Skoda Kodiaq GT: nuova variante prestante del SUV all’orizzonte

Il design potrebbe ispirarsi al Vision E

di

Skoda - Il primo SUV del marchio boemo avrà probabilmente una variante SUV coupè con linguaggio stilistico e prestazioni orientate alla sportività.

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Skoda Kodiaq GT: nuova variante prestante del SUV all’orizzonte
Skoda Kodiaq GT

La gamma Skoda è in continua crescita, in particolare nei segmenti SUV e crossover, i più richiesti negli ultimi anni, ma nell’immediato futuro sono previste sia nuove varianti che nuovi modelli pronti ad abbracciare la gamma stessa. Durante un incontro svoltosi in Cina, il marchio boemo ha svelato i futuri veicoli che in futuro entreranno in produzione.

Tra i modelli presenti nella road map aziendale, mostrata grazie al sito web cinese PCauto, compare il Kodiaq GT: si tratterebbe della variante sportiva del Kodiaq, con una linea SUV coupè in grado di diventare una valida alternativa a BMW X4 e Mercedes GLC Coupè.

Nonostante i dettagli siano al momento limitati, è plausibile l’adozione della piattaforma MQB del Gruppo Volkswagen, oltre a un design che potrebbe trarre ispirazione dal Vision E, prototipo elettrico svelato nell’ultima versione al Salone di Francoforte nel settembre scorso che anticipa la strategia futura di Skoda sull’elettrificazione.

La nuova Kodiaq GT dovrebbe essere inizialmente offerta nel mercato cinese e successivamente anche in altri mercati, inclusa l’Europa, probabilmente con denominazione e motorizzazioni differenti.

3rd novembre, 2017

Tag:, , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Skoda Kodiaq: Tutte le notizie


Lascia un commento





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini