BMW M3 2020: sorpreso un esemplare in fase di sviluppo [FOTO SPIA]

Sotto il cofano figurerebbe un potente 3.0 litri sei cilindri

BMW M3 2020 – Prime foto dedicate a un esemplare di prova della prossima berlina sportiva legata alla nuova Serie 3 e firmata dal reparto Motorsport

Sono soprattutto i quattro terminali di scarico alla base del paraurti, completamente avvolto dalla veste camouflage come il resto della carrozzeria, ad aver attratto l’attenzione e fatto sorgere il sospetto che, la vettura ritratta, possa essere un esemplare di valutazione della futura BMW M3.

Al momento la vettura sarebbe nota all’interno con il nome in codice G80 e dovrebbe seguire, a un anno di distanza, la prossima generazione BMW Serie 3, conosciuta con la sigla G20, la cui fase di sviluppo risulterebbe più avanzata in questo periodo.
In base ai rumors e alle ipotesi affiorare sino ad ora, la prossima BMW M3 dovrebbe essere spinta ancora da un sei cilindri bi-turbo contrassegnato dalla M di Motorsport, caratterizzato anche dal raffinato sistema d’iniezione ad acqua già presentato all’introduzione dell’esclusiva M4 GTS, che potrebbe generare una potenza massima similare proprio a quella dell’accennata sportiva in versione limitata, producendo 500 cavalli e 600 Nm di coppia massima. L’unità potrebbe essere abbinata a una trasmissione automatica sette rapporti, proponendo prestazioni elevate. Probabilmente favorita da un’ottimizzazione delle masse e un peso maggiormente contenuto, grazie all’impiego di leghe leggere e fibra di carbonio. Ma potrebbe esserci anche una variante equipaggiata con cambio manuale, per gli amanti di un certo stile di guida. Così come si vocifera di una possibile versione caratterizzata da un sistema di supporto ibrido. Però, in ogni caso, è doveroso il condizionale.

Si può supporre un’evoluzione stilistica, in linea con quanto visto sulla più recente produzione. In questo caso si può immaginare un aspetto ben più grintoso della prossima Serie 3, caratterizzato da generose prese d’aria frontali, splitter, minigonne, spoiler, e una muscolosa zona posteriore con gli accennati quattro terminali. Tanti elementi da supporre, considerando l’esemplare fotografato. Oltre alla veste camouflage, appaiono solo accennate le prese d’aria e lo stesso doppio rene. Inoltre gli stessi fari, al momento, non sembrano fornire altri spunti o anticipazione sul design dei gruppi ottici.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati