BMW X2: la piccola ribelle che non c’era [VIDEO TEST DRIVE]

Abbiamo testato il nuovo SUV compatto tedesco

BMW X2 - Il nuovo SUV compatto del marchio tedesco arriva sul mercato italiano ed è stato oggetto del nostro primo contatto, sulle strade di Milano e dei dintorni di Bergamo. Ecco le nostre prime impressioni di guida, di un modello definito "ribelle" da parte della casa dell'Elica.

Una vettura di rottura, ribelle e sportiva”, così viene presentata la nuova BMW X2 da parte della casa tedesca, al suo arrivo in Italia, con il porte aperte nelle concessionarie previsto per i prossimi 17 e 18 marzo, nel weekend di chiusura del Salone di Ginevra 2018. Ed infatti, il nuovo SUV compatto è qualcosa di diverso, rispetto a quanto sinora ci aveva proposto il marchio: praticamente una X1 più sportiva e dinamica, con la voglia di attrarre soprattutto un pubblico giovane.

Il richiamo con la X1 è nelle dimensioni: il passo (2.670 mm) e la carreggiata (1.824 mm) sono le stesse, ma cambiano le proporzioni, con un’altezza ridotta di 7 centimetri (1.526 mm), per renderla appunto più sportiva. L’altro rimando a classico SUV compatto è nei prezzi: basta aggiungere 1.500 euro al costo dei vari allestimenti e motorizzazioni della X1 per avere quello della X2. La nuova arrivata parte da 33.500 euro nella versione d’ingresso, per superare anche i 50.000 euro.

La BMW X2 si nota da subito, al primo sguardo, abbinando il carattere di un SUV alle linee di una coupé, soprattutto guardandola lateralmente nella parte superiore, quella dell’abitacolo. Ma le differenze con le altre vetture dell’Elica sono ben visibili anche nel frontale, con la calandra a doppio rene capovolta, i gruppi ottici separati dalla calandra oppure, nel posteriore, con lo stemma BMW sul montante, lo spoiler sportivo ed il doppio scarico maggiorato, lo stesso della X6 M.

Entrando nell’abitacolo posso notare un richiamo a questa sportività, ma anche al classico comfort del marchio bavarese, con una particolare attenzione alla tecnologia, fondamentale per puntare ai più giovani. Così l’elemento di spicco è sicuramente il sistema di infotainment al centro della plancia, con display da 6,6” (o 8,8” opzionale) touchscreen e la possibilità di gestire dalla radio al navigatore, per arrivare agli smartphone, con Apple CarPlay per la compatibilità per iOS e la ricarica wireless con funzionalità Hotspot WiFi.

E’ tempo di mettersi al volante e di testare la nuova BMW X2, provata nel modello 20d XDrive, con motorizzazione 2.0 4 cilindri turbodiesel da 190 CV e 400 Nm di coppia massima, abbinato al cambio automatico a 8 rapporti. La vettura bavarese si mostra immediatamente brillante alla guida, sia nei tratti cittadini di Milano che quando sono uscito dal capoluogo lombardo per affrontare un tratto verso le colline bergamasche. Ancor di più quando utilizzo la modalità Sport (le altre disponibili sono Ecopro e Comfort), per una ripresa più rapida. Effettivamente sembra di essere alla guida più di una coupé, rispetto che ad un SUV, seppur compatto.

Tuttavia, non manca il comfort, se si vuole guidare in serenità e non in maniera più sportiva, anche in autostrada, dove si sentono davvero poco i rumori e l’abitacolo risulta piuttosto silenzioso. Lo sterzo risponde in maniera precisa, nelle varie modalità, così come il cambio puntuale e pronto nelle risposte, sia in automatico che quando provo a metterlo in manuale, utilizzando i paddle al volante. Le sospensioni risultano un po’ rigide e non assorbono al meglio le buche nel contesto cittadino, ma è una delle poche note meno positive di una vettura, almeno al primo contatto, davvero piacevole.

La gamma della BMW X2 è composta da quattro allestimenti: Advantage, Business X, M Sport ed M Sport X. Quest’ultimo una novità assoluta ed ispirato ai rally, con i fascioni dei paraurti per esaltare il carattere off-road. Passando alle motorizzazioni, sono disponibili il 1.5 benzina da 140 CV ed i diesel 2.0 da 150, 190 e 231 CV, quest’ultimi due esclusivamente con cambio Steptronic ad otto rapporti. Mentre per gli altri è disponibile anche il manuale a sei rapporti.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

BMW X2: la piccola ribelle che non c’era [VIDEO TEST DRIVE]

Abbiamo testato il nuovo SUV compatto tedesco

di 2 marzo, 2018
BMW X2 - Il nuovo SUV compatto del marchio tedesco arriva sul mercato italiano ed è stato oggetto del nostro primo contatto, sulle strade di Milano e dei dintorni di Bergamo. Ecco le nostre prime impressioni di guida, di un modello definito "ribelle" da parte della casa dell'Elica.

Una vettura di rottura, ribelle e sportiva”, così viene presentata la nuova BMW X2 da parte della casa tedesca, al suo arrivo in Italia, con il porte aperte nelle concessionarie previsto per i prossimi 17 e 18 marzo, nel weekend di chiusura del Salone di Ginevra 2018. Ed infatti, il nuovo SUV compatto è qualcosa di diverso, rispetto a quanto sinora ci aveva proposto il marchio: praticamente una X1 più sportiva e dinamica, con la voglia di attrarre soprattutto un pubblico giovane.

Il richiamo con la X1 è nelle dimensioni: il passo (2.670 mm) e la carreggiata (1.824 mm) sono le stesse, ma cambiano le proporzioni, con un’altezza ridotta di 7 centimetri (1.526 mm), per renderla appunto più sportiva. L’altro rimando a classico SUV compatto è nei prezzi: basta aggiungere 1.500 euro al costo dei vari allestimenti e motorizzazioni della X1 per avere quello della X2. La nuova arrivata parte da 33.500 euro nella versione d’ingresso, per superare anche i 50.000 euro.

La BMW X2 si nota da subito, al primo sguardo, abbinando il carattere di un SUV alle linee di una coupé, soprattutto guardandola lateralmente nella parte superiore, quella dell’abitacolo. Ma le differenze con le altre vetture dell’Elica sono ben visibili anche nel frontale, con la calandra a doppio rene capovolta, i gruppi ottici separati dalla calandra oppure, nel posteriore, con lo stemma BMW sul montante, lo spoiler sportivo ed il doppio scarico maggiorato, lo stesso della X6 M.

Entrando nell’abitacolo posso notare un richiamo a questa sportività, ma anche al classico comfort del marchio bavarese, con una particolare attenzione alla tecnologia, fondamentale per puntare ai più giovani. Così l’elemento di spicco è sicuramente il sistema di infotainment al centro della plancia, con display da 6,6” (o 8,8” opzionale) touchscreen e la possibilità di gestire dalla radio al navigatore, per arrivare agli smartphone, con Apple CarPlay per la compatibilità per iOS e la ricarica wireless con funzionalità Hotspot WiFi.

E’ tempo di mettersi al volante e di testare la nuova BMW X2, provata nel modello 20d XDrive, con motorizzazione 2.0 4 cilindri turbodiesel da 190 CV e 400 Nm di coppia massima, abbinato al cambio automatico a 8 rapporti. La vettura bavarese si mostra immediatamente brillante alla guida, sia nei tratti cittadini di Milano che quando sono uscito dal capoluogo lombardo per affrontare un tratto verso le colline bergamasche. Ancor di più quando utilizzo la modalità Sport (le altre disponibili sono Ecopro e Comfort), per una ripresa più rapida. Effettivamente sembra di essere alla guida più di una coupé, rispetto che ad un SUV, seppur compatto.

Tuttavia, non manca il comfort, se si vuole guidare in serenità e non in maniera più sportiva, anche in autostrada, dove si sentono davvero poco i rumori e l’abitacolo risulta piuttosto silenzioso. Lo sterzo risponde in maniera precisa, nelle varie modalità, così come il cambio puntuale e pronto nelle risposte, sia in automatico che quando provo a metterlo in manuale, utilizzando i paddle al volante. Le sospensioni risultano un po’ rigide e non assorbono al meglio le buche nel contesto cittadino, ma è una delle poche note meno positive di una vettura, almeno al primo contatto, davvero piacevole.

La gamma della BMW X2 è composta da quattro allestimenti: Advantage, Business X, M Sport ed M Sport X. Quest’ultimo una novità assoluta ed ispirato ai rally, con i fascioni dei paraurti per esaltare il carattere off-road. Passando alle motorizzazioni, sono disponibili il 1.5 benzina da 140 CV ed i diesel 2.0 da 150, 190 e 231 CV, quest’ultimi due esclusivamente con cambio Steptronic ad otto rapporti. Mentre per gli altri è disponibile anche il manuale a sei rapporti.

http://www.motorionline.com/2018/03/02/bmw-x2-la-piccola-ribelle-che-non-cera-video-test-drive/