Maserati: eleganza e sportività a Milano AutoClassica 2017 [FOTO]

A6GCS, 3500 GT, Bora e Ghibli MY 2018 fanno bella mostra di sè

Il passato ed il presente di Maserati si incontrano a Milano AutoClassica 2017. Al Padiglione 18 del marchio del Tridente si respirano eleganza e sportività grazie ai modelli esposti da Maserati Classiche.

Maserati – L’eleganza e la sportività del marchio del Tridente fanno capolino all’edizione 2017 di Milano AutoClassica, il Salone che anche quest’anno si propone “di essere un momento di incontro tra gli appassionati di automobili di ieri e di oggi.” Rispettosa di tale scopo, Maserati ha portato in esposizione alla kermesse motoristica milanese tre vetture storiche ed una facente parte della gamma attuale. Nella fattispecie le vetture che Maserati ha deciso di esporre presso il Padiglione 18 rispondono al nome di A6GCS-53, 3500 GT, Bora e Ghibli GranLusso MY 2018.

La Maserati A6GCS-53, diretta evoluzione della famosa A6GCS monofaro, ha le sembianze di una Berlinetta compatta, marcata dalle ruote di dimensioni importanti e dai grandi tubi di scarico a vista che, ancor oggi, è ammirata per la sua aggressività. Realizzata da Pininfarina e presentata al Salone di Torino del 1954, venne costruita solamente in 4 esemplari.

La Maserati 3500 GT del 1957, prima vettura costruita in serie dal marchio del Tridente, fu presentata al Salone di Ginevra nella versione proposta dalla carrozzeria Touring che realizzò un coupé classico di grande eleganza e raffinatezza. Aggiornata nel corso degli anni, restò in produzione fino al 1964 e nei suoi sette anni di vita ne furono costruiti circa 1400 esemplari. Nel 1959 alla versione Coupé venne affiancata la versione scoperta disegnata da Vignale.

La Maserati Bora fece il suo debutto al Salone di Ginevra del 1971 sotto forma di una Coupé a motore posteriore centrale. Il compito della nuova nata fu quello di prendere l’eredità della Ghibli come vettura di punta della Casa del Tridente in tema di prestazioni. Progettata dall’Ing. Giulio Alfieri e disegnata da Giorgetto Giugiaro, venne inizialmente dotata di un propulsore V8 4.7, a cui si affiancò due anni più tardi anche il motore V8 4.9 da 330 cv. Seppur capace di prestazioni eccellenti, la Bora stupì anche per un ottimo comfort di marcia.

Le tre vetture su citate sono curate da Maserati Classiche, organismo della casa del Tridente interamente dedicato alle vetture d’epoca ed alla promozione del grande patrimonio storico dell’Azienda modenese. Oltre alle tre su citate Maserati classiche, il brand del Tridente ha portato in esposizione anche una nuova Ghibli GranLusso MY18 che “reinterpreta il concetto di lusso in una berlina sportiva, accentuando alcuni dettagli esterni e migliorando il comfort di bordo per  guidatore e passeggeri.” 

(photo credit: Maserati)

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati