Pagani, collaborazione con Dainese per il tetto della Huayra Roadster

Un esemplare della Huayra Roadster con la capote sarà esposto al Salone di Ginevra

Pagani nel suo stand al Salone di Ginevra 2018 esporrà due auto, una delle due sarà una Huayra Roadster dotata di capote. La capote è stata sviluppata con Dainese, con il quale Pagani ha sviluppato un nuovo tipo di materiale.
Pagani, collaborazione con Dainese per il tetto della Huayra Roadster

La Pagani Huayra Roadster è un’opera d’arte, quindi è normale che la casa automobilistica italiana abbia fatto il possibile per creare una capote mai vista prima. Per fare questo, Pagani ha stretto una partnership con Dainese, l’azienda italiana nota per la produzione di attrezzatura di alto livello per motociclisti. La collaborazione delle due aziende italiane ha comportato la creazione di un nuovo tipo di materiale.

La Huayra Roadster ha debuttato lo scorso marzo e la casa automobilistica afferma che è più leggera della coupé. Ciò è dovuto in gran parte alla scelta di due tetti: uno che utilizza la fibra di carbonio e un altro che è una capote. Si potrebbe pensare che l’unità in fibra di carbonio sia l’opzione più difficile da sviluppare, sembra invece che la capote sia stata un po’ più dispendiosa in termini di tempo.
Entrambe le aziende si sono ispirate alle macchine volanti di Leonardo Da Vinci e hanno deciso di creare una capote “innovativa e sofisticata”. Ciò che hanno inventato è un tettuccio che utilizza un modulo altamente elastico in fibra di carbonio, un materiale sviluppato da Pagani. Questo componente è tenuto insieme da giunti in alluminio e titanio, che vengono utilizzati per allungare il tessuto creato da Dainese.

Il dipartimento R & D di Dainese, insieme a Pagani, ha creato un tessuto con la perfetta combinazione di resistenza e flessibilità in ogni zona. Ciò consente al tessuto di avere aree di piegatura predeterminate che gli permettono di seguire la struttura quando si chiude, come un pezzo di origami.
Oltre ad abbinarsi con il design incredibile del resto del veicolo, Pagani afferma che la capote vanta diversi vantaggi, per esempio il modo in cui si piega riduce la quantità di spazio necessario per chiuderla e inoltre l’aiuta a non rovinarsi nel tempo. Una Huayra Roadster con la capote sarà esposta al Motor Show di Ginevra, dove sicuramente attirerà molta attenzione da parte del pubblico.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati