Volkswagen, grazie al Rear Traffic Alert con Blind Spot Monitor è come avere gli occhi dietro

Tecnologia a favore della sicurezza di guida

Volkswagen Rear Traffic Alert con Blind Spot Monitor - Volkswagen sulle sue auto propone un adeguata dotazione tecnologica per fornire assistenza alla guida rendendola più sicura e meno rischiosa. Di tale dotazione ne fanno parte il Rear Traffic Alert e il Bind Spot Monitor.
Volkswagen, grazie al Rear Traffic Alert con Blind Spot Monitor è come avere gli occhi dietro

Negli anni Volkswagen sulle proprie vetture ha continuamente incrementato la dotazione dedicata a rendere la guida e ogni manovra sempre più sicura. Nell’attuale gamma della Casa tedesca i veicoli Volkswagen dispongono di un dispositivo di assistenza, il Rear Traffic Alert, particolarmente utile quando si effettuano manovre in retromarcia ed il guidatore non ha una buona visuale di quello che accade.

Il Rear Traffic Alert, grazie ad appositi sensori radar che monitorano le zone ai lati del posteriore del veicoli in aggiunta ai sensori di parcheggio a ultrasuoni, è in grado di rilevare ciò che il guidatore non può vedere. Un sistema che si rivela particolarmente utile ad esempio quando si esce in retromarcia da parcheggio perpendicolari alla strada.

Quando il sistema rileva un veicolo che si sta avvicinando in direzione trasversale dietro l’auto, il Rear Traffic Alert avvisa il guidatore del pericolo potenziale e in assenza di una pronta reazione dello stesso il sistema aziona la frenata automatica arrestando il veicolo.

Ad affiancare il Rear Traffic Alert c’è il Blind Spot Monitor che assiste il guidatore durante i cambi di corsia. Grazie a sensori radar montati nel posteriore viene monitorata la zona dietro e accanto all’auto, rilevando la presenza di un altro veicolo entro una distanza di 20 metri. Il Blind Spot Monitor è attivo da una velocità di 15 km/h e avvisa il guidatore della presenza di un altro veicolo attraverso un indicatore LED integrato nel retrovisore esterno. Il sistema avvisa il guidatore del pericolo potenziale attivando un segnale luminoso costante nel retrovisore del lato interessato.

Se il guidatore attiva la freccia nonostante l’avviso, il LED comincia a lampeggiare con intensità maggiore per richiamare l’attenzione di chi è al volante sul potenziale pericolo. Se associato al Lane Assist, il sistema reagisce anche con un impulso di controsterzo e con una vibrazione del volante per rendere il guidatore ancora più consapevole del pericolo.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Volkswagen, grazie al Rear Traffic Alert con Blind Spot Monitor è come avere gli occhi dietro

Tecnologia a favore della sicurezza di guida

di 3 aprile, 2018
Volkswagen Rear Traffic Alert con Blind Spot Monitor - Volkswagen sulle sue auto propone un adeguata dotazione tecnologica per fornire assistenza alla guida rendendola più sicura e meno rischiosa. Di tale dotazione ne fanno parte il Rear Traffic Alert e il Bind Spot Monitor.
Volkswagen, grazie al Rear Traffic Alert con Blind Spot Monitor è come avere gli occhi dietro

Negli anni Volkswagen sulle proprie vetture ha continuamente incrementato la dotazione dedicata a rendere la guida e ogni manovra sempre più sicura. Nell’attuale gamma della Casa tedesca i veicoli Volkswagen dispongono di un dispositivo di assistenza, il Rear Traffic Alert, particolarmente utile quando si effettuano manovre in retromarcia ed il guidatore non ha una buona visuale di quello che accade.

Il Rear Traffic Alert, grazie ad appositi sensori radar che monitorano le zone ai lati del posteriore del veicoli in aggiunta ai sensori di parcheggio a ultrasuoni, è in grado di rilevare ciò che il guidatore non può vedere. Un sistema che si rivela particolarmente utile ad esempio quando si esce in retromarcia da parcheggio perpendicolari alla strada.

Quando il sistema rileva un veicolo che si sta avvicinando in direzione trasversale dietro l’auto, il Rear Traffic Alert avvisa il guidatore del pericolo potenziale e in assenza di una pronta reazione dello stesso il sistema aziona la frenata automatica arrestando il veicolo.

Ad affiancare il Rear Traffic Alert c’è il Blind Spot Monitor che assiste il guidatore durante i cambi di corsia. Grazie a sensori radar montati nel posteriore viene monitorata la zona dietro e accanto all’auto, rilevando la presenza di un altro veicolo entro una distanza di 20 metri. Il Blind Spot Monitor è attivo da una velocità di 15 km/h e avvisa il guidatore della presenza di un altro veicolo attraverso un indicatore LED integrato nel retrovisore esterno. Il sistema avvisa il guidatore del pericolo potenziale attivando un segnale luminoso costante nel retrovisore del lato interessato.

Se il guidatore attiva la freccia nonostante l’avviso, il LED comincia a lampeggiare con intensità maggiore per richiamare l’attenzione di chi è al volante sul potenziale pericolo. Se associato al Lane Assist, il sistema reagisce anche con un impulso di controsterzo e con una vibrazione del volante per rendere il guidatore ancora più consapevole del pericolo.

http://www.motorionline.com/2018/04/03/volkswagen-grazie-al-rear-traffic-alert-con-blind-spot-monitor-e-come-avere-gli-occhi-dietro/