Volvo Drive Me: il progetto di ricerca nello sviluppo della guida autonoma

Un ruolo importante sarà svolto dalle famiglie svedesi

Volvo - Le famiglie svedesi contribuiranno allo sviluppo della guida autonoma grazie a Drive Me, il progetto di ricerca essenziale della casa svedese, che entro il 2021 commercializzerà auto con tale tecnologia.
Volvo Drive Me: il progetto di ricerca nello sviluppo della guida autonoma

Impegnata da diversi anni nello sviluppo della guida autonoma, da oggi Volvo si avvarrà delle famiglie svedese per affinare tale tecnologia. Tramite il loro contributo, che consiste nel collaudare le auto sulle strade pubbliche di Goteborg, saranno comunicate le impressioni agli ingegneri.

Le prime due famiglie, ovvero gli Hain e i Simonovski (residenti nell’area di Goteborg), sono stati consegnati due esemplari di XC90, SUV di lusso che verranno utilizzati nell’ambito del progetto Drive Me, che successivamente vedrà coinvolte altre famiglie per un totale di 100 persone coinvolte nel progetto di ricerca. Volvo prevede di lanciare sul mercato vetture con guida autonoma entro il 2021 e i dati raccolti attraverso il progetto Drive Me avranno un ruolo fondamentale nella realizzazione di queste automobili dotate di tale tecnologia.

“Drive Me è un progetto di ricerca importante per Volvo Cars”, ha spiegato Henrik Green, Senior Vice President della divisione R&S di Volvo. “Prevediamo di ottenere moltissime informazioni grazie al coinvolgimento di queste famiglie e utilizzeremo le loro esperienze per indirizzare lo sviluppo della nostra tecnologia di guida autonoma, così da essere in grado di offrire ai nostri clienti vetture totalmente autonome entro il 2021”.

Le XC90, equipaggiate con le più recenti tecnologie di assistenza alla guida sviluppate da Volvo, saranno guidate dagli utenti che dovranno guidare tenendo le mani sul volante e sovrintendendo alle manovre di guida in ogni momento durante l’utilizzo delle rispettive vetture. Col passare del tempo tutti gli utenti del progetto Drive Me saranno introdotti all’utilizzo di vetture equipaggiate con sistemi di assistenza alla guida sempre più avanzati, solo dopo un’adeguata preparazione.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati