Citroen Visa ( 1978 – 2018): 40 anni dal lancio della compatta francese

Buon Compleanno Visa

CITROEN VISA - Fu la prima auto della sua categoria ad adottare la pratica soluzione del portellone posteriore apribile, venne prodotta in oltre 1.200.000 esemplari dal 1978 al 1987.
Citroen Visa ( 1978 – 2018): 40 anni dal lancio della compatta francese

La vettura compatta francese quest’anno festeggia i 40 anni dall’esordio sulla scena del mercato automobilistico europeo avvenuto il 5 Ottobre del 1978 al Salone dell’Automobile di Parigi.

La casa transalpina dopo le Ami 6 ed Ami 8 era chiamata a creare una vettura che la rilanciasse in quel segmento dove le predette non brillarono in termini di vendite, forse a causa del design troppo ardito, si vociferò. La Citroen in quegli anni era da poco entrata a far parte del gruppo Peugeot la quale offrì la 104 come base meccanica per la creazione della Citroen Visa.

L’obbiettivo, raggiunto, era quello di mantenere nella Visa le caratteristiche che avevano sino ad allora contraddistinto il marchio come le sospensioni morbide atte a garantire un ottimo confort di marcia ed una notevole affidabilità meccanica. I freni erano a disco sull’anteriore e a tamburi al posteriore. Due le motorizzazioni: il bicilindrico V06 raffreddato ad aria da 652cc e 36cv e un 4 cilindri da 1.124cc raffreddato ad acqua da 50cv. Il cambio era a 4 o 5 marce, optional. Mitico dal punto di vista del design interno il PRN, un cilindro in plastica a lato del volante dal quale si accedeva al clacson, alle luci ed altri importanti comandi.

Prima auto della sua categoria ad adottare la pratica soluzione del portellone posteriore apribile, fu prodotta in oltre 1.200.000 esemplari dal 1978 al 1987.
Nel 1981 venne sottoposta ad un corposo restyling studiato dalla carrozzeria Heuliez che realizzo nel 1983 anche una versione cabriolet della Visa.
Non mancarono anche le vittorie nei rally nazionali, 3 campionati in tutto, grazie alle versioni sportive denominate Gt, Gti, Chrono e Pistes che montavano motori 1.4 e 1.6 con potenze che variavano dagli 80 cv della Gt/Chrono ai 115 della Gti.

La Citroen Visa, forse non brillò forse sotto il profilo del design, ma  ebbe comunque successo. Si trattò di una buona e onesta vettura. Un’auto che venne premiata dal pubblico perchè seppe coniugare pregevolmente ed abilmente ottime doti di abitabilità, praticità e affidabilità.Buon Compleanno Visa.

Buona Passione a Tutti.

IMAGES CREDITS: Wikimedia, Classic Driver, Citroen

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati