Nokian Tyres raccomanda pneumatici di qualità anche sulla seconda auto

La sicurezza resta una priorità

Nokian Tyres - La seconda auto di una famiglia è spesso usata per accompagnare i bambini nei luoghi dove svolgono i loro hobby e il suo conducente di solito ha appena preso la patente o ha poca esperienza al volante. Dal momento che a volte la seconda auto è un modello più economico, i suoi pneumatici invernali ricevono meno attenzione in un’ottica di risparmio.
Nokian Tyres raccomanda pneumatici di qualità anche sulla seconda auto

La maggior parte degli automobilisti sceglie di equipaggiare la prima auto con pneumatici di qualità lasciando la seconda con coperture economiche. Scarsa attenzione e ottica di risparmio costituiscono una manovra errata poichè la sicurezza dovrebbe essere una priorità quando a bordo dell’automobile ci sono bambini e ragazzi, e la seconda auto è spesso utilizzata per il trasporto di questi ultimi.

L’uso di pneumatici sicuri, infatti, può compensare la mancanza di abilità alla guida e di esperienza da parte di conducenti alle prime armi. Quando si tratta di guidare per la prima volta in inverno, le reazioni di un neopatentato e le sue capacità di guida non sono allo stesso livello di quelle del conducente più esperto, che di solito guida l’auto principale della famiglia, e quest’ultima in genere ha anche pneumatici invernali migliori. L’impatto degli pneumatici sulla sicurezza stradale è messo in risalto già durante la scuola guida.

Un istruttore professionista sottolinea il valore e l’uso corretto dei dispositivi di sicurezza. Insieme, si discute l’impatto degli pneumatici sull’affidabilità dell’auto, la scelta del tipo di pneumatico corretto e l’importanza della pressione di gonfiaggio”, dice Gerhard von Bressensdorf, Presidente dell’Associazione Tedesca delle Scuole Guida.

Nokian Tyres raccomanda uno spessore del battistrada non inferiore ai 4 mm per tutti gli pneumatici: “Non si dovrebbero mai usare pneumatici completamente usurati; bisogna invece sostituirli quando rimangono circa quattro millimetri di battistrada. Quando si passa agli pneumatici invernali, lo spessore rimasto dovrebbe essere di 5 millimetri per garantire l’aderenza su superfici scivolose”, afferma il Product Manager CE Martin Dražík.

Da non sottovalutare l’eta degli pneumatici; la mescola del battistrada comincia infatti ad indurirsi nel corso del tempo, e se utilizzati per oltre 6 anni la loro aderenza sul ghiaccio sarà seriamente ridotta anche se hanno ancora del battistrada residuo. Guardando il codice numerico a 4 cifre presente sul fianco è possibile verificare l’eta delle coperture. Le prime due cifre indicano la settimana di produzione e le ultime due indicano l’anno.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati