Pirelli torna in grande stile al Monza Rally Show [INTERVISTA]

Impegno nei campionati nazionali e crescita di giovani i temi caldi

di

Pirelli al Monza Rally Show - Ai nostri microfoni Terenzio Testoni, Responsabile Attività Rally dell’azienda milanese. Abbiamo parlato non solo del ritorno nei WRC nazionali nel 2018, ma anche dei giovani talenti scoperti e cresciuti proprio dalla grande P.

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Pirelli torna in grande stile al Monza Rally Show [INTERVISTA]
Lo stand Pirelli al Monza Rally Show 2017

In occasione del Monza Rally Show 2017 abbiamo avuto il piacere di incontrare Terenzio Testoni, Responsabile Attività Rally di Pirelli. Sebbene la kermesse possa sembrare un evento secondario rispetto ai veri weekend di gara (almeno per la profusione di energie), bisogna ammettere che l’attività svolta dietro il sipario non ha nulla da invidiare ai grandi eventi televisivi cui siamo abituati. Ma fortunatamente tra una chiamata e l’altra all’interno del motorhome Pirelli siamo riusciti a ritagliare del tempo per un’intervista completa sull’operato del brand italiano e del suo futuro nel mondo dei rally.

Dopo un anno di pausa il ritorno ufficiale nel rally. Come mai?

É stato voluto dopo le molte richieste dai mercati locali. Questo perché durante la stagione 2017 ci sono state molte gare all’interno del Campionato del Mondo con anche competizioni nazionali. E proprio in quest’ultimo Pirelli è leader europeo. Il problema dei team nazionali è sorto quando si sono trovati di fronte al fatto di dover sottostare al regolamento FIA, con pneumatici omologati solo per l’anno in corso. Quando a malincuore abbiamo visto i nostri clienti andare con altri competitors abbiamo capito che invece dovevamo dare una risposta immediata e fornire un servizio a tutto tondo. A far aumentare ulteriormente questa nostra convinzione è stata Ford con il Junior WRC, con la possibilità di rientrare come fornitore ufficiale. E così dopo la nostra conferma nei Junior europei e nazionali ci è sembrato doveroso partire dall’alto e poi toccare anche gli ambienti che sfornano i talenti del futuro.

Un impegno costante quello di Pirelli con i giovani talenti, come si spiega ciò?

Quando nacque il campionato R2 Junior noi di Pirelli già c’eravamo. E se si va a guardare ai numeri, il successo ottenuto da tale serie è innegabile. Dopo un paio d’anni di pausa Ford ha richiesto la nostra presenza, cercando di tornare alle origini del format. In più Pirelli può vantare tanti contatti nelle serie nazionali, potendo così promuovere i migliori piloti nello Junior, che è lo step successivo. È un beneficio da entrambi i lati: si crea un collegamento tra campionati nazionali, europei e mondiali in quanto chi corre conosce già la nostra gomma, il che è un notevole vantaggio. E così Pirelli ha la possibilità di scoprire i più forti e portarli sempre più in alto, sino al WRC.

In che modo premierete il miglior Junior?

Con una vettura offerta da Ford per la stagione 2019 e completa di fornitura Pirelli. Un bonus condiviso tra le due aziende che permette al pilota di beneficiare di un’ottima vettura completa in ogni parte. Il nostro scopo finale non è solo la ricerca del pilota più forte ma anche il suo proseguo. In pratica lo accompagniamo nella crescita e nel passaggio da una categoria all’altra. Altrimenti sarebbe solo una buona idea lasciata a metà.

Prevedete un’ingresso nel WRC+?

Sicuramente non per il 2018. Al momento guardiamo ai campionati nazionali anche perché l’ingresso nella massima serie richiede di vincolarsi ad un team ufficiale, ma al momento nessuna è disponibile per accordi già presi con altri fornitori, almeno per altre due stagioni. Avremmo potuto provare con le squadre private, ma il rischio in sé rimane troppo alto.

Ci saranno delle mescole nuove per la stagione che verrà?

Abbiamo fatto un upgrade di prodotto rispetto al 2017, in base alle esigenze dei mercati (clicca qui per maggiori dettagli, ndr). Entriamo con una gomma per la terra rivisitata e migliorata, così come per quella da neve. Lo pneumatico per asfalto è molto simile a quello dei campionati nazionali. Questo perché non vogliamo stravolgerne i punti forti, dando uno svantaggio ai piloti che corrono le tappe nazionali sebbene ciò aumenterebbe i dati in nostro possesso. Vogliamo anzi favorire questo livello di clientela e costruire il miglior set di gomme da rally in base ai loro feedback.

30th novembre, 2017

Tag:, , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini