Porsche Mission E: che aspetto potrebbe avere l’elettrica tedesca [RENDERING]

Un'idea della berlina a zero emissioni

Porsche Mission E – Immaginata la vettura collegata al visionario prototipo proposto dal costruttore di Stoccarda al Salone di Francoforte del 2015
Porsche Mission E: che aspetto potrebbe avere l’elettrica tedesca [RENDERING]

Dalla comparsa di una prima concept car nel 2015, la “missione” di Porsche verso una mobilità a zero emissioni è stata scandita da rumors, indiscrezioni, fotografie e video, che hanno testimoniato la crescita di un progetto denominato proprio Mission E. Una berlina totalmente elettrica, ma caratterizzata dalla tipica essenza sportiva del costruttore tedesco, sebbene non dotata più di un propulsore termico boxer o di un più compatto quattro cilindri turbo.

L’idea proposta nell’occasione risulta interessante, a una prima occhiata. Non solo per le forme sinuose e grintose della ricostruzione. Come ogni vettura elettrica di recente concezione, non compaiono vistose prese d’aria sul frontale, ma soprattutto è il concetto stesso di vettura a cavallo tra una berlina e una coupé sportiva da segmento C che cattura l’attenzione. La zona bassa, in questa ricostruzione, conserva comunque delle fenditure, che sarebbero funzionali dal punto di vista aerodinamico e sul fronte affidabilità, così come ve ne sono altre più sottili dislocate al di sotto dei gruppi ottici, distinguibili per la trama a quattro punti introdotta dal marchio sui modelli più recenti.

Attrattivi sono anche i rumors relativi a una possibile gamma. Da una singola versione a delle potenziali varianti, caratterizzate da vari livelli di potenza basati sull’energia proposta dalle rispettive unità localizzate sull’asse posteriore. L’architettura risulterebbe basata su due motori elettrici oltre a una trasmissione due velocità. Si parla anche di un esemplare alla base di gamma che potrebbe contare sulla sola trazione posteriore, animato già da 402 cavalli di potenza. A seguire potrebbero esserci dei modelli con trazione integrale da 536 e persino 670 cavalli. Diversi valori di potenza, che in ogni caso garantirebbero uno scatto medio nell’arco di tre secondi e una velocità massima limitata a 250 km/h.

Osservando l’immagine emerge un aspetto da berlina, dunque, ma fuso con quello di una coupé. Una vettura che potrebbe risultare schiacciata, aerodinamica e che vanterebbe contenuti da modello di segmento superiore, in base alle voci emerse in precedenza. Inoltre, considerando che si tratta di una vettura elettrica, un altro dei principali interrogativi riguarda l’autonomia complessiva. Considerando sempre i rumors, si stima un dato pari o superiore ai 500 km. Un dato elevato rispetto agli standard attuali, grazie anche all’impiego di batterie più performanti da 800 volt. Al momento della ricarica, poi, l’80% del valore totale sarebbe raggiunto nell’arco di un quarto d’ora, utilizzando un sistema rapido. Ma si tratta sempre di rumors al momento.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati