Viaggio in Svizzera in auto: le norme da sapere per evitare multe salate

Fondamentale acquistare ed esporre sulla macchina le "vignette"

Breve guida sulle norme da conoscere prima di intraprendere un viaggio in Svizzera con la propria auto. Obblighi, limiti di velocità, alcol e vignette
Viaggio in Svizzera in auto: le norme da sapere per evitare multe salate

Gli oltre mille e cinquecento laghi, ma anche le piste innevate e gli sterminati sentieri escursionistici delle valli. Senza dimenticare il magico centro storico medievale di Berna o la moderna e cosmopolita Zurigo. E poi Basilea, Lucerna, Ginevra, San Gallo, Coira e Friburgo. La Svizzera offre questo e molto altro ancora ed è una meta perfetta per coloro che amano viaggiare in auto.

Ma quali documenti occorrono per viaggiare in Svizzera? Ricordiamo infatti che si tratta pur sempre di un paese extracomunitario e con norme diverse da quelle italiane. Dunque, prima di partire per la vostra vacanza, verificate di avere con voi tutto l’occorrente e, una volta in loco, fate attenzione alle norme di circolazione per evitare multe.

 

Viaggio in Svizzera: obblighi, limiti di velocità, alcol e vignette

Per viaggiare in Svizzera servono patente di guida, carta di circolazione e certificato di assicurazione, mentre chi guida una vettura non propria deve avere una delega a condurre con firma autenticata dal notaio. Obbligatori sia il triangolo che il giubbotto retroriflettente, ma anche le cinture di sicurezza vanno utilizzate sempre. I seggiolini per i bambini devono essere utilizzati per i bambini con età inferiore a 12 anni e devono essere assicurati al sedile. Il seggiolino non può essere rivolto contro il senso di marcia su un sedile protetto da airbag frontale se questo non è disattivato. La multa in caso di trasporto di un bambino non assicurato di età inferiore ai 12 anni ammonta a 60 franchi svizzeri. Indipendentemente dall’età, i bambini possono generalmente viaggiare anche di fianco al conducente. Se l’auto è dotata di airbag si possono usare seggiolini montati contro il senso di marcia, ma soltanto se l’airbag anteriore lato passeggero è disattivato.

Nelle autostrade svizzere vige generalmente il limite di 120 km/h, sulle semiautostrade di 100 km/h, sulle strade principali e secondarie fuori delle località di 80 km/h e all’interno delle località di 50 km/h. Tuttavia, in situazioni particolari, questa velocità massima può essere ridotta. Può infatti capitare che in alcune tratte la velocità venga limitata a 80 km/h o anche a 60 km/h (a causa magari di un sovraccarico del traffico, di una cattiva qualità dell’aria o per ragioni di sicurezza). Inoltre, all’interno delle località vi sono zone limitate a 30 km/n o a 20km/h.

Capitolo alcol. I conducenti professionali, i neopatentati, gli allievi conducenti e i loro accompagnatori (nonché gli istruttori di scuola guida) devono avere una tasso alcolemico inferiore a 0,05 mg/l nell’alito o a 0,10 per mille nel sangue. La legge svizzera prevede tre gradi di gravità per la guida in stato di ebbrezza:

  • da 0,25 a 0,39 mg/l nell’alito o da 0,50 a 0,79 per mille nel sangue: chi conduce un veicolo con tasso alcolemico tra 0,25 e 0,39 mg/l nell’alito o tra 0,50 e 0,79 per mille nel sangue riceve un ammonimento e paga una multa;
  • da 0,25 a 0,39 mg/l nell’alito o da 0,50 a 0,79 per mille nel sangue e con ulteriore violazione delle norme di circolazione: chi guida con un tasso alcolemico tra 0,25 e 0,39 mg/ nell’alito o tra 0,50 e 0,79 per mille nel sangue e nel contempo viola ulteriormente le norme della circolazione è punito con la revoca della licenza per almeno un mese. È inoltre inflitta una multa o una pena pecuniaria o detentiva fino a tre anni. L’entità della multa o della pena pecuniaria dipendono dalla situazione finanziaria della persona condannata;
  • 0,40 mg/l e più nell’alito o 0,80 per mille e più nel sangue: chi conduce un veicolo a motore o un’imbarcazione sportiva o da diporto in stato di ebrietà con un tasso alcolemico pari o superiore a 0,40 mg/l nell’alito o a 0,80 per mille nel sangue è punito con la revoca della licenza per almeno tre mesi. È inoltre inflitta una pena pecuniaria o una pena detentiva fino a tre anni. L’entità della pena pecuniaria dipende dalla situazione finanziaria della persona condannata. L’infrazione è inoltre iscritta nel casellario giudiziale e figura per un certo periodo nell’estratto del casellario giudiziale.

Un aspetto che contraddistingue la circolazione svizzera (sia sulle strade che sulle autostrade) è senza dubbio il pagamento di un contrassegno, meglio nota come la “vignette svizzera”. Trattasi di un tagliando da esporre in bella mostra sul parabrezza della macchina e da conservare per tutta la durata del viaggio. Il tagliando può essere acquistato sia in Italia presso alcuni uffici ACI provinciali, sia alla frontiera e in territorio svizzero negli uffici doganali, postali e nelle stazioni di servizio. Il suo costo è di 25 euro e ha validità dal primo dicembre dell’anno precedente fino al 31 gennaio dell’anno successivo. Attenzione però. Chi viaggia con un rimorchio o una roulotte dovrà  acquistare una vignette supplementare. Dotare la propria vettura di questo contrassegno è obbligatorio e prevede delle pesanti sanzioni in caso di controlli, con multe fino a 100 franchi svizzeri. Per questo motivo bisogna assicurarsi che sia messo in bella vista, che sia integro e non sia scaduto. Chi decide di noleggiare un veicolo direttamente in Svizzera avrà invece la vettura già provvista di vignetta al momento del ritiro.

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati