Jaguar Land Rover al CES 2018: in evidenza l’interconnessione

Lo sviluppo di tecnologie per Veicoli Connessi e Autonomi (CAV)

Jaguar Land Rover al CES 2018 – Collegamenti ultra-veloci e un'elevata comunicazione sono elementi cardine della visione altamente tecnologica delle future vetture Jaguar Land Rover
Jaguar Land Rover al CES 2018: in evidenza l’interconnessione

QualcommⓇ SnapdragonTM 820Am rappresenta la piattaforma sulla quale è prospettata la “connettività ultraveloce ed ultra efficiente”, oltre all’interazione sempre più rapida tra uomo e macchina, delle future vetture Jaguar Land Rover.

Le due realtà britanniche ne offrono un’anticipazione proprio al CES 2018 di Las Vegas, l’importante appuntamento dedicato all’elettronica di consumo, proponendo la loro idea di comunicazione sempre più immediata tra individui, veicoli e realtà circostante. La citata piattaforma risulta il cardine di questo dialogo, “progettata per incrementare l’intelligenza e la “consapevolezza” del veicolo, a tutto vantaggio della sicurezza su strada”, come sottolineato nell’occasione. Connessione e intrattenimento sono in evidenza, contando anche sulla risoluzione e la grafica proposta dagli schermi.

All’evento di Las Vegas sono presenti diversi partner impegnati assieme a Jaguar Land Rover in questo percorso che punta a una connessione sempre più potente, così come ad un’elevata autonomia di movimento. Panasonic, ad esempio, propone la soluzione Touch Pro Duo studiata con Jaguar Land Rover. Rappresenta “un vero maggiordomo digitale” già presente su Range Rover Velar, Range Rover e Range Rover Sport. La collaborazione con Cloud Car, poi, ha permesso dare forma a “una soluzione di infotainment basata sul cloud”.
Non si dimentica la sicurezza dei dati, in questo caso LISNR rappresenta il partner dedicato e al CES mostra “la sua soluzione data-over-audio, che trasmette dati a tutti i dispositivi connessi a breve raggio e in completa sicurezza.” Tra i nomi segnalati anche Gentex, con cui lavora Jaguar Land Rover per “incorporare il sistema HomeLink Connect nelle app di InControl, onde offrire al guidatore la possibilità di controllare i dispositivi installati nella sua abitazione tramite lo schermo di infotainment.” Inoltre è mostrato anche il Full Display Mirror, un sistema che amplifica la visione posteriore tramite l’invio di immagini colte da un visore retrostante direttamente su un LCD integrato. La guida autonoma, poi, è legata al lavoro con Quanergy, che propone LiDAR e diversi altri sensori oltre a una tecnologia 3D Aware Smart Sensing mostrata all’evento del Nevada. Quindi Mycroft AI, tra le diverse start-up di Jaguar Land Rover, espone il primo digital assistant open source del mondo, ovvero un software dalla spiccata intelligenza.

L’appuntamento del CES offre, dunque, un’ampia prospettiva dedicata all’innovazione e lo stesso Nick Rogers, Executive Director, Product Engineering di Jaguar Land Rover, sottolinea come la tecnologia migliori la stessa esperienza di guida, e nel caso delle due realtà britanniche il rapporto con Quadcomm Technologies rappresenti “un ottimo esempio.” Un legame che converge sulla piattaforma automotive Snapdragon 820Am, esaltando diversi aspetti e potenzialità delle vetture Jaguar Land Rover.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati