Fiat Talento: non solo uno, ma molteplici talenti [VIDEO PROVA SU STRADA]

Sostituisce lo Scudo nella gamma Fiat Professional

Fiat Talento - cugino del Renault Traffic, insieme al quale è stato realizzato grazie alla partnership con la casa francese, lo abbiamo testato lungo la strada per il Salone di Ginevra 2018, nella versione Combi 8 posti e con il più potente 145 CV

Figlio di una partnership con Renault, il Talento manda in pensione lo Scudo, storico modello di casa Fiat Professional. Un nome non completamente nuovo, perché già in passato, a fine anni ’80, andava ad identificare il modello a passo corto del Ducato. Si resta comunque tra i nomi delle monete, per rispettare quella che ormai è una tradizione.

Siamo partiti alla volta della edizione numero 88 del Salone dell’automobile di Ginevra 2018 a bordo di un esemplare in allestimento Combi (trasporto persone), con 8 posti ed il più potente dei motori a gasolio da 1.6 litri, capace di 145 cavalli, ma soprattutto con una erogazione sempre corposa, grazie all’azione della doppia turbina.

Design e Interni:  ★★★½☆ 

Furgone con stile

Ormai anche per un mezzo commerciale il look è diventato importante, lo testimoniano la presenza sul Talento di luci diurne a led, di sportivi cerchi in lega legger da 17” ed una estetica ben curata, soprattutto nel frontale piuttosto ricercato nel suo aspetto. Mascherina con motivo romboidale, elementi cromati e una linea di led nella parte centrale del gruppo paraurti: sembra di parlare dell’ultimo modello di auto lanciato sul mercato, invece di un furgone.

Tornando al Talento, fiancate e posteriore sono più “convenzionali” per un furgone, senza però rinunciare a qualche nota di stile, come detto. Cerchi in lega con finitura scura, ad esempio, oppure i vetri scuri. Oltre alle due porte anteriori troviamo un grosso portellone posteriore ad apertura verso l’alto, che sfrutta una incernieratura sottile per lasciare a disposizione una “bocca” alta quanto basta per non perdere nulla in termini di altezza, oltre che di larghezza.

Per accedere invece alle due file di sedili posteriori il Talento dispone, in questa configurazione, di una unica anta scorrevole sul lato destro, quello del marciapiede, per ovvii motivi di sicurezza. In ultimo, come soluzione di accesso per il serbatoio carburante, troviamo uno sportello nella zona della portiera del guidatore, a cui si accede solo a porta aperta. Il Talento è disponibile in tre configurazioni: questa Combi per il trasporto persone, il classico furgone commerciale ed il “pianalato”, base per realizzazioni ad uso professionale. Oltre a questa versione “corta” da circa 5 metri di lunghezza, ne esiste una lunga da 540 cm, mentre le due altezze (197 o 249 cm) sono disponibili solo per il furgone, con il Combi che è disponibile unicamente in versione H1 (quella bassa), anche per poter accedere ai normali parcheggi. Da questo punto di vista segnaliamo solo il posizionamento dell’antenna della radio, sul tetto, che obbliga spesso a smontarla, dato che altrimenti l’altezza aumenta di una quindicina di ulteriori centimetri.

Interno: Dotazione da auto, finiture solide

Dentro troviamo conferme e sorprese, perché da un lato le dimensioni e la praticità, uniti alla robustezza, sono quelli tipici dei veicoli commerciali, se pur in allestimenti dedicati al trasporto di persone e fruibili a tutti gli automobilisti, con la classica patente B. Dall’altro però, il Talento sfoggia una dotazione da berlina moderna, con navigatore, un sistema infotainment di buon livello ed una ergonomia perfetta per affrontare un lungo viaggio, come nel nostro caso, da Monza a Ginevra, ma anche per girarci in città. Discrete le finiture, ma il Talento punta più alla solidità ed alla durata nel tempo piuttosto che a dettagli da auto premium.

Si segnala la presenza di un display “annegato” nello specchietto retrovisore e collegato con la retrocamera, davvero una soluzione ad effetto, oltre che perfetta per monitorare al meglio la zona posteriore in manovra.

Comportamento su Strada:  ★★★½☆ 

Si guida bene, mentre la capacità di carico è decisamente importante

La parentela francese con il Renault Trafic (il progetto è comune anche a Opel Vivaro e Nissan NV300) si vede da alcuni dettagli, come la chiave elettronica a forma di tessera o il sistema infotainment, ma le cose che più interessano, al di là di un handling di guida molto buono e di una guidabilità garantita da una piattaforma che avevamo già provato, sono legate alla capacità di carico ed alle dimensioni. La capacità del Talento è di oltre 10 quintali di carico massimo (arriva fino a 1.249 Kg), mica male, anche perché con la lunghezza corta, di circa 5 metri, si possono caricare fino a 3.2 metri cubi, addirittura 4 con il più lungo Talento da 5,4 metri. Si arriva ad 8600 litri circa per la versione furgone lunga e con altezza di 249 cm, non disponibile per questo Combi, che si ferma a 197 cm e, come accennato, entra quindi in tutti i box ed i parcheggi senza problemi. Anche con tutte le 8 persone sedute all’interno del Talento resta una capacità di carico di circa 1.000 litri, sufficienti per i bagagli di tutti.

Quanto alla sicurezza ed ai sistemi di aiuto alla guida, di serie troviamo sul Talento ABS con EBD per distribuire elettronicamente la frenata sui due assi, l’assistenza di emergenza alla frenata (EBA), oltre all’ESC , abbinato all’Hill Holder per le ripartenze in salita. Dopo aver percorso in pochi giorni quasi mille chilometri, abbiamo apprezzato la posizione di guida, alta come è prassi per un furgone, ma comoda e con una ottima ergonomia. Si scende freschi e per nulla affaticati anche dopo parecchie ore dietro al volante, mentre la guida, oltre che rilassata, è piuttosto gradevole. Con questa brillante motorizzazione si finisce per guidarlo esattamente come una normale auto, una volta che gli si prendono le misure, anche in curva, dove il rollio è più che accettabile e dove offre una egregia tenuta di strada.

L’unico difetto che abbiamo potuto rilevare nel nostro test, con temperature esterne anche molto basse, è legato all’isolamento termico dell’abitacolo, che non è esente da qualche spiffero e costringe a compensare con il climatizzatore manuale.

Motore e Prestazioni:  ★★★★☆ 

Piccolo? Il “millesei” a doppia turbina spinge come un disperato a qualsiasi regime!

Stiamo guidando la versione più potente del propulsore a gasolio EcoJet TwinTurbo con S&S da 1.6 litri. Medesima cubatura utilizzata anche per gli altri 3 step di potenza presenti a listino. Si parte dal MultiJet da 95 cavalli, si sale alla variante da 120, mentre i due più potenti adottano la doppia turbina dell’Ecojet, sia per il 125 cv che per questo 145. Abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti, con la prima corta per poter gestire le partenze più impegnative a pieno carico, il Talento dispone con questa motorizzazione di una generosa coppia, di 340 Nm, ma è la curva di erogazione il suo vero asso nella manica. Non pensate che la cilindrata sia troppo ridotta per un veicolo del genere, perché il propulsore mette in luce doti inattese, senza alcuna lacuna. Grazie alla presenza delle due turbine, che agiscono a regimi differenti, spinge bene fin dai 1.500 giri circa, non soffre di ritardi del cosiddetto “turbo lag” e, se siete di fretta, le prestazioni non mancano, con un bell’allungo a disposizione ed una velocità massima prossima ai 180 Km/h!

Consumi e Costi:  ★★★★☆ 

Prezzi interessanti, consumi buoni, soprattutto in extraurbano

Il Fiat Talento ha un listino che parte dai 21.600 euro circa della versione furgone con il propulsore da 95 cavalli, mentre si sale di 3 mila euro per questa versione Combi, che parte da circa 24.400 euro. Ce ne vogliono 27.900 per la motorizzazione top di gamma della nostra prova, l’EcoJet TwinTurbo con S&S da 1.6 litri e 145 cv.

Dal dato dichiarato, che parla di 5,9 L/100Km, per i consumi, nel nostro test, abbiamo rilevato valori di 14-15 Km/l per la guida extraurbana, qualcosina in meno per la classica andatura di 130 Km/h in autostrada, con un dato medio complessivo di circa 12.5 Km/l.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Look piacevole, dotazione da auto moderna, guida confortevole e gradevole, grande capacità di carico.Isolamento termico della parte bassa dell’abitacolo.

Fiat Talento: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Accelerazione:★★★½☆ 
Ripresa:★★★½☆ 
Cambio:★★★½☆ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★½☆ 
Tenuta di Strada:★★★½☆ 
Comfort:★★★☆☆ 
Infotainment:★★★★☆ 
Abitabilità:★★★★★ 
Bagagliaio:★★★★★ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★½☆ 
Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★½☆ 
Finitura★★★½☆ 
Piacere di guida:★★★½☆ 
Consumi:★★★★☆ 

Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Fiat Talento: non solo uno, ma molteplici talenti [VIDEO PROVA SU STRADA]

Sostituisce lo Scudo nella gamma Fiat Professional

di 15 marzo, 2018
Fiat Talento - cugino del Renault Traffic, insieme al quale è stato realizzato grazie alla partnership con la casa francese, lo abbiamo testato lungo la strada per il Salone di Ginevra 2018, nella versione Combi 8 posti e con il più potente 145 CV

Figlio di una partnership con Renault, il Talento manda in pensione lo Scudo, storico modello di casa Fiat Professional. Un nome non completamente nuovo, perché già in passato, a fine anni ’80, andava ad identificare il modello a passo corto del Ducato. Si resta comunque tra i nomi delle monete, per rispettare quella che ormai è una tradizione.

Siamo partiti alla volta della edizione numero 88 del Salone dell’automobile di Ginevra 2018 a bordo di un esemplare in allestimento Combi (trasporto persone), con 8 posti ed il più potente dei motori a gasolio da 1.6 litri, capace di 145 cavalli, ma soprattutto con una erogazione sempre corposa, grazie all’azione della doppia turbina.

Design e Interni:  ★★★½☆ 

Furgone con stile

Ormai anche per un mezzo commerciale il look è diventato importante, lo testimoniano la presenza sul Talento di luci diurne a led, di sportivi cerchi in lega legger da 17” ed una estetica ben curata, soprattutto nel frontale piuttosto ricercato nel suo aspetto. Mascherina con motivo romboidale, elementi cromati e una linea di led nella parte centrale del gruppo paraurti: sembra di parlare dell’ultimo modello di auto lanciato sul mercato, invece di un furgone.

Tornando al Talento, fiancate e posteriore sono più “convenzionali” per un furgone, senza però rinunciare a qualche nota di stile, come detto. Cerchi in lega con finitura scura, ad esempio, oppure i vetri scuri. Oltre alle due porte anteriori troviamo un grosso portellone posteriore ad apertura verso l’alto, che sfrutta una incernieratura sottile per lasciare a disposizione una “bocca” alta quanto basta per non perdere nulla in termini di altezza, oltre che di larghezza.

Per accedere invece alle due file di sedili posteriori il Talento dispone, in questa configurazione, di una unica anta scorrevole sul lato destro, quello del marciapiede, per ovvii motivi di sicurezza. In ultimo, come soluzione di accesso per il serbatoio carburante, troviamo uno sportello nella zona della portiera del guidatore, a cui si accede solo a porta aperta. Il Talento è disponibile in tre configurazioni: questa Combi per il trasporto persone, il classico furgone commerciale ed il “pianalato”, base per realizzazioni ad uso professionale. Oltre a questa versione “corta” da circa 5 metri di lunghezza, ne esiste una lunga da 540 cm, mentre le due altezze (197 o 249 cm) sono disponibili solo per il furgone, con il Combi che è disponibile unicamente in versione H1 (quella bassa), anche per poter accedere ai normali parcheggi. Da questo punto di vista segnaliamo solo il posizionamento dell’antenna della radio, sul tetto, che obbliga spesso a smontarla, dato che altrimenti l’altezza aumenta di una quindicina di ulteriori centimetri.

Interno: Dotazione da auto, finiture solide

Dentro troviamo conferme e sorprese, perché da un lato le dimensioni e la praticità, uniti alla robustezza, sono quelli tipici dei veicoli commerciali, se pur in allestimenti dedicati al trasporto di persone e fruibili a tutti gli automobilisti, con la classica patente B. Dall’altro però, il Talento sfoggia una dotazione da berlina moderna, con navigatore, un sistema infotainment di buon livello ed una ergonomia perfetta per affrontare un lungo viaggio, come nel nostro caso, da Monza a Ginevra, ma anche per girarci in città. Discrete le finiture, ma il Talento punta più alla solidità ed alla durata nel tempo piuttosto che a dettagli da auto premium.

Si segnala la presenza di un display “annegato” nello specchietto retrovisore e collegato con la retrocamera, davvero una soluzione ad effetto, oltre che perfetta per monitorare al meglio la zona posteriore in manovra.

Comportamento su Strada:  ★★★½☆ 

Si guida bene, mentre la capacità di carico è decisamente importante

La parentela francese con il Renault Trafic (il progetto è comune anche a Opel Vivaro e Nissan NV300) si vede da alcuni dettagli, come la chiave elettronica a forma di tessera o il sistema infotainment, ma le cose che più interessano, al di là di un handling di guida molto buono e di una guidabilità garantita da una piattaforma che avevamo già provato, sono legate alla capacità di carico ed alle dimensioni. La capacità del Talento è di oltre 10 quintali di carico massimo (arriva fino a 1.249 Kg), mica male, anche perché con la lunghezza corta, di circa 5 metri, si possono caricare fino a 3.2 metri cubi, addirittura 4 con il più lungo Talento da 5,4 metri. Si arriva ad 8600 litri circa per la versione furgone lunga e con altezza di 249 cm, non disponibile per questo Combi, che si ferma a 197 cm e, come accennato, entra quindi in tutti i box ed i parcheggi senza problemi. Anche con tutte le 8 persone sedute all’interno del Talento resta una capacità di carico di circa 1.000 litri, sufficienti per i bagagli di tutti.

Quanto alla sicurezza ed ai sistemi di aiuto alla guida, di serie troviamo sul Talento ABS con EBD per distribuire elettronicamente la frenata sui due assi, l’assistenza di emergenza alla frenata (EBA), oltre all’ESC , abbinato all’Hill Holder per le ripartenze in salita. Dopo aver percorso in pochi giorni quasi mille chilometri, abbiamo apprezzato la posizione di guida, alta come è prassi per un furgone, ma comoda e con una ottima ergonomia. Si scende freschi e per nulla affaticati anche dopo parecchie ore dietro al volante, mentre la guida, oltre che rilassata, è piuttosto gradevole. Con questa brillante motorizzazione si finisce per guidarlo esattamente come una normale auto, una volta che gli si prendono le misure, anche in curva, dove il rollio è più che accettabile e dove offre una egregia tenuta di strada.

L’unico difetto che abbiamo potuto rilevare nel nostro test, con temperature esterne anche molto basse, è legato all’isolamento termico dell’abitacolo, che non è esente da qualche spiffero e costringe a compensare con il climatizzatore manuale.

Motore e Prestazioni:  ★★★★☆ 

Piccolo? Il “millesei” a doppia turbina spinge come un disperato a qualsiasi regime!

Stiamo guidando la versione più potente del propulsore a gasolio EcoJet TwinTurbo con S&S da 1.6 litri. Medesima cubatura utilizzata anche per gli altri 3 step di potenza presenti a listino. Si parte dal MultiJet da 95 cavalli, si sale alla variante da 120, mentre i due più potenti adottano la doppia turbina dell’Ecojet, sia per il 125 cv che per questo 145. Abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti, con la prima corta per poter gestire le partenze più impegnative a pieno carico, il Talento dispone con questa motorizzazione di una generosa coppia, di 340 Nm, ma è la curva di erogazione il suo vero asso nella manica. Non pensate che la cilindrata sia troppo ridotta per un veicolo del genere, perché il propulsore mette in luce doti inattese, senza alcuna lacuna. Grazie alla presenza delle due turbine, che agiscono a regimi differenti, spinge bene fin dai 1.500 giri circa, non soffre di ritardi del cosiddetto “turbo lag” e, se siete di fretta, le prestazioni non mancano, con un bell’allungo a disposizione ed una velocità massima prossima ai 180 Km/h!

Consumi e Costi:  ★★★★☆ 

Prezzi interessanti, consumi buoni, soprattutto in extraurbano

Il Fiat Talento ha un listino che parte dai 21.600 euro circa della versione furgone con il propulsore da 95 cavalli, mentre si sale di 3 mila euro per questa versione Combi, che parte da circa 24.400 euro. Ce ne vogliono 27.900 per la motorizzazione top di gamma della nostra prova, l’EcoJet TwinTurbo con S&S da 1.6 litri e 145 cv.

Dal dato dichiarato, che parla di 5,9 L/100Km, per i consumi, nel nostro test, abbiamo rilevato valori di 14-15 Km/l per la guida extraurbana, qualcosina in meno per la classica andatura di 130 Km/h in autostrada, con un dato medio complessivo di circa 12.5 Km/l.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Look piacevole, dotazione da auto moderna, guida confortevole e gradevole, grande capacità di carico.Isolamento termico della parte bassa dell’abitacolo.

Fiat Talento: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Accelerazione:★★★½☆ 
Ripresa:★★★½☆ 
Cambio:★★★½☆ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★½☆ 
Tenuta di Strada:★★★½☆ 
Comfort:★★★☆☆ 
Infotainment:★★★★☆ 
Abitabilità:★★★★★ 
Bagagliaio:★★★★★ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★½☆ 
Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★½☆ 
Finitura★★★½☆ 
Piacere di guida:★★★½☆ 
Consumi:★★★★☆ 

http://www.motorionline.com/2018/03/15/fiat-talento-non-solo-uno-ma-molteplici-talenti-video-prova-su-strada/