MA-FRA ad Auto e Moto d’Epoca 2017: l’arte del detailing in mostra [VIDEO]

Un disciplina descritta da Marco Mattioli

MA-FRA ad Auto e Moto d'Epoca 2017 – La cura dell'auto secondo il marchio italiano specializzato nel settore
MA-FRA ad Auto e Moto d’Epoca 2017: l’arte del detailing in mostra [VIDEO]

I graffi sull’auto spesso sono legati a un lavaggio non corretto. Da questo presupposto parte Marco Mattioli, CEO dell’azienda MA-FRA, per spiegare il detailing che consente una pulizia ottimale e la massima cura del veicolo.

“Il detailing è una disciplina, mi piace chiamarla disciplina” sottolinea Mattioli, tramite la quale sono spiegati “determinati passaggi atti ad avere le massime prestazioni del prodotto e la massima sicurezza, sia in termini di facilità d’uso, sia in termini di sicurezza della vernice.” Perché, come rimarca lo stesso Responsabile di MA-FRA, un panno o un guanto non ben risciacquato, può produrre anche quei cosiddetti “graffietti”, e si cerca di prevenirli.

La punta di diamante di MA-FRA nella pulizia e nell’attenzione verso il veicolo è Labocosmetica. A un anno dall’introduzione, Marco Mattioli, sottolinea che si tratta di “una divisione di MA-FRA, dedicata a questa cultura, a questa passione che è il detailing.” Per i detailer esistono proprio “prodotti all’avanguardia” e a elevato rendimento, come quelli di “nanotecnologia” o i “sigillanti a lunga durata” citati nell’occasione. Un trattamento può durare un anno o anche oltre, segnala ancora Mattioli e Labocosmetica è nata come divisione per proporre prodotti utilizzabili che rispondessero a precise esigenze. Inoltre, in caso di errore, aggiunge il Responsabile di MA-FRA, “non succede nulla!” Perché, afferma, anche se si creano spiacevoli aloni, si può sempre rimediare e riportare tutto alla brillantezza originaria.

Un’altra parte importante è anche la formazione, tramite la Detailing School. “Corsi specialistici nell’uso e nelle tecniche del detailing” indica poi Mattioli, parlando dell’iniziativa che fornisce le basi tecniche per realizzare al meglio il lavoro.
Assieme al termine disciplina, Marco Mattioli parlando del detailing utilizza anche l’espressione “certificazione ISO”, evidenziando proprio la massima qualità ricercata in ogni operazione effettuata. Il risultato è collegato a specifiche fasi: prelavaggio, lavaggio (con due secchi uno dedicato all’acqua e l’altro a uno specifico sapone), la decontaminazione, l’asciugatura, poi la scelta può variare verso una correzione della vernice o impiegare un protettivo. Diversi passaggi compiuti usando precise tecniche e con un’attenzione particolare, che poi porta a una certa “esaltazione”, fa intuire lo stesso Mattioli, descrivendo l’entusiasmo di chi osserva il risultato ottenuto al termine di ciascun passaggio.

Leggi altri articoli in Accessori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati