Peugeot 308 GT: la sportività del diesel sulla compatta del leone [VIDEO PROVA SU STRADA]

Look aggressivo, ottime finiture e il divertimento è assicurato dai 180 CV del BlueHDi

Peugeot 308 GT MY 2018 - Le linee si aggiornano, con nuovi gruppi ottici e piccole migliorie estetiche. La compatta per eccellenza del leone si fa aggressiva anche con il propulsore diesel, per chi ricerca una vettura sportiva ma tiene d'occhio il portafoglio soprattutto per i consumi.

In un mondo interamente conquistato dai SUV e dai crossover, non bisogna mai dimenticarsi che le compatte mantengono sempre una buona fetta di mercato, cercando di unire lo spazio a bordo con un’impronta il più possibile vicina alle vetture sportive regalando quel feeling di guida decisamente più sportiveggiante rispetto alle cugine rialzate da terra. Il marchio del leone francese ripropone la sua hatchback per eccellenza, la Peugeot 308 GT, alimentata da un vivacissimo propulsore diesel veramente desideroso di giri e con una prontezza all’erogazione non indifferente. Non bisogna tuttavia confondere la sigla dell’allestimento GT con la versione GTi, che invece si riferisce alla più potente versione della 308 spinta dal superlativo 1.6 turbobenzina da 250 o 270 CV.

Design e Interni:  ★★★★½ 

Look aggressivo corredato di cerchi 18″, minigonne, assetto ribassato e superfici nere 

La nuova Peugeot 308 non è di certo una vettura che passa inosservata, fin dal suo lancio 3 anni addietro ha mostrato un design audace con superfici taglienti e linee sinuose, con una sapiente maestria dei designer francesi nel saper realizzare dei gruppi ottici di livello sia frontalmente ma anche nel retro della vettura. Giunge oggi al suo primo restyling di metà carriera, dove guadagna piccoli accorgimenti che elevano ulteriormente l’aspetto estetico della vettura: troviamo nuovi fari Full-led all’anteriore, che assicurano un fascio di luce impeccabile anche in condizioni di buio totale, aiutati inoltre dagli abbaglianti automatici che si attivano e disattivano in funzione delle vetture che sopraggiungono frontalmente. Sempre nel frontale spicca la nuova mascherina cromata con il leone integrato mentre nel retro troviamo qualche accorgimento nel design del paraurti e nella finitura LED dei fari. L’allestimento GT è però impreziosito anche dai bellissimi cerchi da 18″ Diamant di serie  che assicurano un aspetto sportivo alla linea, accentuato inoltre dalle minigonne laterali e dall’assetto leggermente ribassato della vettura. Spiccano qua e là per la carrozzeria finiture cromate e nere lucide, che elevano il look della compatta francese. La particolare tonalità metallizzata Rosso Ultimate (optional da 800 euro) della vettura in prova esalta inoltre le linee taglienti della carrozzeria, regalando particolari riflessi che rendono omaggio all’audace design.

Interni moderni e ben rifiniti con materiali di qualità e ottimi assemblaggi 

Conosciamo già gli interni della Peugeot 308, futuristici e molto particolari, ma ogni volta che ci si siede al posto di guida della hatchback francese si rimane colpiti dalla forma della plancia e dall’estremo minimalismo che caratterizza il suo cruscotto. L’allestimento GT arricchisce inoltre i già notevoli interni con cuciture rosse, pedaliera in alluminio, sedili sportivi in duplice materiale con pelle e Alcantara, plastiche soft touch e un cura negli assemblaggi che ci rimanda a delle vetture di segmento decisamente superiore. Compaiono un po’ ovunque i loghi con la sigla GT che ci fanno ricordare la vocazione sportiveggiante della 308, che contrasta però con una posizione di giuda forse troppo rialzata per una vettura dalle pretese decisamente frizzanti. Sebbene sia dotata di regolazioni anche lombari per i sedili, non si riesce mai a trovare una combinazione perfetta tra posto di guida e volante, che ci immerga adeguatamente nella vettura lasciandoci sempre un filo troppo sopraelevati rispetto alla linea di cintura. Osservando poi il cruscotto, l’impostazione dell’i-Cockpit di Peugeot è ormai una certezza solida per la casa francese ma fa sempre effetto osservare questa strumentazione rialzata con il piccolo volante al centro e posizionato leggermente più in basso rispetto alle vetture più tradizionali.

Consigliamo poi vivamente lo spettacolare tetto panoramico “Ciel” che per soli 500 euro renderà più luminoso e appariscente l’abitacolo della 308, impreziosendo anche gli esterni che guadagneranno una copertura nera lucida nella parte superiore. Spostando lo sguardo nella seconda fila di sedili, l’abitabilità non risulta di certo fra le migliori del segmento: nonostante i generosi 262 cm di passo, dietro si tocca spesso con le ginocchia contro i sedili anteriori, e il posto centrale risulta leggermente scomodo soprattutto se si devono intraprendere lunghi viaggi. La seduta appare tuttavia molto comoda e avvolgente anche nel posteriore, quindi sicuramente meglio affrontare un viaggio in 4 piuttosto che in 5. Per quanto concerne invece il bagagliaio, si ritrova una capacità di carico minima di 420 litri, che crescono poi fino a 1300 litri abbattendo la seconda fila di sedili.

Infotainment da 7″ fluido e facile, mappe aggiornate e sistema di navigazione efficace

Spostando lo sguardo verso il centro della plancia, appare l’infotainment da 7″ caratterizzato da una sorprendente fluidità e praticità nell’utilizzo quotidiano, anche se avremmo probabilmente preferito dei rimandi fisici alle principali schermate. Nota di merito per il navigatore integrato che sfrutta delle mappe TomTom con aggiornamento live sulle condizioni del traffico, segnalando opportunamente i punti di interesse e velocissimo nell’aggiornare la posizione della vettura. Ottima la grafica del sistema, dal quale si gestiscono anche i comandi per il clima automatico bi-zona di serie su questo allestimento. Ovviamente corredato di applicazioni quali Apple CarPlay e Android Auto, con possibilità di connessione USB, AUX, Bluetooth e lettore per le schede SD, la multimedialità della Peugeot 308 appare veramente a livelli massimi, deliziando inoltre i passeggeri anche con il sofisticato impianto Hi-Fi Denon con 6 altoparlanti e subwoofer posizionato nel bagagliaio. Parlando di connessione, sono anche disponibili i servizi di assistenza 24 ore su 24 attivabili alla semplice pressione del tasto dedicato posizionato sulla cappelliera.

Comportamento su Strada:  ★★★★☆ 

Un giusto mix tra sfruttabilità quotidiana e piacere di guida in salsa sportiva 

Forte di una sorella maggiore come la 308 GTi by Peugeot Sport, ci aspettiamo grandi cose dalla nostra 308 GT e infatti la compatta francese non delude le nostre aspettative. Tra le tante note positive per la guida, spicca soprattutto la particolare sicurezza che comunica il telaio della nuova 308. Sviluppata sull’innovativa e leggera piattaforma modulare EMP2, l’hatchback del leone risulta molto ben ancorata al suolo e sincera nel trasformare gli input che le si imprimono con il volante e con i pedali. Il piccolo volante dell’ i-Cockpit appare ben calibrato e abbastanza comunicativo, un po insolito da utilizzare sulle prime ma che diventa un indispensabile compagno di viaggio dopo qualche km. Assicura infatti un buon inserimento in curva, abbastanza preciso e rapido, aiutato anche da degli ottimi pneumatici Michelin Pilot Sport 225/40 R18. Rimane tuttavia un po’ incerto il comportamento del posteriore, che segue fedelmente gli input delle ruote anteriori ma che alle volte perde aderenza se eccessivamente sollecitato. Probabilmente sarebbe stato più adeguato un retrotreno caratterizzato da sospensioni mutilink piuttosto che un ponte semi torcente, che mostra i suoi limiti soprattutto sui curvoni veloci con un fondo stradale non perfetto. Nonostante questo, l’assetto mostra un sapiente mix tra comfort e piacere di guida, senza apparire mai troppo morbido o troppo rigido. Per intenderci si può tranquillamente viaggiare sul pavé milanese senza percepire eccessive vibrazioni o godersi una bella guidata su un passo di montagna senza desiderare un set-up più sportivo delle sospensioni.

Novità assoluta per il 2018 è l’introduzione del nuovo cambio automatico EAT8, che non abbiamo potuto che apprezzare sotto tutti i punti di vista. Veloce nelle cambiate e preciso nelle scalate, puntuale ad ogni pressione dei paddle posti dietro al volante e morbido nelle transizioni delle marce soprattutto nelle code autostradali. Davvero un ottimo compagno di viaggio se si considera poi anche la sua impostazione già sportiva attivabile premendo il tasto Sport posto al centro del tunnel: le cambiate si fanno più rapide e gli innesti diventano più secchi, la strumentazione diventa totalmente rossa e il sound del motore viene amplificato dalle casse. I puristi non apprezzeranno di certo quest’ultimo aspetto, ma vale sicuramente la pena sopportare il suono innaturale del motore pur di godersi la spettacolare  strumentazione che diventa interamente rossa, resa ancora più sportiva dalla videata del computer di bordo che mostra la pressione del turbo, la coppia erogata e la potenza sprigionata all’istante.

Sicurezza ai massimi livelli della categoria, con tutti i sistemi già compresi di serie

Il piacere di guida non è solo andare veloce ma anche poter viaggiare in totale sicurezza aiutati dagli ormai indispensabili sistemi di assistenza alla guida. Tra il vasto elenco troviamo il Cruise Control adattivo, la frenata di emergenza, il mantenitore attivo della corsia che agisce sulla direzione del volante, blind spot assist, fari abbaglianti automatici, retorcamera a 180 gradi, sensori di parcheggio, park assist e molti altri sistemi che renderanno più sereno e piacevole il viaggio a bordo della nuova Peugeot 308 GT.

Motore e Prestazioni:  ★★★★☆ 

Il 2.0 BlueHDi del leone graffia ma non morde, ottima la simbiosi con l’EAT8

Parlando del cuore pulsante della vettura, siamo rimasti sorpresi dalla grande vivacità del propulsore 2.0 BlueHDi turbodiesel da 177 CV e 400 Nm di coppia erogati già prima dei 2000 giri/min. Estremamente reattivo e perfettamente calibrato con il cambio EAT8, che seleziona sempre la miglior marcia per poter erogare al meglio la generosa cavalleria di cui dispone il propulsore. Pronto ai bassi ma anche capace di girare bene fino alla parte alta del contagiri, perdendo di vigore solo dopo i 4000 giri/min. Tra i pregi troviamo sicuramente una discreta insonorizzazione dell’abitacolo, che non lascia trasparire in modo eccessivo il rumore del propulsore all’interno, rendendolo perfetto soprattutto per i lunghi viaggi: inserendo l’ottava marcia sui 130 km/h, i giri scendono sotto a quota 2000 rendendo morbida e silenziosa l’andatura. I suoi 177 CV le consentono poi di coprire uno scatto nello 0-100 km/h in circa 8,2 secondi, per poi raggiungere una velocità massima di 225 km/h. Valori di tutto rispetto ma che rimangono leggermente inferiori rispetto a quelli delle rivali a gasolio del settore.

Consumi e Costi:  ★★★★☆ 

La gamma GT parte da 32.170 euro, più che accessoriata e con consumi relativamente contenuti 

Partendo dai consumi, ci siamo posti un grande punto di domanda sull’effettiva efficacia della combinazione auto sportiveggiantepropulsore diesel, perché non tutti riponevano fiducia sui livelli di carburante che il pompato 2.0 BlueHDi avrebbe potuto consumare nella guida di tutti i giorni. Devo quindi rivelarvi che i valori registrati ci hanno decisamente sorpreso, perché la 308 GT è riuscita a segnare un discreto 12.5 km/l in un ciclo totalmente urbano, che salgono ad oltre 15 km/l su strade extraurbane e autostrade, merito anche dell’ottava marcia del già citato cambio automatico EAT8. Un’aerodinamica abbastanza sofisticata unita ad una massa relativamente contenuta di 1395 kg rendono omaggio al propulsore, che ben si sposa con il selettore di marcia facendoci quindi registrare buoni valori senza per forza guidare continuamente “da svizzero”. Superato il test dei consumi ed analizzando quindi il listino della gamma GT della 308, troviamo un prezzo di attacco di 31.170 euro per la versione spinta dal più potente 1.6 PureTech 4 cilindri turbo benzina da 225 CV, sempre abbinato al cambio automatico EAT8, appena introdotto in gamma capace inoltre di uno 0-100 di 7,4 secondi. Rimanendo però sul diesel da noi provato, per aggiudicarsi il 2.0 BlueHDi da 177 CV è necessario sborsare una cifra minima di 32.820 euro, che salgono a 34.650 per un modello accessoriato come quello da noi provato che poteva vantare come optional il tetto panoramico Ciel, Vernice metallizzata e dispositivo Park Assist.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Guidabilità, propulsore, consumi, materiali di qualità.Abitabilità posteriore, posizione di guida, risoluzione della retrocamera.

Peugeot 308 GT BlueHDi 180 EAT8 S&S: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★½ 
Accelerazione:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★½ 
Cambio:★★★★½ 
Frenata:★★★½☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★☆ 
Comfort:★★★★½ 
Infotainment:★★★★☆ 
Abitabilità:★★★½☆ 
Bagagliaio:★★★½☆ 
Posizione di guida:★★★☆☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★½ 
Finitura★★★★½ 
Piacere di guida:★★★★☆ 
Consumi:★★★★☆ 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati