Ford Collaborative Parking, così si riduce lo stress da parcheggio [VIDEO]

Una mappa a bordo visualizza i posti liberi

Ford Collaborative Parking - Nell'ambito del progetto UK Autodrive, Ford sta sperimentando un nuovo sistema, chiamato Collaborative Parking, che punta a rendere più agevole e meno stressante la ricerca di un parcheggio all'interno di grandi aree di sosta strutturate.
Ford Collaborative Parking, così si riduce lo stress da parcheggio [VIDEO]

Nel Regno Unito Ford sta sperimentando la nuova tecnologia Collaborative Parking che molto presto potrebbe porre fine allo stress derivante dalla ricerca di un posto libero dove parcheggiare quando ci si trova all’interno delle grandi aree di sosta. 

La tecnologia Ford permette di visualizzare gli spazi disponibili, attraverso una mappa crowd-sourced, particolarmente utile nelle aree di parcheggio più strutturate. In questo modo la Casa dell’Ovale Blu punta a ridurre quel tempo, più di un giorno all’anno secondo un nuovo studio di Ford condotto nel Regno Unito, trascorso dagli automobilisti alla ricerca di un parcheggio.

Christian Ress, Supervisor, Automated Driving Europe, Ford Research e Advanced Engineering, spiega: “Comprendiamo bene quanto tempo vada sprecato e quanto stress siano causati dalla ricerca continua di parcheggi, in città. L’intento della nostra sperimentazione è quello di restituire quel tempo ai conducenti, aiutandoli a godersi i momenti trascorsi in automobile affinché siano più felici e più efficienti“.

La tecnologia di Collaborative Parking, sviluppata nell’ambito del progetto UK Autodrive, vede Ford tra i principali partner. Il progetto è supportato anche dal governo britanno attraverso un finanziamento di oltre 20 milioni di sterline.

Il sistema sviluppato da Ford è alimentato dai dati dei sensori di parcheggio dei veicoli che lo stanno utilizzando. Questi contribuiscono all’aggiornamento della mappa che mostra così gli spazi liberi e può inoltre interagire con i sistemi di monitoraggio dei parcheggi.

In precedenza, nell’ambito di altre sperimentazioni, Ford e i diversi partner del progetto Autodrive hanno presentato l’Emergency Vehicle Warning, in grado di avvisare gli automobilisti sulla localizzazione e la distanza di un veicolo di soccorso in arrivo, permettendo loro di posizionarsi sulla strada in modo più sicuro e aiutare polizia, ambulanze e vigili del fuoco a raggiungere più velocemente le destinazioni oggetto di intervento.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati