Nissan Qashqai MY2017, la regina dei C-Suv si affina [VIDEO PROVA SU STRADA]

Pochi ritocchi, per restare in testa nelle vendite

di

Nissan Qashqai My2017 - Nel 2007 ha creato un genere, da 10 anni domina il segmento. La Nissan Qashqai è recentemente stata aggiornata ed è sempre più intenzionata a mantenere il suo ruolo di leader

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Nissan Qashqai MY2017, la regina dei C-Suv si affina [VIDEO PROVA SU STRADA]
Nissan Qashqai

Ve la abbiamo mostrata qualche giorno fa in una “prova doppia”, più che una comparativa, dove abbiamo messo in luce le differenze rispetto alla nuova Skoda Kodiaq (qui trovate articolo e video), ora torniamo a parlare della nuova Nissan Qashqai, per raccontarvi nel dettaglio cosa cambia con la MY2017. Si tratta di un prodotto indubbiamente di successo, che ha sempre saputo però cambiare e migliorarsi, cosa che le ha permesso di essere il riferimento nel suo segmento, ancora oggi. La abbiamo vista per la prima volta a Ginevra lo scorso mese di marzo, dove peraltro ci eravamo recati proprio con una Qashqai, abbiamo avuto poi l’occasione di provarla in anteprima a giugno (qui trovate articolo e video di Lorenzo Bellini), a fine anno siamo poi riusciti a testarla di nuovo, questa volta in modo più approfondito.

Il restyling è leggero sia dal punto di vista estetico che negli interni, ma gli interventi sono molti e riguardano un po’ tutta la vettura, insonorizzazione inclusa. Il prossimo anno arriveranno poi ulteriori novità, alcune delle quali avremmo avuto piacere di vedere da subito, come la compatibilità con Android Auto ed Apple CarPlay, ad oggi non ancora disponibili. Arriveranno però insieme al Pro Pilot, che promette di portare la Qashqai al vertice di categoria anche dal punto di vista dei sistemi di assistenza alla guida.

Design e Interni:  ★★★★½ 

Un po’ più di carattere per il frontale, si conferma un equilibrio generale

Il restyling della MY2017 riguarda soprattutto il frontale, con i rinnovati gruppi ottici con firma luminosa a boomerang, che possono essere di tipologia LED ed integrare il sistema AFS (Adaptive Front Lightning System).

Stessa forma per quelli posteriori, per il resto troviamo tanti piccoli ritocchi, come le prese d’aria più evidenti e che rendono il carattere più aggressivo. L’altra novità rilevante è la “V” cromata sulla calandra, sempre più marcata e visibile. La mascherina “V Motion” non è però l’unico tocco di sportività, perché troviamo elementi rivisti anche nella parte posteriore della vettura, che guadagna un paraurti che simula la forma di un estrattore d’aria nella sua porzione inferiore.

Nell’insieme le novità producono minime variazioni negli ingombri, con una lunghezza che ora tocca quota 439 cm, 17 mm in più di prima. Confermate invece la larghezza e l’altezza, di 181 e 159 cm. Ulteriori novità riguardano poi colorazioni aggiornate e cerchi con un nuovo design, disponibili in misure da 17 a 19 pollici.

Interno: Volante più sportivo e dettagli migliorati, in qualità e non solo

Dentro invece le dimensioni sono identiche, come anche la capacità del bagagliaio, che varia da 430 fino a 1.585 litri a sedili abbattuti.

Gli interventi dedicati alla MY2017 riguardano invece i nuovi sedili, ora più comodi e meglio rifiniti, oltre che il nuovo volante, tagliato nella parte bassa.

La Qashqai è stata poi oggetto di un attento studio, per migliorarne ergonomia e praticità. Così, ad esempio, il fondo del baule può far posto alla cappelliera quando non la si usa, ma può essere anche ribaltato per trasportare oggetti che potrebbero sporcarne il rivestimento. La vetratura laterale è stata poi aumentata nel suo spessore, per garantire una insonorizzazione migliore.

Aggiornato il sistema di infotainment Nissan Connect, che offre una nuova grafica, a tutto vantaggio di leggibilità e intuitività nel suo utilizzo. Offre ora anche la radio digitale DAB, ma è un po’ strana, come già abbiamo accennato, la scelta di non introdurre da subito compatibilità con Apple CarPlay ed Android Auto, che dovrebbe arrivare a breve però.

Identica per il resto a se stessa anche negli interni, la Qashqai guadagna però una qualità percepita più elevata, grazie a finiture e materiali migliorati, ma anche nuove bocchette del sistema di climatizzazione, per chi siede dietro.

Comportamento su Strada:  ★★★★☆ 

Una conferma, con sempre più comfort e piacere di guida

Al volante si nota subito una silenziosità da lode, merito di interventi mirati, come l’adozione di nuovi vetri, con uno spessore che sale da 3,15 mm a 3,85. Per il resto la Qashqai si guida bene, è sicuramente più rigida ed impostata di tanti altri SUV, con un inserimento in curva in cui il rollio è molto contenuto ed offre una buona tenuta di strada. Non mancano importanti aiuti alla guida in tema sicurezza attiva e passiva, come il Rear Cross Traffic Alert oppure l’Around View Monitor, o monitoraggio della vettura a 360°, ma le vere chicche arriveranno nel corso di quest’anno, con la tecnologia di guida semi-autonoma ProPilot, che pensa a gestire il controllo di corsia, il cruise control attivo ed il Traffic Jam Pilot, che in presenza del cambio automatico gestisce anche arresti e ripartenze da fermo. Già oggi la Qashqai è comunque dotata di un sistema di frenata automatica e di riconoscimento dei pedoni.

Sale il comfort quindi, vuoi per la migliore insonorizzazione, ma anche per una miglior qualità della vita a bordo, in termini di ergonomia, materiali scelti e dotazione. Il piacere di guida resta quello che ha consentito alla Qashqai di essere la regina del suo segmento, dove oltre una vettura su dieci vendute è proprio uno dei C-SUV di Nissan.

Motore e Prestazioni:  ★★★★☆ 

Il top di gamma con trazione integrale intelligente, solo con cambio manuale

A listino per la Qashqai troviamo quattro motorizzazioni, due a benzina e due diesel, con potenze comprese tra 110 e 163 cavalli. Le più interessanti, inutile nasconderlo, sono quelle a gasolio. Diciamo che il più potente 1.6 a benzina potrebbe stuzzicare i più sportivi con i suoi oltre 160 cavalli, mente il 1.200 DIG-T convincerà qualcuno grazie al risparmio di 2 mila euro circa rispetto all’unità a gasolio, ma i best seller solo i dCi da 1.5 e 1.6 litri. Il primo è un motore che non ha bisogno di grandi presentazioni, è una unità super collaudata, in grado di convincere Mercedes ad infilarla nei prestigiosi cofani di molti suoi modelli, capace di 110 cavalli vivaci, una buona coppia e consumi da record. Per chi invece desiderasse la trazione integrale, o semplicemente qualcosa in più in termini di prestazioni, il “millesei” rappresenta una valida alternativa. I circa 2 mila euro aggiuntivi si traducono in un piacere di guida maggiore, grazie ai ben 60 Nm aggiuntivi (320 contro 260), erogati sempre a 1.750 giri, mentre la potenza raggiunge quota 130 cavalli. In caso di trazione 2WD si può poi optare per la trasmissione CVT (X-Tronic, + 1.500 euro), mentre questa 4WD che abbiamo provato è disponibile unicamente con cambio manuale.

Il giudizio sul motore è più che positivo. Si tratta del più potente a gasolio, con i suoi 130 cavalli, erogati a 4.000 giri e che spingono bene. Questa Qashqai ha sempre tanta coppia a disposizione, a qualsiasi regime, con una buona progressione anche agli alti. Sarebbe stato perfetto con la trasmissione automatica, che però, come detto non è abbinabile alla trazione integrale. Poco male direbbe qualcuno, perché il cambio a variazione continua non è proprio il miglior automatico che si possa trovare sul mercato, mentre questo 6 marce manuale è un bel cambio, con innesti precisi e ben distanziati, mentre il pedale della frizione non è affatto pesante. Quanto invece al sistema di trazione a quattro ruote motrici, è di tipo intelligente, dato che si inserisce solo quando è necessario, se configurato in “Auto”, mentre è possibile bloccare le 4WD se lo si desideri, magari nelle condizioni un po’ più estreme, dove è necessario un grip elevato.

Consumi e Costi:  ★★★★☆ 

Da meno di 21 mila euro agli oltre 37 mila di questa ricchissima configurazione

La Nissan Qashqai parte da 20.950 euro, per la 1.2 DIG-T 115 Visia, fino ai 37.150 proprio della versione da noi provata, dotata del propulsore 1.6 dCi da 130 cavalli e 4WD, in allestimento Tekna+. Una configurazione davvero molto ricca, al punto che nulla si paga come optional, eccezion fatta per la verniciatura metallizzata. Tutto il resto, dai rivestimenti in pelle al tetto panoramico, è tutto incluso nella dotazione di serie. Resta comunque un prezzo impegnativo, ma “nel mezzo” del listino della Qashqai troviamo forse le versioni più interessanti, come la 1.5 dCi a trazione anteriore, che parte da 22.970 euro, ad esempio, in allestimento Visia. Si sale poi attraverso le opzioni Acenta, Business, N-Connecta, Tekna e Tekna+. Quest’ultimo fa salire il prezzo fino a 33.200 euro.

Per quanto riguarda i consumi, il dato dichiarato è di 4.9 l/100 Km, mentre noi abbiamo rilevato un valore medio durante il nostro test prossimo ai 15 Km/l, che diventano però anche 17-18 con una condotta di guida più attenta o ad andature costanti in autostrada. In questo ha un ruolo positivo la trazione integrale di tipo intelligente, come abbiamo detto. Grazie ai ben 65 litri del serbatoio, l’autonomia è quindi importante, con un valore potenzialmente oltre quota 1.100 Km.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Look accattivante, si conferma e migliora da molti punti di vista.Trasmissione automatica non abbinabile alle 4WD, allestimento Tekna+ molto ricco, ma impegnativo nel prezzo.

Nissan Qashqai 1.6 dCi 130 4WD Tekna+: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Accelerazione:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★★☆ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★☆ 
Comfort:★★★★☆ 
Infotainment:★★★½☆ 
Abitabilità:★★★★☆ 
Bagagliaio:★★★★☆ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★½ 
Finitura★★★★☆ 
Piacere di guida:★★★★☆ 
Consumi:★★★★☆ 

13th gennaio, 2018

Tag:, , , , , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Nissan Qashqai: Tutte le notizie


Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini