Peugeot e il DNA sportivo: il Leone nel motorsport in un avventura lunga più di un secolo

Tante soddisfazioni tra rally, endurance e raid-rally

di

Peugeot competizioni sportive - La vocazione sportiva di Peugeot contraddistingue da sempre la Casa francese che nel corso della sua storia vanta una presenza importante, arricchita da numerosi successi, in diverse competizioni sportive dove il Leone ha potuto scatenare tutta la propria competitività corsaiola.

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Peugeot e il DNA sportivo: il Leone nel motorsport in un avventura lunga più di un secolo
Quadriciclo Peugeot alla Parigi-Rouen del 1894

Il nostro viaggio nella storia di Peugeot oggi fa tappa nella vocazione sportiva del Leone. La Casa francese fin dagli albori ha riservato grande attenzione al mondo delle competizioni con le numerose sfaccettature del motorsport che nel tempo sono diventate parte integrante di Peugeot. Del resto l’impegno del Leone nelle corse risale a tantissimo tempo fa, oltre un secolo per la precisione, dato che era il 1894 quando alla Parigi-Rouen Peugeot schierava ai nastri di partenza il suo quadriciclo a motore.

Non ci volle molto affinché il Leone iniziasse a raccogliere le prime vittorie e i primi successi nelle competizioni sportive. La prima soddisfazione per Peugeot arrivò nel 1912 vincendo con Georges Boillot il Grand Prix de Prix alla velocità media di 110,260 km/h. Un anno dopo invece il costruttore transalpino ottenne il primo successo alla 500 miglia di Indianapolis trionfando con Jules Goux, una vittoria che negli anni successivi venne seguita dai successi di Dario Resta nel 1916 e di Howdy Wilcox nel 1919.

Una forte accelerata alla partecipazione di Peugeot nelle competizioni sportive arriva negli anni ’30. Il Leone debutta nel 1931 al Rally di Montecarlo, dando il via ad un avventura che in tempi moderni ha dato tante soddisfazioni alla Casa francese, passando per i trionfi di metà anni ’80 con la 205 Turbo 16 e la partecipazione al Campionato WRC nei primi anni 2000 dove Peugeot, con la 206 WRC, ha conquistato per tre volte il titolo costruttori (2000, 2001 e 2002) e due volte il campionato piloti (2000 e 2002) con Marcus Gronholm. Si arriva fino ai giorni nostri con l’epopea nel Campionato Italiano Rally con protagonisti Paolo Andreucci e Anna Andreussi.

Non solo rally nella storia di Peugeot, che nel suo lungo percorso del motorsport ha aperto un capitolo importante anche nelle competizioni endurance. Qui l’avventura del Leone prende il via nel 1938 quando per la prima volta partecipa alla 24 Ore di Le Mans, scendendo in pista con la Peugeot 402. Ma è nei primi anni ’90 che Peugeot raccoglie le maggiori soddisfazioni alla 24 Ore di Le Mans con la Peugeot 905 che trionfò nel 1992 e nel 1993, quando il Leone monopolizzò l’intero podio dell’iconica corsa di durata. Successivamente Peugeot partecipò al campionato Le Mans Series nel 2007 con la 908 HDi che permise al Leone di vincere titolo costruttori e piloti. Un successo replicato nel 2009 con la 908 HDi guidata da Marc Gené, Alexander Wurz e David Brabham.

La Casa francese ha riversato, e continua a farlo, tanto impegno e risorse nella partecipazione ai rally-raid, dove in passato Peugeot ha ottenuto successi con vetture come la 404 e la 504. Particolarmente forte è il legame di Peugeot con la Parigi-Dakar con la 205 che scrisse la storia del Leone nel continente africano. Furono quattro le Parigi-Dakar consecutive vinte da Peugeot alla fine degli anni ’80. Nel 1987 e nel 1988 fu la 205 T16 a trionfare nel rally-raid per eccellenza, mentre nel 1989 e nel 1990 fu la 405 T16 a issare il Leone in vetta alla competizione. Negli ultimi anni Peugeot ha riposto nuovamente grande attenzione alla Dakar, con la costruzione della 2008 DKR nel 2015, che continua a regalare numerose soddisfazioni sportive al costruttore francese.

La storia tra Peugeot e le competizioni sportive è legata a doppio nodo e ha riservato sfaccettature inedite come ad esempio la recente (2013) partecipazione alla Pikes Peak International Hillclimb, nella quale la 208 T16 guidata da Sebastien Loeb ha stabilito il nuovo record mondiale del tracciato. Un ulteriore testimonianza del fatto che Peugeot è nata con la vocazione sportiva e non ha alcuna voglia di smettere di correre.

Foto: Wikimedia Commons

10th ottobre, 2017

Tag:, , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Peugeot: Tutte le notizie


Lascia un commento





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini