futuro dell’automotive che ai più sembra già tracciata dall’alimentazione elettrica.

Il CEO di FCA ha detto: “Dobbiamo essere realisti. Le auto elettriche possono sembrare una meraviglia tecnologica, soprattutto per abbattere i livelli di emissioni nei centri urbani, ma si tratta di un’arma a doppio taglio“. Marchionne spiega che, per perseguire la riduzione delle emissioni di CO2 e della dipendenza da petrolio, “non esiste una soluzione unica, né una formula magica“.

Il manager italo-canadese ammette che la mobilità elettrica non può essere ignorata ma precisa che “va fatta con lungimiranza e realismo“. In casa FCA, dice Marchionne, “stiamo lavorando su tutte le diverse forme di auto elettrica: dagli ibridi leggeri a 48 volt, agli ibridi tradizionali, ai plug-in, ai sistemi totalmente elettrici“. Tuttavia il numero uno di FCA ribadisce i tanti limiti che l’elettrico si porta dietro (economici, costi, autonomia, tempi di ricarica e rete di rifornimento) ai quali si aggiunge anche quello dell’impatto ambientale: “Le emissioni di un’auto elettrica, quando l’energia è prodotta da combustibili fossili, nella migliore delle ipotesi sono equivalenti a un’auto a benzina” considerando che a livello mondiale “due terzi dell’energia elettrica deriva da fonti fossili“.

Oltre alla questione dell’elettrico, il futuro dell’auto è caratterizzato dalla guida autonoma. Sulla questione Marchionne ha affermato che già nel 2018 debutteranno le prime versioni FCA a guida autonoma e saranno modelli del marchio Maserati. Nel 2021, dice il top manager, il livello 3 d’autonomia sarà di massa, mentre per il livello 5 prevede che ci vorrà più tempo. La combinazione dell’alimentazione elettrica e della guida autonoma, sostiene Marchionne, “provocherà un cambio di paradigma totale, che è destinato a cambiare il volto dei trasporti come lo abbiamo sempre inteso“.

Quello dei prossimi anni sarà uno scenario dove il numero di FCA si aspetta di competere con nuovi attori provenienti da settore diversi. Marchionne dice che “il motore non sarà più un elemento distintivo” in una fase di cambiamento che “sarà dirompente” e nella quale a restare indenni saranno “solo alcuni marchi, molto forti e altamente specializzati“, come  Maserati, Alfa Romeo, Ferrari e Jeep.

3rd ottobre, 2017

Tag:, , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini