Audi Q3 2019: un’altra prospettiva dell’ipotizzata nuova generazione [RENDERING]

Sarebbe realizzata sulla versatile base MQB

Audi Q3 2019 – Si prova a immaginare la prossima generazione del SUV Q3. Tra i rumors: non solo propulsori tradizionali, ma anche una o forse più versioni ibride plug-in
Audi Q3 2019: un’altra prospettiva dell’ipotizzata nuova generazione [RENDERING]

Il telaio impiegato sarebbe il già noto e versatile MQB, utilizzato per realizzare diversi modelli di ultima generazione. La prossima Audi Q3 poggerebbe su questa base, sfoggiando un’estetica robusta, scolpita e arricchita da gruppi ottici dal design luminoso ancora più distintivo.

É immaginata così la nuova versione del SUV di segmento C progettato dal marchio degli Anelli. Vettura che potrebbe essere più ampia, all’esterno e all’interno, proprio considerando la citata piattaforma. In base ai rumors, rispetto al modello attuale, si suppone che la nuova Q3 sia più lunga di sei centimetri e il passo aumenti di ulteriori cinque cm. Stesso discorso per la larghezza, favorendo una maggiore capacità di bordo e anche di carico.

L’immagine proposta suggerisce un’ipotetica visione della zona posteriore, osservando questa interpretazione di tre quarti. Spicca soprattutto l’andamento orizzontale dei gruppi ottici. Seguendo il lavoro sviluppato dai designer sugli ultimi modelli. La firma luminosa, oltre a risultare schiacciata e articolata, amplifica la visione complessiva grazie anche a un fascio LED orizzontale, che unisce i fari al logo della casa. Una soluzione ricercata a livello stilistico, sommata alla cura riposta sui diversi dettagli, compresa la presenza di protezioni laterali, nonché al disegno quadrangolare dei terminali alla base della zona retrostante immaginata in questo caso.
Si attende un’evoluzione stilistica anche sul versante anteriore, con interventi rivolti non solo sull’ormai nota griglia esagonale, ma soprattutto sui gruppi ottici caratterizzati da un motivo tipicizzante, come sulle nuove vetture di Ingolstadt.

Come accennato, sempre secondo i rumors, la gamma potrebbe includere una o anche più alternative rispetto ai classici propulsori termici. Pensando invece a modelli più tradizionali, si ipotizzano la presenza di un quattro cilindri 1.4 TFSI di 125 cavalli e 220 Nm di coppia, abbinato anche a una trasmissione automatica S Tronic sette rapporti a doppia frizione, oppure vetture spinte da unità Diesel 2.0 TDI da 120 e da 150 cavalli, in vari allestimenti. In ogni caso, restano voci. La vettura potrebbe essere mostrata entro l’anno.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati