Aston Martin, la Valkyrie alla 24 Ore di Le Mans? Il CEO Palmer: “Sarebbe interessante”

L'apertura del marchio inglese è però legata al cambio di regolamento

Aston Martin Valkyrie 24 Ore Le Mans - Se in futuro la FIA dovesse modificare il regolamento LMP1 aprendo la partecipazione alle auto da corsa derivate dai modelli di produzione Aston Martin, come affermato dal CEO Andy Palmer, valuterebbe il suo ingresso nella competizione con la Valkyrie.
Aston Martin, la Valkyrie alla 24 Ore di Le Mans? Il CEO Palmer: “Sarebbe interessante”

L’amministratore delegato di Aston Martin, Andy Palmer, ha affermato che sarebbe molto interessato a vedere l’hypercar Valkyrie scendere in pista per competere alla 24 Ore di Le Mans.

Nel corso di un intervista rilasciata alla rivista inglese Autocar, Palmer ha chiarito che la classe LMP1 del motorsport, com’è impostata attualmente, non interessa ad Aston Martin. Tuttavia se la FIA modificherà i regolamenti consentendo la partecipazione alle vetture da corsa derivate dai modelli di produzione, il marchio britannico prenderebbe in seria considerazione la possibilità di partecipare in prima linea.

Il numero uno di Aston Martin ha affermato: “Il mio punto di vista personale è molto chiaro: Aston Martin non gareggerà mai in una categoria di prototipi perché questo non ha alcuna rilevanza per la nostra strategia. Ma se permettessero di correre alle vetture da corsa derivate ​​dalle macchine di serie la cosa interesserebbe molto noi e, sospetto, anche i nostri fan“.

Lo stesso Palmer prosegue così: “Immaginare la nostra Valkyrie gareggiare con rivali come la McLaren P1 e LaFerrari sarebbe un grande spettacolo per gli appassionati“.

Se Aston Martin centrerà i suoi obiettivi prestazionali con la Valkyrie AMR Pro, versione solo per la pista della hypercar britannica, un eventuale variante da corsa per la 24 Ore di Le Mans sarà senz’altro veloce quanto i prototipi LMP1. Non è un mistero infatti che Aston Martin sostenga che la Valkyrie AMR Pro sarà in grado di girare in pista riuscendo ad offrire tempi in linea con quelli delle moderne monoposto di Formula 1.

Leggi altri articoli in Motorsport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati