Uber, auto a guida autonoma investe e uccide una donna durante i test [VIDEO]

La società ha bloccato il progetto di sperimentazione in tutte le città

Uber incidente mortale - Durante i test sulle strade pubbliche di Tempe, in Arizona, un'auto a guida autonoma di Uber ha investito ed ucciso una donna mentre attraversava. Il pilota-tester a bordo non è riuscito a prendere in tempo i comandi per fermare la vettura. Da Uber è arrivato lo stop immediato al progetto dell'auto senza pilota.
Uber, auto a guida autonoma investe e uccide una donna durante i test [VIDEO]

A Tempe, in Arizona, un’auto a guida autonoma che Uber stava testando sulle strade pubbliche ha provocato un incidente mortale, investendo una donna ed uccidendola mentre attraversava la strada. Dopo l’accaduto la società americana ha immediatamente sospeso tutte le attività di sperimentazione che stava portando avanti in alcune città come San Francisco, Toronto, Pittusburgh e Tempe.

Il CEO di Uber, Dara Khoseowshahi, ha espresso le condoglianze alla famiglia della donna e ha dichiarato che Uber offrirà la più totale collaborazione alle autorità locali che indagano su quanto accaduto. L’incidente di Tempe ha coinvolto una Volvo XC90 che stava percorrendo la strada muovendosi in modalità autonoma e sulla quale a bordo vi era un pilota-tester (per motivi di sicurezza) che però non viaggiava sul posto guida. Quando poco davanti alla vettura una donna ha attraversato la strada l’auto non si è fermata come avrebbe dovuto: l’ha colpita e uccisa. A quanto pare il tester a bordo non è riuscito a prendere in tempo i comandi dell’auto per evitare il drammatico incidente. La polizia ha aperto un’indagine.

Quest’incidente materializza l’incubo di tutte le Case automobilistiche e delle aziende hi-tech (Google, Waymo, Uber, ecc…) che da anni lavorano sull’auto a guida autonoma: la vettura fuori controllo che uccide, senza che l’intervento umano riesca ad evitare il dramma.

Dopo l’incidente mortale di Tempe, il progetto delle macchine senza pilota entra in una nuova fase del dibattito pubblico che potrebbe tarpare le ali allo sviluppo di una tecnologia che evidentemente non è ancora così sicura e affidabile come fa pensare la velocità del progresso e l’ottimismo degli sviluppatori. Del resto anche la sospensione immediata dei test da parte di Uber suggerisce, secondo molti analisti americani, che nella tecnologia dell’auto a guida autonoma possa esserci una falla.

Vedremo se quanto accaduto avrà conseguenze dirette sulle restrizioni delle autorità nella concessione ad effettuare test e sperimentazioni dell’auto senza pilota su strade pubbliche. Permesso che il governatore dell’Arizona, a differenza di quanto avviene nel resto del mondo dove i test dell’auto a guida autonoma sono vietati sulle strade pubbliche, aveva concesso poche settimane fa e che consentiva di testare le vetture anche senza un tecnico a bordo.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati