Nuova Skoda Kodiaq: più spazio e comfort per tutta la famiglia [VIDEO TEST DRIVE]

Tanto spazio e vani portaoggetti, con prezzi a partire da 24.250€

Nuova Skoda Kodiaq 2.0 TDI 150CV Style 4WD - Prova su strada - Un modello completamente nuovo per la casa boema, che unisce praticità, robustezza e tanto spazio ad un prezzo davvero concorrenziale e interessante.
Nuova Skoda Kodiaq: più spazio e comfort per tutta la famiglia [VIDEO TEST DRIVE]

Non serve molto per capire come mai il nuovo SUV di Skoda erediti il nome da una particolare razza di orso bruno: è grossa, ingombrante, spaziosa, robusta e con un design che di certo non vuole nascondere le dimensioni XXL. Si ritrovano subito dei passaruota imponenti, un cofano lungo e decisamente alto, con un posteriore che appare davvero voluminoso a causa della terza fila di sedili. Un SUV che ricerca però più la praticità che il colpo d’occhio, una vettura più funzionale che d’effetto, adatta a chi ricerca tanto spazio per la propria famiglia senza badare particolarmente all’estetica. Possiamo quindi capire che l’obiettivo di Skoda è quello di posizionare la nuova Kodiaq in quella fetta del mercato che nel passato era stata occupata dai monovolume e minivan, adeguandosi alle attuali tendenze nel preferire una tipologia di carrozzeria da SUV, rialzata da terra e con forme più sportive.

Design e Interni:  ★★★★☆ 

Look sobrio ma non per questo scontato, poco riuscito il posteriore 

Chiaro il richiamo al mondo VW da cui eredita molto sia fuori che dentro. Ritroviamo tutti quegli elementi stilistici che caratterizzano la gamma di modelli di Skoda, partendo dalla griglia frontale dal motivo verticale e cromata, che nasconde al suo interno i sensori di prossimità e la telecamera frontale. Tante le nervature della carrozzeria realizzate con lo stampaggio a caldo dei pannelli, sia sul cofano che per tutta la fiancata, alleggerendone la vista laterale. Sia al frontale che nel retro, tutte le linee si sviluppano in modo orizzontale, per ampliarne l’aspetto e garantire più possanza sulla strada. Tecnologia Full-Led sia al frontale che nel posteriore, con fari anteriori adattivi dotati di abbaglianti automatici, che illuminano a dovere anche in condizioni di buio totale. Siamo tuttavia poco soddisfatti del posteriore che intacca un’estetica complessivamente ben riuscita a causa di una forma e posizione non azzeccata dei gruppi ottici, che conferiscono un aspetto un po goffo a causa anche di una nervatura un po fuori luogo che percorre il portellone sotto al lunotto posteriore. D’obbligo poi i cerchi da 19″ che riempiono a dovere gli enormi passaruota, vestendo pneumatici 235/50 che attutiscono però non perfettamente le asperità.

Interno: spazio in abbondanza con più di 27 vani portaoggetti e materiali di livello

Si arriva al punto forte della nuova Kodiaq, che ospita senza grossi problemi fino a 7 passeggeri coi suoi 2790 mm di passo e 4700 mm di lunghezza. Tutto lo spazio che si desidera in ogni direzione, con circa 1900 mm di larghezza che permettono ai 3 passeggeri posteriori di viaggiare senza toccarsi più di tanto con le spalle. Leggermente sacrificati i 2 passeggeri che siedono nell’ultima fila di sedili, optional da 970 euro, ma inevitabile se si deve far fronte ad una famiglia numerosa. Con tutti e 27 i vani di cui parla Skoda, si potrà organizzare perfettamente il carico durante i viaggi, col rischio però di dimenticarsi dove si colloca qualcosa. Altro punto forte è sicuramente il bagagliaio che fa segnare valori da record, partendo da 270 litri in configurazione 7 posti (quanto basta per un week end fuori porta), salendo a 650 litri con 5 posti alzati e culminando a quota 2000 litri con la seconda fila di sedili abbattuta, praticamente come un furgone. Soffermandoci poi sulla qualità dei materiali e delle sedute, rimaniamo sorpresi dall’attenzione per i dettagli riposta dai designer di Skoda, che catturano i passeggeri con materiali neri lucidi a contrasto con superfici opache, saggiamente accoppiate per restituire ottime sensazioni alla vista. Anche il tatto vuole la sua parte, con sedili di livello che sfoggiano un duplice materiale, pelle nappa nera e tessuto scamosciato al centro, che rendono praticamente premium l’abitacolo. La plancia appare ordinata e ben impostata, con uno sviluppo prevalentemente orizzontale al centro del quale si pone l’infotainment Amundsen da 8 pollici (di serie fin dalle versioni base il sistema da 6,5 pollici). Tutto è dove deve essere, con tasti fisici dove li si richiede come ad esempio per le regolazioni del clima automatico o le shortcut fisiche per rimandare alle pagine specifiche dell’infotainment.

Anche all’interno si respira aria Volkswagen ma con un’impostazione e colorazioni che probabilmente superano ciò che la cugina tedesca può offrire, soprattutto in termini di praticità, con un certo tocco di eleganza donato dalle plastiche lucide e rifinite con un semplice ma azzeccato motivo grigio a contrasto. Plastiche che appaiono un po dure dove non si arriva solitamente con la mano, quindi in basso e in prossimità delle superfici vetrate, mentre nelle zone di maggior contatto sono state sapientemente collocate plastiche soft touch e pelle, per conferire maggior prestigio a tutto l’interno. Ciliegina sulla torta la si ritrova nella decorazione luminosa dell’abitacolo, con strisce Led multicolore che seguono i profili delle 4 portiere. Praticità appunto che si ritrova nelle molteplici soluzioni intelligenti che da sempre caratterizzano i modelli del marchio boemo: doveroso menzionare la torcia estraibile dal bagagliaio, così come le paratie proteggi portiera che fuoriescono all’apertura di queste o i vani porta ombrello situati nelle portiere anteriori. Interessante anche il vano situato nel tunnel centrale che blocca le bottiglie consentendo di aprirle con una sola mano, per non parlare della palettina per togliere la brina che si ritrova nello sportello del carburante. Continuando ad elogiare la praticità che si ritrova a bordo, è sicuramente da menzionare il comodo climatizzatore trizona che permette ai passeggeri di settare autonomamente la temperatura e l’intensità dell’aria. La seduta posteriore è inoltre regolabile in profondità e nell’inclinazione dello schienale, che si divide secondo una proporzione 60-40, facilmente abbattibile anche dal portellone grazie alle apposite leve. Altra soluzione intelligente per il vano bagagli è l’apposita collocazione della cappelliera qualora si decidesse di viaggiare in 7, scomparendo sotto al doppiofondo del bagagliaio.

Comportamento su Strada:  ★★★½☆ 

Docile e pacata, con una marcia fluida e non particolarmente goffa

Spostare i suoi oltre 1700 kg di peso non è certo facile, ma l’accoppiata del 2.0 TDI con il cambio DSG svolge a dovere il lavoro. La vettura appare anche sorprendentemente agile grazie alla nuova piattaforma modulare MQB (la stessa impiegata per la Golf 7 e 7.5) che insieme alla trazione integrale rende composta e fluida la marcia, non di certo sportiva ma nemmeno così goffa come si potrebbe pensare osservando le dimensioni della Kodiaq. Il Drive Mode Select, disponibile solo con trazione integrale, ci permette di regolare il comportamento della vettura secondo 5 diverse modalità che intervengono sullo sterzo, sospensioni, erogazione della potenza e intervento dei sistemi di sicurezza. In modalità sport l’assetto si irrigidisce così come lo sterzo e la risposta del motore su fa più vigorosa e immediata, rendendo quasi godibile la guida della voluminosa vettura anche nel misto stretto, sicuramente una caratteristica non da poco per questo tipo di auto. Innegabile che le dimensioni importanti e le forme della carrozzeria rendano difficile lo spostamento e le manovre soprattutto in città, costringendo gli acquirenti ad optare sicuramente per le telecamere a 360 gradi (Area View Pack da 800€), che mostrano a dovere gli ingombri della macchina facilitando notevolmente la vita. Gli innumerevoli sistemi di assistenza alla guida fungono da angelo custode durante la marcia, segnalandoci qualsiasi tipo di pericolo, dal superamento della linea di corsia, alla presenza dei pedoni, passando per il monitoraggio dell’angolo cieco posteriore o aiutandoci in frenata rilevando un pericolo frontale. Davvero interessaste il sistema di mantenimento della corsia che in abbinato al Cruise control adattivo interviene sul volante per circa 20 secondi, richiedendovi poi di riprendere il controllo del veicolo. Non perfetto il comportamento delle sospensioni, che appaiono piuttosto rigide anche in modalità comfort, evidenziando fin troppo le asperità più pronunciate e facendo percepire nell’abitacolo alcuni rumori indesiderati.

Motore e Prestazioni:  ★★★½☆ 

Ormai collaudata la simbiosi fra il 2.0 TDI e il cambio DSG, eccessiva la trazione integrale

La motorizzazione in prova, il 2.0 TDI da 150 CV e 320 Nm di coppia, abbinato al cambio DSG a 7 rapporti è sicuramente la scelta più gettonata dal nostro mercato, nonché la migliore per spostare e vivere la nuova Skoda Kodiaq. Adeguata la spinta fin da bassi giri, che si rivela corposa e importante anche a regimi alti, così da spostare senza grosse problematiche la stazza della vettura. Propulsore che appare leggermente rumoroso solo a seguito di accelerazioni brusche e violente, ma nulla di trascendentale. Il cambio DSG sceglie sempre la marcia migliore per ogni situazione, modificando significativamente il proprio comportamento a seconda della modalità selezionata: in eco, stacca la frizione quando si rilascia l’acceleratore procedendo per inerzia e risparmiando carburante. In modalità Sport completa l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 10,2 secondi, per una velocità massima di 194 km/h. Sempre ai fini del risparmio di carburante troviamo eccessiva la presenza della trazione integrale, a patto che non si percorrano spesso dei tratti fuoristrada o non si viva in zone particolarmente nevose. Tra le altre motorizzazioni troviamo un propulsore TSI turbo benzina da 1.4 litri di cilindrata e 125 CV, che appare leggermente sottodimensionato per la vettura, oppure un’unità più potente diesel sempre 2.0 L di cilindrata ma portato a 190 CV. Solamente le meccaniche diesel possono essere abbinate al cambio automatico DSG, alla trazione integrale o eventualmente ad entrambe come nel nostro caso.

Consumi e Costi:  ★★★½☆ 

Si parte da 24.250 per il 1.4 TSI salendo fino a quasi 40.000 per la versione top di gamma

Partendo dai consumi, anche con l’utilizzo della modalità Eco non si riesce a registrare valori migliori di 12 km/l nei tratti urbani, che salgono a 16 km/l nei tratti extraurbani e si soffermano su circa 14 km/l percorrendo tratti autostradali. La trazione integrale e la stazza della vettura incidono significativamente sui consumi ma rispecchiamo sostanzialmente quelli delle altre vetture di pari categoria. Anche il prezzo comunque si rivela essere uno dei punti forti della Kodiaq, con cifre d’attacco di 24.250 euro per l’ 1.4 TSI da 125 Cv nell’allestimento Active, già discretamente ricco con sistema infotainment da 6,5 pollici, Apple CarPlay, Android Auto, Bluetooth, cerchi da 17″, front assist e Hill Hold Assist. Salendo di 2400 euro si trova l’allestimento Ambition, poi Executive per altri 1400 euro. Al vertice della gamma, per altri 1400 euro si trova l’allestimento Style, già estremamente ricco di tutto il necessario e forse dotato di alcuni optional anche non particolarmente utili. Il prezzo di partenza per il diesel 2.0 TDI 150 CV a trazione anteriore e DSG è di 30.250 euro, mentre per la trazione integrale si sale a 34.650 euro.  La vettura in nostra prova, il 2.0 TDI 4×4 DSG 150CV Style, con l’aggiunta di alcuni optional ferma le cifre a circa 43 mila euro.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Prezzo concorrenziale, abitabilità e spazio interno, qualità di finiture e materiali.Consumi, molti gli optional a pagamento, design del posteriore.

Skoda Kodiaq 2.0 TDI 150 CV 4×4 DSG Style: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★½☆ 
Accelerazione:★★★☆☆ 
Ripresa:★★★☆☆ 
Cambio:★★★★½ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★½☆ 
Comfort:★★★★½ 
Infotainment:★★★★½ 
Abitabilità:★★★★★ 
Bagagliaio:★★★★★ 
Posizione di guida:★★★½☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Prezzo:★★★★½ 
Design:★★★★☆ 
Finitura★★★★☆ 
Piacere di guida:★★★☆☆ 
Consumi:★★★☆☆ 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati