Renault e la mobilità elettrica: il Gruppo annuncia l’acquisizione del 25% della start-up Jedlix

Intensificata la collaborazione partita nel 2015

di

Renault e la start-up Jedlix – La casa francese segnala l'accesso nel capitale della società olandese di Eneco Group

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Renault e la mobilità elettrica: il Gruppo annuncia l’acquisizione del 25% della start-up Jedlix
Renault Z.E. Smart Charge

La partnership tra il Gruppo Renault e la start-up Jedlix della famiglia Eneco Group diventa più solida, grazie all’annunciata e imminente “acquisizione del 25%” della società operante nel campo dell’alimentazione elettrica dei veicoli e della “ricarica intelligente”.

Sulla questione, il Vicepresidente Senior Veicoli Elettrici di Renault, ha sottolineato come questa scelta rafforzi della presenza e la “leadership” del Gruppo transalpino nella realtà della mobilità elettrica. “Con Jedlix metteremo a disposizione nuovi servizi per rendere la ricarica” ha aggiunto, “ancora più facile e conveniente” a favore proprio della mobilità elettrica. Opinione consolidata anche dall’Amministratore delegato della start-up olandese Jedlix, Ruben Benders, che sottolinea come l’entrata della società transalpina nel capitale, definito come un “parternariato”, permetterà a questa di “proporre il miglior servizio possibile di ricarica intelligente e offrire i suoi vantaggi a una base clienti ampia e diversificata in tutta Europa.”

Uno dei primi risultati di questa alleanza è rappresentata dall’applicazione Z.E. Smart Charge, un sistema che, come sottolineato, “ottimizza la gestione delle ricariche del veicolo per sfruttare il più possibile le fonti di energia rinnovabile al minor prezzo.” L’applicazione, compatibile con i sistemi iOS e Android, sarà operativa entro la fine del 2017 nei Paesi Bassi e poi in altri Paesi lungo il 2018. In pratica, l’applicazione per smartphone consente la gestione della ricarica in “modalità smart charging” dopo aver assicurato una ricarica minima, a fronte delle indicazioni fornite dallo stesso richiedente, in base a quantità di ricarica e ora di impiego dell’auto. Questa ottimizzazione consente di impiegare le risorse d’energia in modo mirato e a costi contenuti. Inoltre, la “flessibilità” nelle ricariche risulta premiata da questa soluzione, sino a poter ottenere “una somma pari fino all’equivalente di una ricarica completa.”

Il principio si basa sulla “ricarica intelligente”, poggiando sulle “esigenze dell’utente” e considerando “l’elettricità disponibile sulla rete.” La ricarica avviene in particolare “quando l’offerta di elettricità nella rete supera la domanda” e soprattutto quando c’è “eccedenza di produzione elettrica rinnovabile” valutando i momenti “in cui l’elettricità costa meno.” Idea che dovrebbe garantire vantaggi in termini ambientali ed economici.

La collaborazione tra le due realtà risale al 2015, focalizzandosi su proposte per quel tipo di utenza che sceglie veicoli a zero emissioni, poggiando in particolare sulle competenze di entrambe nel settore.

Foto: Renault

11th ottobre, 2017

Tag:, , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Renault: Tutte le notizie


Lascia un commento





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini