Pirelli Winter Sottozero, il test di Motorionline [EPISODIO 2]

Scopriamo le caratteristiche delle gomme che sfidano il freddo

di

Pirelli Winter Sottozero - Il nostro test, lungo strade bellissime quanto impegnative, ci ha permesso di scoprire pregi e qualità delle coperture invernali. Nell'occasione abbiamo testato un prodotto sviluppato appositamente per le auto marchiate Porsche

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Pirelli Winter Sottozero, il test di Motorionline [EPISODIO 2]
Il nostro test delle Pirelli Winter Sottozero

Dall’asfalto “tiepido” di Milano, siamo saliti fino a toccare temperature anche inferiori a zero gradi, dove non solo la eventuale presenza di neve rende più performanti le gomme invernali rispetto alle estive. Su questo però ci concentreremo più avanti, oggi invece vogliamo parlarvi di queste specifiche coperture, che solo i più attenti noteranno essere marchiate “N0”. Non si tratta semplicemente delle Winter Sottozero Serie II, ma di una particolare versione, progettata in modo specifico per le vetture della casa tedesca. Porsche è stato infatti il primo costruttore a richiedere a Pirelli pneumatici specifici.

Era il 1982 e prima tra tutte Porsche chiese pneumatici progettati appositamente per le proprie vetture, riconoscibili per la sigla “N” scritta sul fianco delle neonate P Zero. Una scelta non banale e lungimirante, perché forse per primi avevano capito l’importanza delle scarpe di un’auto e di quanto siano decisive per la guidabilità e per le prestazioni della vettura.

Una scelta ancora più importante quando si parla di coperture invernali. Per una Cayman GTS come questa, non è sufficiente che garantiscano un grip elevato su fondi ghiacciati o innevati, devono superare a pieni voti un test focalizzato su tutte le possibili condizioni in cui ci si può imbattere durante i periodi freddi dell’anno.

Ecco che infatti si sono dimostrate all’altezza su asciutto, bagnato e promettono di durare per un buon numero di chilometri. Ma sono i parametri dove toccano l’eccellenza a renderle tra i migliori prodotti che si possano scegliere. Parliamo di sportività, guida sulla neve e comfort. Anche quest’ultimo fondamentale per una Porsche, da sempre in grado di garantire prestazioni da supersportiva o all’occorrenza veleggiare in pieno relax.

Le abbiamo già messe alla prova sul tratto più eterogeneo del nostro itinerario, passando dai quasi 15 gradi di Milano al freddo che abbiamo trovato salendo anche oltre a quota 2.300 metri, attraverso statali prima dritte e con andature quasi autostradali, dove è emersa la silenziosità del tutto similare ad una gomma estiva, per poi iniziare a salire attraverso un percorso sempre più tortuoso, dove precisione e stabilità sono infinitamente importanti e tema molto delicato parlando di invernali.

Stiamo parlando di una copertura che però ha una spalla bassa e sfrutta molta della tecnologia delle sorelle P Zero, garantendo quindi una precisione alle alte velocità che le rende idonee perfino alla guida in pista, come abbiamo verificato in passato con vetture delle case più sportive e blasonate. Un prodotto dedicato a vetture sportive di fascia alta, che riesce a bilanciare prestazioni, sicurezza e anche rispetto per l’ambiente.

Il battistrada è di tipo asimmetrico, distinto in tre zone. Quella interna è la più efficace nell’espellere l’acqua, al centro troviamo la zona di scorrimento, quella che è più importante in quanto a comfort e piacere di guida, mentre l’area esterna ha tasselli più rigidi e distanziati, per assicurare una aderenza adeguata sulla neve. Non solo Porsche lo ha scelto come primo equipaggiamento per le sue vetture, ma anche numerosi altri costruttori di auto Premium.

Se vi siete persi il primo episodio del nostro viaggio, cliccate qui

Foto: Alessio Sanavio

12th ottobre, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Pirelli Winter Sottozero: Tutte le notizie


Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini