Dacia Sandero Stepway Brave GPL , economica ma con stile [VIDEO PROVA SU STRADA]

Look, dotazione e piacere di guida, per il best seller di Dacia

di

Dacia Sandero Stepway GPL È la terza motorizzazione, oltre a diesel e benzina e si prospetta come la più economica per il costo chilometrico. Il piccolo tre cilindri da 900 cc è brillante oltre che parco, mentre la dotazione è davvero ricca, soprattutto alla luce di un prezzo contenuto

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Dacia Sandero Stepway Brave GPL , economica ma con stile [VIDEO PROVA SU STRADA]
Dacia Sandero Stepway GPL

La Sandero vale da sola il 40% delle vendite di Dacia in Italia, almeno così è stato nel 2016. Di queste, oltre due terzi sono proprio in versione Stepway, un allestimento che consente di avere nella dotazione di serie molto interessante ed un look tutt’altro che da spenta low cost. Tra gli accessori interessanti troviamo ad esempio il navigatore, il cruise control e molto altro, cose che spesso si pagano su vetture dal prezzo di listino ben più impegnativo, mentre dal punto di vista del look, l’assetto rialzato ed i tocchi off road rendono questa Dacia decisamente accattivante, al punto da piacere ad un pubblico vasto ed eterogeneo, da chi bada soprattutto al prezzo ed alla sostanza, ma anche ai giovani, che invece vedono nell’aspetto piacevole un elemento imprescindibile per la scelta di un’auto.

Ne abbiamo provata la motorizzazione ibrida benzina / GPL, che promette delle economie di funzionamento interessanti e, oltre alla nostra classica prova completa, vi proponiamo il video con il test drive di Elena. Con un listino di 12.450 euro, la Dacia Sandero Stepway Brave GPL sarà all’altezza anche delle difficili esigenze del molto attento pubblico femminile?

Design e Interni:  ★★★★☆ 

Rialzata e con le barre sul tetto, non le mancano nemmeno le protezioni da 4×4

La Stepway strizza l’occhio agli amanti dei SUV, con un altezza da terra incrementata, rispetto alla Sandero “standard”, di ben 4 cm (sono così oltre 17), che diventano 10 sull’altezza complessiva di 162 cm, per via della presenza delle barre sul tetto. Non è solo questa l’unica differenza però, perché la Sandero Stepway si fa riconoscere subito da fuori, è più accattivante anche grazie alla presenza dei cerchi in lega da 16” e degli altri alimenti elementi stilisti in stile off road. Ci riferiamo alle protezioni paracolpi ed ai fascioni in plastica nera che corrono sui passaruota e nella parte inferiore della vettura, con il contrasto degli elementi grigio chiaro nelle porzioni centrali dei due paraurti. Non è un SUV, forse nemmeno un Crossover vero e proprio, ma i suoi elementi di stile la rendono molto meno anonima e più di carattere rispetto alla Sandero da cui parte, al punto, come abbiamo detto, che nelle vendite la fa da padrona e le lascia solo le briciole o poco più. Non a caso richiama la fortunatissima Duster in alcuni suoi aspetti, ma si ferma a 409 cm di lunghezza e 176 di larghezza, contro oltre 431 e 182 del SUV di casa Dacia.

Con il restyling 2017 la Sandero Stepway guadagna una nuova calandra, con elementi cromati e una finitura più ricercata, mentre i gruppi ottici hanno ora 4 LED laterali per le luci diurne. Nuovi anche i gruppi ottici posteriori, anch’essi passano alla tecnologia a LED, mentre in generale c’è stato un lavoro di affinamento e la vettura è più matura e curata nei dettagli. In questo allestimento Brave guadagna poi una esclusiva tinta Grigio Islanda ed i cerchi Flexwheel da 16.

Interno: Essenziale, ma con stile e con una buona dotazione

Allestimento Brave che arricchisce soprattutto gli interni, con volante in pelle, clima, cruise control, sistema multimediale Media Nav Evolution e retrocamera posteriore di parcheggio. In generale dentro la Dacia Sandero Stepway ha un aspetto piuttosto essenziale, qualche plastica ovviamente rigida, dove sempre più spesso ne troviamo di soft touch, ma stupisce per una dotazione tutt’altro che basilare. Il primo elemento che fa la differenza, non è però l’unico, è il navigatore. È dotato di uno schermo touch, che è anche abbastanza buono nel suo funzionamento e rapido e reattivo ai comandi. La seduta è molto alta e ci si sente proprio come se fosse un SUV. In generale la qualità è buona, si tratta di una vettura che punta al sodo, ma non rinuncia a finiture ricercate, come il materiale che simula quasi l’aspetto del carbonio, che costituisce la parte lucida della plancia centrale. Piacevoli anche le finiture dei sedili, con un bel contrasto e con la scritta “Stepway” al centro dello schienale, ma anche i sedili sono comodi infatti ed è sicuramente un’auto che si fa apprezzare per il la sensazione di qualità discreta e, soprattutto, di poter durare nel tempo. Altri accessori che arricchiscono l’ottima dotazione (soprattutto alla luce del prezzo dell’auto), sono la presenza di serie del clima manuale, del Cruise Control, dei sensori di parcheggio e dei finestrini elettrici posteriori, i cui comandi sono separati dagli anteriori. Prendono il loro posto sulla plancia, facendo finire quelli dei vetri anteriori sulle portiere, dove i braccioli sono stati riadattati per ospitarli. Buona l’abitabilità e lo spazio a bordo, almeno per 4 persone, con il quinto che ha la seduta un pelo più rialzata e stretta, ma che comunque ha un discreto spazio a disposizione. Il bagagliaio ha una capacità di carico di base di 320 litri, buona per una segmento B, ma soprattutto con una ottima modularità, perché abbattendo gli schienali si arriva a ben 1.200 litri e si riescono a trasportare oggetti anche molto ingombranti. La forma del vano è regolare e ben sfruttabile, mentre il gradino rispetto alla soglia è abbastanza accentuato, proprio per non sprecare lo spazio a disposizione. La presenza della doppia alimentazione non influisce invece sulla capacità di carico, che resta identica alle varianti a benzina e gasolio.

Comportamento su Strada:  ★★★½☆ 

Perfetta per la città, pronta a tutto, ma con qualche piccolo limite

Come detto, la dotazione di questa Dacia Sandero Stepway è davvero molto buona, dato che troviamo anche alcuni accessori che spesso si pagano su vetture di fasce più alte. Mettendosi dietro al volante però fa specie non trovare delle cose a cui ormai siamo abituati è che diamo quasi per scontate, come la regolazione in profondità del volante oppure l’indicazione del consumo istantaneo e medio, ma mancano anche i fari automatici. Ciò che non c’è non si rompe, potrebbe eccepire qualcuno ed è comunque ovvio che un rapporto qualità / prezzo così buono non può non comportare qualche piccola rinuncia.

Passando alla prova vera e propria, la Dacia Sandero Stepway è perfetta in città, dove si possono sfruttare tutte le sue doti, dalle dimensioni compatte alla presenza del navigatore, oltre che una posizione di guida bella dominante e un’altezza da terra generosa, che non le fa temere i marciapiedi nei parcheggi o i fondi stradali più sconnessi, come pavè e rotaie milanesi. Uscendo dal contesto urbano resta godibile e fruibile anche per viaggi medio lunghi, ma si evidenziano maggiormente i suoi limiti, in termini non tanto di handling di guida, dove le sospensioni dalla taratura morbida non producono comunque un rollio troppo accentuato o comportamenti anomali della vettura, ma piuttosto per una silenziosità che non è da oscar, con fruscii aerodinamici ben percepibili in autostrada ed il motore che si fa sentire se il regime sale.

Motore e Prestazioni:  ★★★½☆ 

Brillante e senza differenze percepibili tra alimentazione a benzina e GPL

Il piccolo motore di circa 900cc (898 per la precisione), 3 cilindri turbo, sia usato in modalità GPL che con la benzina ha un’erogazione brillante, merito di una curva tutt’altro che noiosa e con un paio di bei cambi di marcia. Poco oltre i 1.500 giri incomincia infatti a spingere bene, a 2.250 arriva al picco massimo di coppia, dove eroga 140 Nm, ma è oltre i 3.000 che si fa gustoso e frulla veloce fino al regime di 5.000, dove la curva si appiattisce e prosegue fino a quota 6.000. I cavalli sono 90 e consentono di spuntare uno 0-100 in 11.3 secondi ed una velocità massima prossima ai 170 Km/h, più in generale la Sandero Stepway è bella brillante nel traffico cittadino e non si tira indietro se è necessario fare un sorpasso. Il motore è sempre fluido nella sua erogazione, soprattutto lo è anche nell’uso con il GPL, dove non accenna ad avere problemi di alcun tipo. Normalmente il passaggio tra benzina e GPL può essere impostato in automatico, così selezionando la modalità GPL l’auto in partenza per alcuni secondi va a benzina per poi passare autonomamente al gas, così come una volta che il serbatoio si svuota l’auto passa alla alimentazione a benzina. Manualmente si può selezionare di procedere con la benzina, anche perché può essere utile farlo periodicamente, dato che il carburante classico ha un maggiore potere di lubrificazione delle parti meccaniche del motore. Il cambio a 5 rapporti ha innesti un po’ “gommosi”, ma tutto sommato è onesto, per essere una vettura low cost non è affatto male ed è un cambio che il gruppo Renault monta non solo su questa vettura.

Consumi e Costi:  ★★★★½ 

A questo prezzo ha poche alternative sul mercato del nuovo

La Dacia Sandero ha un prezzo “d’attacco” decisamente interessante, con i 7.450 euro della 1.0 SCE da 75 cavalli. Per questa più accattivante e modaiola Stepway si sale a quota 11.850 euro. Disponibile con tre motorizzazioni, la 0.9 TCE GPL si pone esattamente a metà strada tra la variante a benzina e quella a gasolio, 500 euro in più di una e in meno dell’altra. In questo allestimento Brave si arriva a quota 12.450, 100 euro in più, ben spesi alla luce dei tanti plus che garantisce. Identici i valori di potenza massima, 90 cavalli per tutte e tre le tipologie di alimentazione, la più costosa unità a gasolio è il noto 1.5 DCI, che promette consumi irrisori, oltre 20 Km/l, con un dato dichiarato di 3.8 l/100 km nel ciclo combinato. Si sale a 5.1 per la versione a benzina e 6.5 per questa a GPL, ma grazie ad un prezzo al litro dei “Gas di Petrolio Liquefatti” di circa 1/3 di quello della benzina, il costo chilometrico si abbatte drasticamente. Pensate che con un consumo reale durante la nostra prova che si è assestato su valori compresi tra 11 e 13 Km/l, siamo sotto alla soglia di 4 euro ogni 100 km, mentre con il gasolio ci si avvicina ai 7 euro, intorno ad 8.5 per la benzina.

Un grosso risparmio economico, che si paga all’atto dell’acquisto con un piccolo sovrapprezzo rispetto alla analoga versione a benzina, ma di contro addirittura un risparmio se la confrontiamo con il diesel. Il GPL prende poi un ulteriore vantaggio, soprattutto rispetto al gasolio, data la sempre maggior chiusura delle aree urbane alla circolazione delle vetture diesel, che con le loro emissioni di polveri sottili vengono penalizzate e via via si arriverà in un futuro (magari non troppo vicino, ma nemmeno così lontano) a bloccare anche gli euro 6. Per le vetture GPL invece, anche se Milano ha tolto l’accesso gratuito all’Area C, comunque le limitazioni sono minori e si compra quindi un’auto che concretamente ha una vita utile probabilmente più lunga rispetto ad una a gasolio o benzina. Dal punto di vista dei costi di gestione, in un’ottica a medio e lungo termine, di contro bisogna calcolare che, malgrado Landi sia leader mondiale nonché partner del gruppo Renault per la realizzazione di vetture come questa Dacia Stepway a GPL, l’alimentazione ibrida benzina / gas è comunque soggetta ad una manutenzione un po’ più onerosa, con qualche rischio di interventi straordinari in più rispetto ad una vettura a benzina, dato il minor potere lubrificante del carburante ed una maggior complessità per la presenza di componenti aggiuntive per l’alimentazione a gas. Va poi segnalato che il quadro normativo prevede poi la sostituzione del serbatoio ed un nuovo collaudo ogni 10 anni, con un costo di almeno 500 euro, non tantissimi in valore assoluto, ma che vanno ad incidere sul valore residuo dell’auto mano a mano che ci si avvicina a quella soglia.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Economica ma senza troppi compromessi, costo al Km, look.Comfort acustico, volante non regolabile in profondità.

Dacia Sandero Stepway GPL: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★½☆ 
Accelerazione:★★★½☆ 
Ripresa:★★★½☆ 
Cambio:★★★½☆ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★½☆ 
Tenuta di Strada:★★★½☆ 
Comfort:★★★½☆ 
Infotainment:★★★★☆ 
Abitabilità:★★★★☆ 
Bagagliaio:★★★★☆ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Prezzo:★★★★½ 
Design:★★★★☆ 
Finitura★★★½☆ 
Piacere di guida:★★★★☆ 
Consumi:★★★★★ 

25th gennaio, 2018

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Dacia Sandero Stepway GPL: Tutte le notizie


Lascia un commento





Listino Auto Nuove: Modelli più cliccati
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini