Area C Milano, da lunedì cambia tutto: stop ai diesel euro 4

Chi può entrare e chi invece no. E domani ZTL sospesa e telecamere spente

di

La giunta comunale ha approvato alcune modifiche che cambiano le regole di circolazione nell’area del centro storico compresa nella Cerchia dei Bastioni

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Area C Milano, da lunedì cambia tutto: stop ai diesel euro 4

Stop ai veicoli diesel nell’Area C di Milano. Lo ha deciso la giunta comunale, che nella seduta dello scorso 6 ottobre ha approvato nuove disposizioni che cambiano le regole di accesso all’area del centro storico compresa nella Cerchia dei Bastioni.

 

Veicoli diesel nell’Area C: cosa cambia da lunedì

A partire da lunedì 16 ottobre tutti veicoli diesel euro 0, 1, 2, 3 ed euro 4 senza Fap (classificati come diesel leggeri) non potranno accedere all’Area C. E non potranno entrare nemmeno i veicoli diesel euro 4 per il trasporto persone registrati in MyAreaC alla categoria veicoli di servizio.

A questo proposito venerdì 13 settembre (cioè domani) l’Area C sarà sospesa e le telecamere verranno spente per permettere l’aggiornamento del sistema relativo all’entrata in vigore delle nuove regole. «Milano – ricorda l’amministrazione comunale – è l’unica città italiana ad adottare strutturalmente questa misura a tutela della qualità ambientale dei cittadini». Le ultime deroghe al nuovo provvedimento sull’Area C, in vigore dallo scorso 13 febbraio, scadranno sabato 14 ottobre.

Potranno invece continuare a entrare, senza nessun obbligo di comunicazione della targa, sia i veicoli diesel euro 4 per il trasporto cose con Fap di serie, sia i veicoli diesel euro 0, 1, 2 ed euro 3 dotati di Fap after-market che abbiano la classe di adeguamento (riportata sulla carta di circolazione) pari almeno a euro 4. I veicoli diesel euro 4 per il trasporto cose con Fap non di serie dovranno invece comunicare la targa utilizzando il modulo 11 e allegando il libretto di circolazione e una copia della fattura riportante targa e modello del veicolo e gli estremi identificativi del tipo di dispositivo installato.

 

Stop ai furgoni e nuove tariffe per bus turistici e scolastici

Continua anche il divieto di accesso ai veicoli merci tra le 8 e le 10 del mattino, che finora ha permesso un abbattimento del traffico di circa il 38%, così come restano in vigore le relative deroghe per altri 12 mesi, vale a dire fino al 30 settembre 2018.

Sempre da lunedì 16 ottobre verranno modificate le norme di pagamento per i bus turistici superiori a 9 posti. Questi i nuovi ticket:

  • veicoli fino a 8 metri – 40 euro;
  • veicoli compresi tra 8,01 e 10,50 metri – 65 euro;
  • veicoli superiori a 10,50 metri – 100 euro.

Nuovo ticket giornaliero anche per i veicoli per il trasporto alunni dell’asilo, delle elementari e delle medie (per il tragitto casa-scuola e verso i luoghi connessi all’attività didattica):

  • veicoli fino a 8 metri – 15 euro;
  • veicoli compresi tra 8,01 e 10,50 metri – 25 euro;
  • veicoli superiori a mt. 10,50 – 40 euro.

Continuano infine a pagare 5 euro a ingresso (secondo le modalità in atto dal febbraio di quest’anno) i veicoli per le uscite didattiche, d’istruzione e sportive degli alunni di asilo, elementari e medie.

12th ottobre, 2017

Tag:, , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini